Segreti Brokeback Mountain Pitt Dicaprio Damon
Cultura e Spettacolo
19 Luglio Lug 2018 1527 19 luglio 2018

Brokeback Mountain e quel rifiuto delle star di Hollywood

Il film  del 2005 premiato con tre Oscar poteva esssere diretto da Gus Van Sant. Che rinuciò dopo i no di Brad Pitt, Leonardo Di Caprio e Matt Damon a vestire i panni dei due protagonisti. 

  • ...

Tre premi Oscar e un Leone d'Oro non bastano forse a stabilire il segno lasciato nella cinematografia contemporanea da I segreti di Brokeback Mountain. Eppure , la pellicola del 2005 che racconta la drammatica passione amorosa tra due cowboy del Wyoming, avrebbe potuto avere uno sviluppo diverso. Si scopre soltanto oggi infatti che Gus Van Sant, inizialmente indicato come possibile regista del film, prima che la scelta cadesse su Ang Lee, abbandonò il progetto dopo la serie di rifiuti di star hollywoodiane a vestire i panni dei protagonisti, indossati poi da Heath Ledger e Jake Gyllenhaal.

UN RIFIUTO DOPO L'ALTRO

Van Sant ha infatti rivelato soltanto oggi di essere sentito dire no da Brad Pitt, Matt Damon e Leonardo Di Caprio. «Nessuno voleva girarlo», ha raccontato Van Sant al sito statunitense IndieWire. «Stavo lavorando al progetto e pensavo ci fosse bisogno di un cast davvero forte. Non stava funzionando. Ho chiesto ai 'soliti sospetti': Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Matt Damon, Ryan Phillippe. Hanno tutti detto di no». Parole confermate da Diana Ossana, produttrice e co-sceneggiatrice (insieme a Larry McMurtry) del film, che ha ribadito come tutte le star sopra citate abbiano rifiutato di partecipare alla pellicola.

LA RINUNCIA DEL REGISTA STATUNITENSE

A causa delle difficoltà nel trovare i protagonisti, Gus Van Sant abbandonò a malincuore la pellicola: «Quello che avrei potuto fare, e probabilmente avrei dovuto fare, era scegliere degli attori meno conosciuti, non preoccuparmi dell'identità dei protagonisti. Non ero pronto. Non so bene perché».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso