Lupi Solitari In Italia

Il caso dei due presunti lupi solitari fermati in Italia

Un palermitano e un marocchino sono accusati di autoaddestramento per commettere atti terroristici. Secondo i pm, volevano unirsi all'Isis.

  • ...

La procura di Palermo ha disposto il fermo di due presunti "lupi solitari", accusati di istigazione a commettere reati di terrorismo e autoaddestramento per commettere atti terroristici.

Si tratta di un palermitano, Giuseppe Frittitta, 25 anni, alias "Yusuf il siciliano", residente in Lombardia, e di un marocchino di 18 anni, Ossama Gafhir, che vive a Novara. Stando all'accusa, Frittitta, convertito all'Islam, e Ghafir, definito fondamentalista islamico, progettavano di andare a combattere con l'esercito dell'Isis in Siria e Turchia. Secondo i pm, i due si sono addestrati per mesi per compiere "atti terroristici" e di sabotaggio.

L'ATTIVITÀ DI PROPAGANDA SUI SOCIAL

Secondo i pm, il palermitano e il marocchino acquisivano materiale video con istruzioni per la partecipazione ai combattimenti, studiavano tecniche di guerriglia e scaricavano notizie sulle azioni kamikaze. Entrambi praticavano il soft air, la simulazione di azioni militari, per imparare l'uso delle armi e per allenarsi fisicamente. Frittitta e Ghafir si sarebbero conosciuti su internet. Il giovane marocchino avrebbe spinto Frittitta alla "radicalizzazione". Il palermitano vive ora a Brescia dove fa l'autotrasportatore. Gli inquirenti hanno monitorato la sua intensa attività di propaganda sui social.

I RAPPORTI TRA IL 25ENNE PALERMITANO E UNA JIHADISTA USA

Frittitta ha anche avuto per alcuni mesi rapporti, tramite il web, con una jihadista americana che vive negli Usa e che gli forniva indicazioni riservate sulle zone teatro delle battaglie dell'Isis. Gli inquirenti stanno cercando di identificarla. Nei giorni scorsi, l'uomo, che si fa chiamare Yusuf, si è sposato a Brescia con una cittadina marocchina. L'inchiesta che ha portato ai fermi è stata coordinata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, dall'aggiunto Marzia Sabella e dal pm Gery Ferrara.

17 Aprile Apr 2019 0736 17 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso