Ossa Nunziatura Orlandi Gregori
Cronaca
21 Novembre Nov 2018 1736 21 novembre 2018

I primi esami: «Le ossa trovate non sono di Orlandi o Gregori»

Dai primi accertamenti, i resti rinvenuti in Nunziatura vaticana a Roma avrebbero più di 100 anni. Per la conferma serve il carbonio 14.

  • ...

Le ossa trovate nella sede della Nunziatura Apostolica a Roma risalirebbero a oltre 100 anni fa. Lo fa sapere La Stampa. Questo quanto è emerso dai primi accertamenti che sembrano dunque allontanare l’ipotesi iniziale di un collegamento tra i reperti e le due giovani scomparse nel 1983 e mai più ritrovate: Emanuela Orlandi e Mirella Gregori. I resti saranno sottoposti all'esame del carbonio 14 al fine di individuare con esattezza l'epoca a cui risalgono. Gli esami per datare le ossa inizieranno il prossimo 30 novembre, presso laboratori specializzati a Caserta. Sulla vicenda in Procura è aperto un fascicolo in cui si ipotizza il reato di omicidio.

GLI ORLANDI NOMINANO IL CONSULENTE DEL CASO YARA

Un super esperto, ex dei Ris e in passato alle prese con il dna di 'Ignoto 1' per l'omicidio di Yara, è ora al servizio della famiglia di Emanuela. L'obiettivo è sciogliere qualsiasi dubbio dei parenti della ragazza, scomparsa 35 anni fa, in merito all'identità delle ossa ritrovate nella dependance della Nunziatura. Giorgio Portera, ex ufficiale del Ris dei Carabinieri e responsabile del Laboratorio di genetica della Fondazione Filarete dell'Università di Milano, è il consulente tecnico di parte nominato dalla famiglia della Orlandi.

Portera, che si è detto «pronto a collaborare» con la Procura di Roma, non è nuovo a consulenze di parte nei grandi casi. In passato era già stato nominato dalla famiglia di Yara Gambirasio, la ragazzina uccisa nel 2010. Se qualche anno fa Portera era stato alle prese con le analisi sul dna di 'ignoto 1', poi risultato di Massimo Bossetti, ora il genetista potrebbe collaborare assieme ai pm romani per l'attività di comparazione del dna di Emanuela Orlandi con quello estratto dalle ossa ritrovate nella Nunziatura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso