Maturità 2019 Simulazioni Prima Prova

Le simulazioni della prima prova dell'esame di maturità 2019

Per lo scritto di italiano Montale e Pirandello. Ma anche domotica, Made in Italy e un testo sulla nostalgia di Eugenio Borgna, psichiatra e docente.

  • ...

Al via dal 26 marzo le nuove simulazioni della prima prova scritta di italiano in vista degli esami di maturità 2019, che gli studenti dell'ultimo anno delle scuole superiori dovranno sostenere a giugno. Le simulazioni sono disponibili sul sito web del Miur.

Il 2 aprile è prevista invece la pubblicazione dei nuovi esempi di tracce per la seconda prova scritta. Le simulazioni fanno parte di un pacchetto di azioni voluto dal ministro dell'Istruzione Marco Bussetti per accompagnare scuole, studenti e docenti verso il nuovo esame di Stato riformato.

L'AGAVE SULLO SCOGLIO E IL FU MATTIA PASCAL

I testi proposti agli studenti per la prima prova scritta sono improntati all'attualità e prendono spunto da autori moderni. Si parte con l'analisi e l'interpretazione de L'agave sullo scoglio, dalla raccolta Ossi di seppia di Eugenio Montale del 1925 (sezione "Meriggi e Ombre") e dalla comprensione e analisi di un capitolo di Il Fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello, per chi sceglie la prima tipologia di prova scritta, la cosiddetta prova A.

MADE IN ITALY E DOMOTICA

La produzione di un testo argomentativo prendendo spunto da Il marketing del Made in Italy di Selena Pellegrini è invece a disposizione di chi sceglie la tipologia di prova di tipo B. Sempre per i maturandi che preferiscono cimentarsi nella stesura di un testo argomentativo, il Miur ha messo a disposizione altri due testi: un articolo di Guido Castellano e Marco Morello, Vita domotica. Basta la parola, del 14 novembre 2018; e L'eredità del 4 novembre. Cosa resta all'Italia un secolo dopo la vittoria, di Paolo Rumuzi, pubblicato anch'esso a novembre 2018.

VIAGGIO E NOSTALGIA

Infine per chi sceglie la tipologia C, ovvero la riflessione critica a carattere espositivo-argomentativo, si può scegliere tra una citazione tratta da un articolo dello scrittore e giornalista Tim Parks, che presenta una riflessione sui temi del racconto e del viaggio, e un testo sulla nostalgia di Eugenio Borgna, psichiatra e docente.

26 Marzo Mar 2019 0931 26 marzo 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso