Anfore Romane Portofino Liguria

Anfore galliche scoperte nel mare di Portofino

Una forte mareggiata ha permesso il ritrovamento a 50 metri di profondità dei reperti. A individuarle due sub di Santa Margherita. Il recupero è stato effettuato dalla Guardia Costiera.

  • ...

A fine novembre 2018 delle anfore galliche di epoca romana erano state ritrovate a circa 50 metri di profondità su un fondale sabbioso nell'area protetta del parco di Portofino. Una scoperta, fatta da due sub di un diving di Santa Margherita Ligure, che secondo gli esperti sarebbe stata favorita dalla devastante mareggiata che a fine ottobre 2018 si era abbattuta sul suggestivo borgo di pescatori della Riviera Ligure a Sud-Est di Genova. A distanza di due mesi dalla scoperta le anfore sono state finalmente spostate dal fondale per emergere in superficie grazie al sapiente lavoro dei sommozzatori della Guardia Costiera.

In tutto le anfore strappate al mare sono 15 e tutte databili intorno al primo secolo dopo Cristo. Il recupero, avvenuto sotto villa Altachiara che fu della contessa Francesca Vacca Augusta (nella zona dello scoglio "della Liscia"), è stato fatto dai sommozzatori della Guardia Costiera. I primi studi hanno rivelato che si trattava di un carico mai arrivato a destinazione e partito dalla Gallia meridionale circa 2000 anni fa. È possibile che il relitto sia affondato proprio lì e che lì la stratificazione del fondale lo abbia ricoperto. Gli esperti della Sovrintendenza di Genova hanno inoltre spiegato che le anfore sono di ceramica del tipo Gauloise, hanno circonferenza di circa 1 metro, il fondo piatto, pesano 20 chili ciascuna e trasportavano vino.

11 Gennaio Gen 2019 1731 11 gennaio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso