Stefano Cucchi Azione Legale

La famiglia Cucchi pensa a un'azione contro Stato e Comune di Roma

Il legale Fabio Anselmo: «Il Campidoglio consente processo a medici e carabinieri basato su atti falsi».

  • ...

Sulla vicenda di Stefano Cucchi «c'è un fascicolo aperto, ma per muoversi su un eventuale danno d'immagine la norma prevede il passaggio in giudicato della sentenza». A dirlo è stato Massimiliano Minerva, consigliere della Corte dei Conti del Lazio, a margine dell'inaugurazione dell'anno giudiziario. Il consigliere ha precisato che alla luce dell'ultimo processo «stanno venendo fuori reati diversi come il falso o il cosiddetto depistaggio che potrebbero essere reati contro l'amministrazione della giustizia«.

L'AVVOCATO ANSELMO: «PRENDIAMO IN CONSIDERAZIONE AZIONE LEGALE»

Sugli ultimi sviluppi in tal senso è intervenuto anche Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi. «Alla luce della catena di falsi che sta emergendo, stiamo prendendo in considerazione un'azione legale nei confronti del Comune di Roma e valutiamo un'azione riscarcitoria nei confronti dello Stato».

«MEDICI E CARABINIERI CONFIDANO IN UNA PERIZIA BASATA SU UN PROCESSO SBAGLIATO»

«Il primo processo, quello sui medici, sarebbe terminato con la prescrizione, ma» - ha spiegato Anselmo - «rimane in piedi solo per l'ormai unica parte civile, che è il Comune di Roma. Di fatto tutto ciò sta aiutando medici e carabinieri, i quali sperano di usufruire di una perizia che si basa su un processo sbagliato e sulle deposizioni di carabinieri che oggi sono imputati e coinvolti nell'inchiesta bis».

28 Febbraio Feb 2019 1704 28 febbraio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso