Roma Rifiuti Raggi Ama

La giunta Raggi a Roma va in crisi sui rifiuti

Bocciato il bilancio di Ama, la municipalizzata che si occupa della raccolta. Ma si dimette, dopo aver votato contro, l'assessore all'Ambiente: «Si apre precarietà che prelude a procedure fallimentari».

  • ...

Nuova crisi nella giunta di Virginia Raggi a Roma sul tema dei rifiuti: si è dimessa l'assessore all'Ambiente Pinuccia Montanari, in dissenso con la decisione di bocciare il bilancio di Ama, l'azienda municipalizzata che si occupa della raccolta. «A seguito dell'approvazione della delibera, con il mio voto contrario, in cui la giunta ha deciso di bocciare il progetto di bilancio di Ama relativo all'esercizio 2017, rassegno in modo irrevocabile le mie dimissioni non essendo per me più possibile condividere le azioni politiche e amministrative di questa giunta». Secondo l'assessore, si tratta di una decisione «ingiustificata che getta un'azienda che dà lavoro a oltre 11.000 romani in una situazione di precarietà che prelude a procedure fallimentari».

LA RAGGI: «SONO STUFA, I CITTADINI HANNO RAGIONE»

«Sono stufa. Sono dalla parte dei cittadini che hanno perfettamente ragione. È il momento di fare pulizia nel bilancio di Ama e soprattutto nelle strade. Su questo non accetto alcun compromesso. E non si torna indietro» avrebbe detto la sindaca durante l'accesa riunione di giunta che ha poi portato alle dimissioni dell'assessore e alla bocciatura del bilancio che rischia di far saltare la società che si occupa della raccolta dei rifiuti. «L'incendio del Tmb e l'immobilismo della Regione hanno inciso fortemente ma Ama deve fare la sua parte. Questo lo pretendo» ha aggiunto la sindaca.

8 Febbraio Feb 2019 1846 08 febbraio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso