Inchiesta Sanità Umbria Catiuscia Marini Perquisita

L'inchiesta sulla Sanità in Umbria che coinvolge la presidente Marini

Si ipotizzano i reati di abuso d'ufficio e falso per presunte irregolarità in una decina di concorsi. Ai domiciliari il segretario regionale del Pd e l'assessore alla Salute. Indagata la governatrice.

  • ...

La Guardia di Finanza sta eseguendo dei decreti di perquisizione nei confronti della presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini (Partito democratico), del segretario regionale del Pd ed ex sottosegretario agli Interni durante il governo Renzi Gianpiero Bocci, che si è autosospeso; e dell'assessore regionale alla Salute Luca Barberini. Per Bocci e Barberini sono scattati anche gli arresti domiciliari. La governatrice risulta indagata.

PRESUNTE IRREGOLARITÀ NELLE ASSUNZIONI

L'inchiesta aperta dalla procura di Perugia riguarda una decina di concorsi per l'assunzione di una trentina tra medici, infermieri e personale ausiliario all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. I politici coinvolti, secondo l'accusa, avrebbero segnalato le persone da assumere ai vertici dell'Azienda ospedaliera. I candidati individuati sarebbero stati quindi messi nelle condizioni di vincere i concorsi. Ai domiciliari sono finiti anche il direttore generale dell'Azienda ospedaliera, Emilio Duca, e il direttore amministrativo. Nell'indagine sarebbero coinvolti altri sei dirigenti dell'ospedale. L'inchiesta, seguita direttamente dal procuratore Luigi De Ficchy, ipotizza a vario titolo i reati di abuso d'ufficio, rivelazione del segreto d'ufficio, favoreggiamento e falso. Le Fiamme Gialle, oltre che le abitazioni e gli uffici dei destinatari dei decreti, stanno perquisendo anche la sede dell'assessorato alla Sanità.

MARINI SI DICE TOTALMENTE ESTRANEA AI FATTI CONTESTATI

La governatrice Marini ha espresso fiducia nell'operato della magistratura: «Mi è stata notificata dalla procura di Perugia una richiesta di acquisizione di atti nell'ambito di un'indagine preliminare relativa a procedure concorsuali in capo a un'Azienda sanitaria umbra. Ho offerto la mia massima collaborazione personale e istituzionale all'attività dei rappresentanti dell'autorità giudiziaria. Sono assolutamente tranquilla e fiduciosa nell'operato della magistratura, nella certezza della mia totale estraneità ai fatti e ai reati oggetto di indagine».

SALVINI CHIEDE LE ELEZIONI ANTICIPATE

Subito dopo la bufera, Il leader della Lega e ministro dell'Interno Matteo Salvini ha chiesto le elezioni anticipate in Umbria: «Senza entrare nel merito degli ultimi arresti, i cittadini dell'Umbria sono malgovernati da troppo tempo. Elezioni regionali subito».

ZINGARETTI NOMINA VERINI COMMISSARIO IN UMBRIA

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti, dopo l'autosospensione di Bocci, ha deciso di commissariare immediatamente il partito in Umbria. Per il ruolo di commissario è stato sceto l'onorevole Walter Verini, presidente dei dem nella regione.

12 Aprile Apr 2019 1726 12 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso