Boeing 737 Max 8 Compagnie Aeree

Quali Paesi e quali compagnie hanno bandito il Boeing 737 Max 8

Dopo la tragedia dell'Ethiopian Airlines, l'Agenzia per la sicurezza del trasporto aereo dell'Ue ha sospeso tutti i voli del modello. Per l'Italia stop dalle 21 di martedì. Il punto sui divieti. 

  • ...

Dopo l'incidente dell'Ethiopian Airlines in cui sono morte 157 persone, tra cui otto italiani, le authority sul trasporto aereo, soprattutto in Asia ed Europa, esprimono dubbi sul modello Boeing 737 Max 8, protagonista di due disastri aerei nel giro di cinque mesi.

Si moltiplicano le compagnie e i Paesi che hanno temporaneamente posto restrizioni a questo modello di aereo. Dopo il disastro aereo della Ethiopian Airlines, il Regno Unito ha annunciato di aver bandito tutti i voli nel suo spazio aereo dei Boeing 737 Max 8. Lo ha annunciato la Civil Aviation Authority (CAA) britannica, ricordando che lo stesso hanno già fatto le autorità di Australia, Singapore, Cina, Indonesia e Malaysia. Intanto sono arrivati gli stop anche di Germania, Francia, Olanda, Italia.

L'EASA SOSPENDE TUTTI I VOLI

L'Agenzia per la sicurezza del trasporto aereo dell'Unione europea (Easa) ha sospeso tutti i voli del Boeing 737-8 Max e 737-9 Max in Europa a partire dalle 19, come misura precauzionale. «L'inchiesta sull'incidente avvenuto domenica è condotta dalle autorità etiopiche, col supporto del National Transportation Safety Board, poiché l'aeromobile è stato progettato e costruito negli Stati Uniti. E l'Easa ha offerto la propria assistenza a sostegno dell'indagine», si evidenzia nella nota. L'Agenzia europea «analizza costantemente i dati. L'inchiesta sull'incidente è in corso ed è troppo presto per trarre conclusioni sulle cause».

ITALIA: LO STOP DELL'ENAC DALLE 21 DEL 12 MARZO

Anche l'Italia ha deciso lo stop operativo: l'Enac, secondo quanto si apprende, ha disposto lo stop operativo dei B737 dalle 21 di martedì 12 marzo. «Dalle 21:00 di oggi, 12 marzo 2019, visto il perdurare della mancanza di informazioni certe in merito alla dinamica dell'incidente della Ethiopian Airlines avvenuto domenica 10 marzo e che ha coinvolto un velivolo Boeing 737 Max 8 e del precedente incidente di ottobre in Indonesia, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, per motivi precauzionali, ha disposto la chiusura dello spazio aereo italiano a tutti i voli commerciali operati con aeromobili di questo tipo», si legge nella nota dell'Enac. «In accordo con quanto in corso in Europa, gli aeromobili di questo modello non possono più operare da e per gli aeroporti nazionali fino a nuove comunicazioni", precisa l'Enac, ricordando che tutti i velivoli Boeing, e quindi anche i Boeing 737 Max 8, sono certificati dalla FAA - Federal Aviation Administration, Ente americano per l'aviazione civile. Le certificazioni degli aeromobili che operano nelle flotte europee sono convalidate dall'EASA. L'Enac continuerà a seguire l'evolversi della situazione in contatto con l'Agenzia europea per la sicurezza aerea. L'Ente, inoltre, prosegue la nota, invita le compagnie aeree operative da e per gli aeroporti nazionali e che utilizzano tali velivoli, a riprogrammare i voli cercando di ridurre al minimo i disservizi per i passeggeri, fornendo tutte le informazioni necessarie nel rispetto dei regolamenti comunitari di riferimento».

L'ELENCO DELLE COMPAGNIE CHE HANNO BANDITO IL BOEING 737 MAX 8

L'Autorità dell'aviazione civile di Singapore ha vietato a tutti gli aerei Boeing 737 Max 8 di entrare e uscire dal Paese. Lo stop, precisa l'Autorità, ha inizio il 12 marzo e sarà passibile di revisione quando saranno disponibili le informazioni sulla sicurezza di questi aeromobili.

L'Australia ha sospeso tutti voli dell'aereo Boeing 737 Max 8.

La compagnia aerea low cost sudcoreana Eastar Jet ha deciso di sospendere i suoi voli del Boeing 737 Max 8. La società, che ha ricevuto un team di quattro tecnici della Divisione aeronavigabilità del ministero dei Trasporti di Seul, ha preso la decisione su base volontaria, pur non avendo riscontrato alcun problema, ma allo scopo di andare incontro a timori della clientela. L'uso ripartirà non appena le autorità sulla sicurezza aerea nazionale avranno completato la revisione tecnica sul modello della Boeing che dovrebbe essere pronta a fine settimana.

La compagnia Aerolineas Argentinas ha disposto un «riposo obbligato» per i suoi cinque Boeing 737 Max 8. In un comunicato la compagnia ha precisato che «il fermo degli aerei permetterà una loro ispezione e successivamente, secondo quanto comunicherà il costruttore Boeing, si deciderà se torneranno a volare».

Anche la compagnia aerea brasiliana Gol ha annunciato la sospensione dei suoi voli con aerei del modello Boeing 737 Max 8. La compagnia ha spiegato che «la sicurezza è il valore numero uno per la Gol, che orienta in modo assoluto tutte le iniziative dell'azienda», per cui dalle 20 di lunedì (mezzanotte in Italia) si sospendono tutte le operazioni commerciali dei suoi aerei 737 Max 8. La Gol ha precisato che la sua flotta aerea è composta da 121 aerei Boeing, dei quali solo 7 sono del modello 737 Max 8, sottolineando che da quando sono operativi questi velivoli «hanno già portato a termine 2.933 voli, per un totale di 12.700 ore di volo, in totale efficienza e sicurezza».

La Lion Air, la più grande compagnia aerea privata indonesiana, ha sospeso tutti i voli dei suoi 10 velivoli Boeing 737 Max 8. La decisione, riporta il portale di notizie indonesiano Tempo.co, segue il divieto temporaneo imposto dal ministero dei Trasporti del Paese di utilizzare questi aerei alla luce del disastro della Ethiopian Airlines che ha coinvolto lo stesso modello del costruttore americano. La stessa Lion Air era proprietaria del Boeing 737 Max 8 precipitato pochi minuti dopo il decollo il 29 ottobre scorso nel Mare di Java, causando la morte delle 189 persone a bordo. Il ministro dei Trasporti dell'Indonesia ha stabilito che i velivoli Boeing 737 Max 8 vengano lasciati a terra da martedì 12 marzo quando inizieranno le ispezioni, e potranno tornare in servizio solo dopo la certificazione degli ispettori di volo.

L'autorità per l'aviazione civile della Malaysia ha annunciato che sospenderà i voli degli aerei Boeing 737 Max 8 da e per il Paese, con effetto immediato. Lo ha comunicato la stessa authority con un tweet.

La compagnia aerea anglo-tedesca Tuifly ha annunciato che lascerà a terra i suoi 15 Boeing 737 MAX 8. Lo annunciano vari media on-line del Belgio. Tra gli apparecchi che non voleranno, anche quattro in dotazione alla flotta della compagnia in Belgio.

Anche la Serbia ha vietato il decollo, l'atterraggio e il sorvolo sul suo territorio agli aerei Boeing 737-8 Max e 737-9 Max. Lo ha reso noto in serata la Direzione per l'aviazione civile a Belgrado.

Il 13 marzo il ministro dei trasporti canadesi ha annunciato che anche il Canada ha deciso di lasciare a terra i Boeing 737 Max e chiude loro il suo spazio aereo. Con la decisione di Ottawa, gli Stati Uniti restano più isolati e sotto pressione: sono infatti uno fra i pochi paesi a consentire ai 737 Max di continuare a volare.

WARREN E ROMNEY CHIEDONO LO STOP ALLA FEDERAL AVIATION

Alcuni senatori democratici, tra cui Elizabeth Warren, candidata alle presidenziali, hanno chiesto che la Federal Aviation Administration americana segua l'esempio delle autorità di altri Paesi e fermi temporaneamente i voli del Boeing 737 Max dopo la tragedia in Etiopia. Un appello condiviso da Dianne Feinstein e Richard Blumenthal, ma anche dal collega repubblicano Mitt Romney. Anche se non conosciamo le cause di questi incidenti, sono sati sollevati interrogativi se questi aerei sono stati messi in servizio senza un ulteriore addestramento dei piloti per risparmiare soldi», ha commentato la Warren. La Cnn ha riferito che Donald Trump ha parlato con il ceo di Boeing Dennis Muilenburg, dopo l'incidente aereo del 737 Max in Etiopia.

Aggiornato il 13 marzo 2019 12 Marzo Mar 2019 1425 12 marzo 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso