Gilet gialli non incontreranno governo
La protesta dei gilet gialli
Gilet Gialli Morti
Cronaca
20 Dicembre Dic 2018 1304 20 dicembre 2018

Nona vittima tra i gilet gialli: uomo travolto da un camion ad Agen

Un manifestante di 61 anni travolto da un mezzo pesante durante una mobilitazione nei pressi del pedaggio autostradale Passage-d'Agen.

  • ...

Un manifestante dei gilet gialli di 61 anni è morto il 20 dicembre, nei pressi di Agen, travolto da un mezzo pesante durante una mobilitazione del movimento che da oltre un mese blocca i punti d'accesso di strade e autostrade della Francia per invocare un maggiore potere d'acquisto. L'autista è stato posto in stato di fermo. Secondo il giornale Sud Ouest, l'incidente è avvenuto nei pressi del pedaggio autostradale Passage-d'Agen. Si tratta del nono morto dall'inizio della mobilitazione.

IL MINISTRO DEGLI INTERNI: «È TEMPO DI FERMARE TUTTO»

È tempo di «fermare tutto», ha dichiarato dopo l'ennesima tragedia il ministro degli Interni francese, Christophe Castaner tornando a lanciare un accorato appello ai gilet gialli affinché fermino i blocchi di strade e autostrade. Castaner ha quindi ricordato le misure da 10 miliardi di euro annunciate dal presidente Emmanuel Macron per venire incontro alle rivendicazioni delle casacche gialle. «Ci sono stati sforzi significativi», ha detto, «c'è la volontà di dialogo, di dibattere». «Ogni francese, che sia o meno gilet giallo, deve ritrovare oggi le condizioni di una pacificazione, che ci sono tutte». Due altri sono morti nel fine settimana del 15-16 dicembre, in Belgio e nel dipartimento francese di Aisne.

SARKOZY: «MACRON FA QUELLO CHE PUÒ»

«Macron fa quello che può», ha commentato pubblicamente in mertito al dilagare incontrollabile delle proteste anche l'ex presidente Nicolas Sarkozy intervenendo all'incontro a cui partecipava anche l'ex premier britannico Tony Blair, Sarkozy ha detto: «Macron fa quello che può e io voglio aiutare il mio Paese, non voglio assolutamente criticarlo". Anche se poi ha espresso le sue perplessità rispetto alla prospettiva del «grande dibattito nazionale» promosso dall'attuale inquilino dell'Eliseo per rispondere alla crisi dei gilet gialli. Anche lo scorso ottobre, Sarkozy si era mostrato piuttosto indulgente con l'attuale presidente, dicendo che «bisogna lasciargli del tempo». Nei giorni scorsi, in piena crisi dei gilet gialli, l'ex presidente venne invitato da Macron all'Eliseo per avere consigli rispetto alla difficile situazione del Paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso