Circoncisione In Italia Statistiche

Quante sono le circoncisioni clandestine in Italia ogni anno

Circa 5 mila interventi rituali, di cui almeno il 35% fai da te e irregolari. La procedura gratuita solo in Toscana, altrove costi alti.

  • ...

Almeno 5 mila circoncisioni rituali eseguite in Italia ogni anno, di cui il 35%, ma alcuni dicono fino alla metà, fatte clandestinamente, a cui si aggiungono altri migliaia di interventi eseguiti nei Paesi d'origine. Le stime, per quanto parziali, del fenomeno che ha portato anche alla morte di un bambino a Genova parlano di una emergenza, che ora da più parti si chiede alle istituzioni, a cominciare dal ministero della Salute, di arginare. Quest'anno è già il secondo caso, sottolinea Mustafa Qaddurah, pediatra e dirigente del Centro Islamico di Roma, che si aggiunge a quello dello scorso dicembre a Monterotondo, in provincia di Roma.

CIRCONCISIONE RELIGIOSA GRATUITA SOLO IN TOSCANA

«Pian piano il fenomeno sta venendo allo scoperto, anche per la maggiore conoscenza da parte dei medici e delle autorità», spiega, «ma c'è comunque una grande percentuale che non emerge. Ai bambini che muoiono si aggiungono quelli, e sono centinaia ogni anno, che arrivano al pronto soccorso con malformazioni o infezioni e spesso danni permanenti». In Italia è possibile fare la circoncisione religiosa gratuitamente solo in Toscana, sottolinea uno studio della Società Italiana di Pediatria. «Solo la Toscana, attraverso una legge regionale, garantisce gratuitamente la procedura», spiega Simona La Placa, responsabile del gruppo di lavoro per il bambino migrante della Sip, «in altri casi c'è un ticket che va da 250 a 1.500 euro, quindi spesso superiore alle possibilità di una famiglia disagiata, ma la grande maggioranza delle regioni non dà alcun tipo di accesso alla procedura in strutture pubbliche. In questi casi si accede quindi attraverso la libera professione, a cifre ancora superiori. L'intervento è relativamente semplice, dura circa un'ora, ma se fatto senza le adeguate condizioni igieniche può diventare molto pericoloso».

PROLIFERANO I CIARLATANI

In queste condizioni proliferano quindi i ciarlatani che chiedono poche decine di euro. «La situazione sta diventando drammatica», interviene il presidente della Fnomceo, la Federazione degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, «l'unica soluzione possibile è dare a tutte le famiglie presenti in Italia la possibilità di effettuare questo vero e proprio intervento chirurgico in ambiente sterile e per mano di personale qualificato, chirurghi e anestesisti pediatrici, a carico del Servizio sanitario nazionale, pagando un ticket».

3 Aprile Apr 2019 2041 03 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso