Emiliano Sala Calciatore Disperso
Cronaca
Aggiornato il 08 febbraio 2019 22 Gennaio Gen 2019 0800 22 gennaio 2019

Cosa sappiamo dell'aereo disperso con a bordo il calciatore Emiliano Sala

Trovato il corpo senza vita dell'attaccante argentino. Il velivolo su cui viaggiava era scomparso dai radar sulla Manica il 21 gennaio. 

  • ...

È di Emiliano Sala il corpo recuperato nel relitto dell'aereo inabissatosi nel canale della Manica il 21 gennaio. Lo ha confermato la polizia di Dorset. Il piccolo aereo Piper con a bordo il calciatore argentino di origini italiane appena passato al Cardiff City era decollato dall'aeroporto francese di Nantes-Atlantique, in direzione di Cardiff. A bordo c'erano altre due persone. L'aereo è scomparso dai radar nei pressi del faro di Casquets, intorno alle 21.30. Da allora, si erano perse le tracce e le condizioni meteo hanno complicato le ricerche. Già alcuni giorni fa il capo dei servizi di Air Search delle Isole del Canale, John Fitzgerald, aveva escluso la possibilità che ci fossero dei sopravvissuti. Il 23 gennaio era arrivata un'altra dichiarazione pessimista: «Nemmeno la persona più in forma può resistere più di qualche ora nelle fredde acque dalla Manica». Romina Sala, sorella del calciatore, aveva lanciato però un drammatico appello: «So che sono ancora vivi e che stanno bene, e che ci stanno aspettando. Vi prego, vi prego, vi chiedo di non fermare le ricerche, sono ancora vivi».

L'ULTIMO MESSAGGIO INVIATO AGLI AMICI: «CHE PAURA»

Impressionante l'utimo messaggio lasciato da Sala in un audio inviato su WhatsApp agli amici. «Sono qui a bordo dell'aereo che sembra andare in pezzi, vado a Cardiff. Se tra un'ora e mezza non si avrà nessuna mia notizia, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno. Papà! Che paura che ho». Nel file, diffuso dai media argentini, il calciatore sembra esprimere preoccupazione per le condizioni del piccolo velivolo a bordo del quale si trova.

Emiliano Sala, 28 anni, si era appena trasferito dal Nantes al Cardiff e, il 21 gennaio, si stava proprio spostando dalla cittadina francese al Galles a bordo di un piccolo aereo da turismo, un Piper Malibu che si era alzato in volo in serata. Nel pomeriggio aveva salutato i suoi ormai ex compagni di squadra e sui social aveva postato una foto al campo di allenamento, con un messaggio d'addio. Il suo bottino parla di 12 gol in 19 partite di Ligue 1 nel 2018-19: Sala era stato appena acquistato dal Cardiff per 17 milioni di euro, cifra record per il club di Premier League. Sala ha cominciato la sua carriera in Europa al Bordeaux grazie al Proyecto crecer, una scuola di calcio creata dalla squadra francese in Argentina ed era arrivato a Nantes nel 2016 per un milione di euro.

IL PADRE: «SONO DISPERATO, NON POSSO CREDERCI»

«Sono disperato, non posso crederci», ha detto il padre Horacio Sala intervistato da una radio argentina. «Mio figlio», ha detto, «aveva tanta speranza, immaginate cosa significhi giocare in Premier League. Non avrebbe mai pensato di raggiungere quel livello, era una cosa da pazzi». «Non ho parole, mio figlio è tutto per me», ha aggiunto alla rete C5n.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso