CULTURA
16 Novembre Nov 2013 1500 16 novembre 2013

Il calcio svelato da Ancelotti

Libri: l'allenatore del Real si racconta.

  • ...

Il conflitto genitori-figli 2.0 secondo Michele Serra, l'ultimo romanzo storico di Ildefonso Falcones, un prezioso manuale di tattica calcistica firmato da Carlo Ancelotti.
Il weekend del 16 e 17 novembre è fatto per ridere, rilassarsi, imparare. Ecco i libri segnalati da Lettera43.it.

Falcones, un altro tuffo nella storia di Spagna

Dopo i servi della gleba della Cattedrale del mare e i musulmani de La mano di Fatima, Ildefonso Falcones racconta i gitani andalusi. Dalla Barcellona medioevale del primo libro, all'età moderna di Siviglia, l'avvocato catalano con il vizio del bestseller torna con un altro romanzo storico lungo e appassionante, ricco di dettagli e personaggi interessanti.
Un ruolo centrale, ancora, è rivestito dalle figure femminili. Come quelle di Caridad, una schiava liberata, e di Milagros, una giovana gitana ballerina di flamenco. Tra le due nasce una grande amicizia, nelle due comincia a germogliare l'amore. Quello di Milagros per Pedro Garcìa, un sentimento impossibile per via dei contrasti tra le due famiglie, e quello che piano piano Caridad scopre di nutrire per il nonno dell'amica.
Ma quando i gitani verranno banditi dal reame, le strade delle due ragazze si separeranno, per tornare a incrociarsi a Madrid, in una Spagna che sta cambiando volto.
Ildefonso Falcones, La principessa scalza, Longanesi, 704 pagine, 19,90 euro.

Gli adolescenti sdraiati di Michele Serra

Figli che crescono, attraversano l'adolescenza e, inevitabilmente, si allontanano dai genitori. Michele Serra, con Gli sdraiati, racconta il più naturale dei conflitti generazionali, e spiega dove nascono le incomprensioni. Perché il mondo dei ragazzi, di quegli esseri umani che non sono più bambini, ma nemmeno ancora adulti, non è di semplice lettura. Hanno esigenze, pensieri, e bioritmi completamente diversi, e quelli di oggi non sono uguali a quelli di ieri. Dormono di giorno e vivono la notte. E vedono il mondo in posizione orizzontale.
Serra non si schiera né da una parte né dall'altra, ne ha per i genitori come per i figli. Descrive semplicemente tutto ciò che appartiene a una fase della vita difficile per entrambi: per coloro che devono crescere dei figli, e per quelli che li cresceranno.
I sensi di colpa, i goffi tentativi di riavvicinamento, la sensazione di impotenza e la paura di vedersi sfuggire un figlio.
Un romanzo comico profondo come un saggio. Un libro che si presta a diversi livelli di lettura. Interessante per i grandi, ma anche per i più giovani.
Michele Serra, Gli sdraiati, Feltrinelli, 108 pagine, 12 euro.

Antologia di un ex bandito

Memorie di un brigante in versi. Sante Notarnicola, bandito che negli Anni 60 rapinava banche, è libero dal 2000, ha una nuova vita e un locale a Bologna. Ma le esperienze del passato l'hanno segnato, e ritornano, con le idee politiche e l'impegno civile, nelle sue poesie.
Odradek edizione le ha raccolte in un'antologia, L'anima e il muro, che rappresenta la summa del pensiero di un grande ribelle. Sì, perché entrato a contatto con i prigionieri politici, Notarnicola ha cominciato a coltivare ideali, diventando un leader del movimento antagonista, tanto da essere inserito al primo posto nella lista dei detenuti da liberare fornita dalle Brigate rosse come riscatto per il sequestro di Aldo Moro.
Un libro che, attraverso le poesie, racconta la storia di un uomo e di un Paese che non è mai stato unito fino in fondo.
Versi di lotta, speranza, rivoluzione, rabbia. Quella di chi vive la vita in cella e non sa quando potrà rivedere il sole.
Sante Notarnicola, L'anima e il muro, Odradek edizioni, 192 pagine, 18 euro.

Giovanni Storti, una vita di corsa

I baffi che si vedono arrivare da lontano, a passo di corsa, sono quelli di Giovanni Storti. Accanto a lui però non ci sono Giacomo e Aldo, amici e colleghi di una vita, ma Franz Rossi. I piedi non pestano le assi di un palco, ma l'asfalto di una città. E lo fanno rapidamente, un passo dopo l'altro.
Protagonista del libro, infatti, non è la comicità, ma l'altra grande passione di Giovanni: la corsa. E per raccontarla ha scelto il suo compagno di allenamenti e gare.
Un amore nato da bambino, quando andava veloce per scappare alle ciabatte della madre che lo inseguiva per fargli pagare l'ultima marachella, e riscoperto da adulto, non tanto per mantenere la forma fisica, quanto perché correre è semplicemente bello.
Così Giovanni guida il lettore attraverso i suoi percorsi preferiti e le sfide più emozionanti. Gli fa scoprire una Milano che troppo spesso si guarda di fretta, da dietro il parabrezza della macchina od oltre le spalle della gente sul tram. La Milano dei Navigli, di parco Sempione, di San Siro. Una città che corre, ma si gode ogni passo, senza l'affanno di raggiungere l'ufficio per timbrare il cartellino in orario. Così diversa da ogni luogo comune che la riguarda. Prefazione di Giacomo Poretti.
Giovanni Storti e Franz Rossi, Corro perché mia mamma mi picchia, Mondadori, 201 pagine, 16,50 euro.

Buon compleanno Doctor Who

In occasione del 50esimo anniversario della serie tivù inglese di fantascienza Doctor Who, Mondadori pubblica una storia inedita del Dottore, mai portata sullo schermo né tradotta in italiano. L'autore è Douglas Adams, lo stesso del romanzo di culto Guida galattica per gli autostoppisti.
Racconta del professor Chronotis, vecchio amico del Dottore, che si è ritirato all'università di Cambridge, dove nessuno si accorge che è in realtà un Signore del tempo, un alieno vecchio di secoli. Ma, trasferendosi sulla Terra dal pianeta Gallifrey, ha portato con sé un potente codice, che non deve finire nelle mani sbagliate. Peccato che il perfido Skagra se ne voglia appropriare. Il professor Chronotis richiede allora adesso l'aiuto del Dottore...
Shada era il finale della quarta stagione di Doctor Who, mai andato in onda per uno sciopero alla Bbc. Adams non aveva voluto una novelization dell'episodio che aveva scritto, ma i suoi eredi hanno dato il via libera, e lo sceneggiatore Gareth Roberts ha preso in mano e ampliato il materiale originale.
Douglas Adams, Gareth Roberts, Doctor Who. Shada, Mondadori, 365 pagine, 14 euro.

A lezione di calcio da Ancelotti

Dalla Reggiana al Real Madrid, in neanche 20 anni Carlo Ancelotti ha vissuto una carriera costantemente in ascesa. Tra trionfi e delusioni, ma sempre all'altezza della situazione. Il mio albero di Natale non è una semplice biografia, ma una sorta di manuale, un testamento tattico di un allenatore tra i migliori al mondo, con ancora tanti anni di lavoro davanti e qualche trofeo importante alle spalle.
Due Champions league, uno scudetto e un Mondiale per club con il Milan, un campionato di Premier league con il Chelsea, uno di Ligue 1 con il Paris Saint-Germain. Ha vinto in tre nazioni diverse, ora spera di farlo nella quarta, anche se prima di ogni altro desiderio mette la Champions league.
Al centro delle lezioni di Ancelotti, l'albero di Natale, lo schema con due trequartisti e una sola punta che ha reso di nuovo grande il Milan pur non piacendo al presidente Silvio Berlusconi. E poi le partite più importanti di una vita: il derby con l’Inter in semifinale di Champions league, la finale di Manchester con la Juventus, quella di Atene contro il Liverpool. Ma anche le sconfitte più cocenti, come quella di Istanbul, sempre contro i Reds, e lo scudetto perso sulla panchina della Juventus, all'ultima giornata, nel pantano di Perugia. Perché è da quel giorno che Ancelotti è diventato grande.
Carlo Ancelotti, Il mio albero di Natale, Rizzoli, 14 euro.

Guida agli straordinari gentlemen

La lega degli straordinari gentlemen è una delle serie a fumetti di maggior successo creata da Alan Moore. È un mix steampunk dei più grandi romanzi vittoriani, con personaggi come il capitano Nemo e Allan Quatermain delle Miniere di re Salomone.
Il Black Dossier ne è una sorta di vademecum, e svela i retroscena della saga. Bao Publishing, il primo editore al mondo a tradurlo dall'inglese, lo pubblica in un volume con tre tipi diversi di carta, una sezione in 3D e un paio di appositi occhialini per la lettura tridimensionale.
Siamo nel 1958, e l'Inghilterra, finalmente libera dal totalitarismo di Socing, è in guerra contro la Germania di Herr Hynkel. Per questo, il «gruppo Murray», che la proteggeva sessant'anni prima, deve essere messo a tacere: troppi segreti che non devono essere rivelati. Quegli agenti devono recuperare il «black dossier» dalla sede del MI5. E poi sparire nel nulla, prima che i servizi di spionaggio li raggiungano...
Alan Moore e Kevin O'Neil, La lega degli straordinari gentlemen. Black dossier, Bao Publishing, 192 pagine, 21 euro.

Proietti, una vita sul palcoscenico

Quando ha iniziato non aveva la più pallida idea di chi fossero Ibsen, Shakespeare e Brecht. Si era iscritto a un corso di teatro per gioco, lui che calcava i palchi dei night club romani dove suonava e cantava con gli amici. Quello che non sapeva, era di avere un talento che andava oltre la sua voce «ritmico-melodica-moderna».
Gigi Proietti, uno degli attori teatrali di maggior successo in Italia, racconta il percorso che l'ha portato davanti alle platee di tutto il Paese. Da A me gli occhi, please agli altri one-mah-show scritti con Roberto Lerici.
Completo, capace di far ridere e piangere, come ogni buon attore dovrebbe essere. In teatro, come al cinema o in tivù. Sempre senza rinunciare mai al proprio alto tasso di romanità, a quella città che non ha mai smesso di raccontare e che compare inevitabilmente tra i protagonisti principali del suo libro.
Tutto sommato è la biografia di un artista a tutto tondo. Di un ragazzo che si è fatto uomo e ha scoperto che i sogni possono cambiare, ma non pre questo diventano meno belli.
Gigi Proietti, Tutto sommato, Rizzoli, 248 pagine, 19,50 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso