Paolo Polidori Trieste Clochard
Cronaca
11 Gennaio Gen 2019 1106 11 gennaio 2019

Paolo Polidori multato dopo aver gettato gli abiti di un clochard

Il vicesindaco di Trieste aveva buttato, documentando tutto sui social, le coperte di un senzatetto. Dopo le polemiche per il post la Polizia locale gli ha consegnato un'ammenda di 100 euro.

  • ...

Sembra essere arrivata a una fine la vicenda che aveva coinvolto Paolo Polidori. Sì, perché al vicesindaco di Trieste è stata consegnata un'ammenda di 100 euro per avere gettato nel cassonetto dell'indifferenziata, anziché in quello giallo destinati ai tessili, le poche cose di un clochard romeno che si rifugiava solitamente in via Carducci. La multa è stata consegnata a Polidori dalla Polizia locale di Trieste. «Sono andato personalmente dalla municipale e mi sono messo a disposizione affinché si verificasse la fotografia e venisse deciso se elevare la contravvenzione o meno», ha spiegato il leghista a Il Piccolo facendo riferimento alla foto degli abiti buttati che lui stesso aveva postato sui social. L'inadempienza ravvisata dalla Polizia era quella «del conferimento indebito: un'ipotesi che mi convince fino a un certo punto e che approfondirò», ha aggiunto. Per poi spiegare che «per evitare altre polemiche e ulteriori strumentalizzazioni, ho infatti chiesto il verbale e pagato».

IL POST DELLA POLEMICA DI POLIDORI

Tutto era nato quando a inizio gennaio 2019 il vicesindaco aveva deciso di buttare coperte e giacconi di un senzatetto vantandosi successivamente del gesto sui social. «Sono passato in via Carducci, ho visto un ammasso di stracci buttati a terra [...] Non c'era nessuno, quindi presumo fossero abbandonati: da normale cittadino che ha a cuore il decoro della sua città li ho raccolti e li ho buttati», scriveva Polidori in un post su Facebook con tanto di foto. Un atto che aveva scatenato la rabbia di molti triestini pronti a bacchettare il vicesindaco leghista. Che tra l'altro aveva dichiarato di essere pronto ad affrontare le critiche dei «bempensanti». Il post era stato poi rimosso e i cittadini di Trieste avevano riportato al clochard nuovi indumenti al posto di quelli gettati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso