Michelle Ferrari 121121112949
PROVINI IN CORSO
21 Novembre Nov 2012 1125 21 novembre 2012

Il reality si fa hard

Xxx Fucktory, un talent per cercare attori.

  • ...

Aaa attore hard cercasi. Non un professionista ma una persona qualunque purché sia di bella presenza, abbia doti innate a sappia 'interpretare' la sua parte con passione e trasporto anche davanti alle telecamere e al team di lavoro.
UN REALITY PER ENTRARE NELL'HARD. Queste sono le caratteristiche richieste ai partecipanti di Xxx Fucktory, il primo reality per entrare nel mondo del porno. L'dea è di Michelle Ferrari, attrice hard spezzina, in collaborazione con la sexy star Giada De Vinci e il regista Steve Morelli. Gli aspiranti attori possono presentare la propria candidatura attraverso il sito di Michelle Ferrari: chi supera il primo step, dovrà poi dimostrare di essere in grado di 'reggere' una performance davanti alle telecamere.
POCHI SUPERANO LA SELEZIONE. «Sono alla terza tappa del mio tour per l'Italia», ha raccontato l'attrice, nonché sosia di Michelle Hunziker, «e ho conosciuto una decina di aspiranti attori. Solo uno se l'è cavata bene dall'inizio alla fine. Gli altri hanno sofferto di ansia da prestazione. Non è facile per chi non è abituato sopportare la pressione dei riflettori e delle camere. Per la donna è più semplice». E poi, è necessario essere convinti della propria scelta perché, ha ironizzato Michelle, «per partecipare a Xxx Fucktory bisogna metterci la faccia». Chi patecipa alle selezioni, infatti, può scegliere di comparire nei titoli con uno pseudonimo, ma non può nascondere il viso con maschere.
ORGOGLIO SEXY. Michelle è conscia dei rischi che corre con questa sua scelta: «Così perdo una buona fetta di possibili concorrenti, ma preferisco che chi intenda partecipare sia convinto di quello che fa al punto da non nascondersi», ha chiarito Ferrari. Il film, le cui riprese dovrebbero iniziare nel 2013, trae ispirazione dal romanzo erotico scritto dalla madre dell'attrice. Il tiolo provvisorio è Ho trovato il punto G nel cuore, anche se, ha ironizzato Michelle, «noi lo troveremo da un'altra parte». Il progetto è «un'autoproduzione. I video dei casting saranno pubblicati online sul mio sito e resi accessibili a pagamento. Con i proventi della vendita, affronteremo i costi di realizzazione del film».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso