governo-conte-ministri-social-salvini-di-maio-classifica
30 Luglio Lug 2018 1400 30 luglio 2018

Ministri sui social: la classifica della web reputation

Salvini è il più amato, seguito dal premier Conte e Bongiorno. Di Maio solo quinto. Male Fraccaro, Bonisoli e Bussetti. La classifica di Reputation Manager per Lettera43.it

  • ...

Quale è la reputazione online dei ministri del governo Conte? La società Reputation Manager ha analizzato per Lettera43.it i commenti online all’interno di blog, forum, testate giornalistiche e social network dal momento della loro elezione a oggi per capire cosa pensa il web dei nuovi rappresentanti del popolo italiano. La classifica, si legge nel comunicato, «prende in esame i canali del web 1.0 (news e menzioni), quelli sul web 2.0 (blog, social network) e l’evoluzione storica, calcolando per ogni contenuto l’apporto reputazionale in termini sia quantitativi (volumi) che qualitativi (valori). Il periodo di analisi si riferisce a fine maggio-luglio 2018».

La classifica della reputazione social dei ministri stilata da Reputation Manager.

1. SALVINI "CAPITANO" DELLA RETE

A dominare la classifica è Matteo Salvini, vicepremier e ministro degli Interni, con un punteggio reputazionale pari a 83. È il segretario della Lega - o Capitano come viene chiamato dai fedelissimi - il più commentato online e conquista i connazionali con il 64,5% di positività. La sua popolarità si costruisce soprattutto all’interno dei social network, dove la percentuale di commenti positivi sale addirittura all’83% (il doppio rispetto alle testate giornalistiche, dove è apprezzato nel 43% dei commenti). La sua pagina Facebook è seguita da ben 2.927.657 persone, un’audience poco più ampia rispetto a quella dei principali quotidiani nazionali come il Corriere della Sera o il Sole 24 Ore. Solo l’8% degli utenti non approva la sua condotta politica. Il 27,5% dei commenti è neutro.

Matteo Salvini.

ANSA

Solo tra fine maggio e inizio luglio ha ricevuto sul suo profilo Facebook ben 439.397 post e commenti da parte dei suoi fan, un numero 4 volte superiore rispetto ai commenti pubblicati nello stesso periodo sulla fan page di Luigi Di Maio (97.998) e addirittura 40 volte più alto rispetto ai commenti pubblicati dai fan sul profilo di Giuseppe Conte (10.923).

2. IL PROFESSORE CONTE INSEGUE

Al secondo posto del podio online troviamo il presidente del Consiglio Giuseppe Conte con un punteggio di 49,3. Il presidente del Consiglio è decisamente molto apprezzato dagli utenti del web, raccoglie infatti un 48,8% di commenti positivi, nonostante lo scandalo del curriculum che lo aveva visto coinvolto subito prima della sua elezione. Un buon numero di internauti, infatti, apprezza la sua eleganza, la sua "bellezza" e la sua, a detta di molti, impeccabile pronuncia inglese.

Giuseppe Conte.

ANSA

Ma a essere particolarmente apprezzato è il suo “essere social” e condividere costantemente i momenti istituzionali che lo vedono protagonista, a differenza delle personalità che lo hanno preceduto. Molti infatti sono i commenti come: «Mai visto un presidente che si prendesse la briga di informare noi cittadini di quello che succede, in tempo reale, in ambito nazionale e internazionale. Grazie di cuore e avanti tutta!» o «Presidente grazie di cuore per aver trovato il tempo e le parole di spiegare al suo Paese cosa sta succedendo». Evidentemente gli italiani hanno la memoria corta visto che pure Matteo Renzi da premier era stato più che attivo sui social. Tant'è. Il 14,6% di negatività accumulata da Conte è dovuto in particolar modo alla linea dura adottata di fronte al problema dell’immigrazione. Il 36,6% dei commenti si attesta invece sul neutro.

3. BONGIORNO TRA ODI ET AMO

Al terzo posto si trova Giulia Bongiorno, ministra della Pubblica amministrazione, che ottiene un punteggio di 28,8. La famosa avvocatessa è però un personaggio che divide il web: registra infatti il 21,3% di positività contro il 16,7% di negatività (a fronte di un 62% di commenti neutri).

Giulia Bongiorno.

Una polarizzazione dovuta soprattutto alla sua battaglia contro i furbetti del cartellino che dividono la platea di internet. C'è infatti chi si chiede: «Giulia Bongiorno è una ministra o uno sceriffo?» e chi invece appoggia la sua crociata anche perché a loro dire si distingue dall'immobilità del suo predecessore, la dem Marianna Madia. ​

4. CENTINAIO, IL LEGHISTA PER IL MADE IN ITALY

Il leghista Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche agricole, con 28 punti si classifica quarto. I commenti positivi (36,6%) superano quelli negativi (9,2%), il restante 54,2% è neutro.

Gian Marco Centinaio.

ANSA

Se la maggior parte lo apprezza per le politiche di tutela e difesa dei prodotti Made in Italy, alcuni lo criticano, in particolar modo per il suo comportamento, definito «arrogante», tenuto durante il confronto televisivo con il fotografo Oliviero Toscani andato in onda su Stasera Italia.

5. LUIGI DI MAIO L'AMICO DI TUTTI

Il leader pentastellato Luigi Di Maio, ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, è solo al quinto posto con un punteggio di 26. Anche se la percezione generale è positiva (39%), va evidenziato che la percentuale di commenti negativi, attestandosi al 21,7%, è più alta rispetto a chi lo precede in classifica. Il 39,3% dei commenti è invece neutra. Il vicepremier, soprattutto su Facebook, appare essere richiesto dagli utenti che si rivolgono direttamente a lui come fosse un amico inviandogli richieste di aiuto, consigli lavorativi, augurandogli una buona giornata, suggerendo le prossime mosse o mettendolo in guardia dagli avversari politici.

Luigi Di Maio.

ANSA

Il grillino viene invece criticato per non aver rispettato tutte le promesse fatte durante la campagna politica. Infatti, commenti come: «Caro Di Maio, non parli più né di reddito di cittadinanza né di aumento alle pensioni più basse! Come mai? Nessun aiuto per i poveri italiani! Solo promesse disperse nel vento da te e Salvini!» sono frequenti soprattutto sulla pagina Facebook del ministro.

6. PAOLO SAVONA, L'EUROSCETTICO CHE PIACE (AL WEB)

Bene anche Paolo Savona, ministro per gli Affari europei che realizza un punteggio di 25,5 piazzandosi al sesto posto. Il sentiment positivo si attesta sul 43% e prevale su quello negativo (12%). Il 45% dei commenti è invece neutro. Nonostante la partenza negativa con l’iniziale “no” di Mattarella al governo giallo-verde, Paolo Savona fa numeri positivi sul web (Leggi anche: Paolo Savona indagato per usura bancaria).

Paolo Savona.

Commenti come: «La verità delle cose fa tremare i salotti massoni. Forza Paolo Savona!» o «Savona è quello che ci vuole... così mandiamo a cagare finalmente l'Europa, Bruxelles, la Merkel e company!» sono piuttosto frequenti. Anche se non manca chi è critico sulle sue posizioni anti-europeiste e sul suo scetticismo nei confronti dell’euro e delle politiche Ue.

7. FONTANA E L'OPPOSIZIONE ARCOBALENO

Il ministro per la Famiglia e le Disabilità, il leghista Lorenzo Fontana, conquista il sesto posto con un punteggio di 25,3. Il 33,3% di commenti è positiva e il 27,5% negativa. Il 39,2% del sentiment del web invece è neutro.

Lorenzo Fontana.

Fontana è criticato e allo stesso tempo apprezzato sul web per le sue recenti dichiarazioni sulle unioni tra persone dello stesso sesso, le famiglie arcobaleno e sull’aborto.

8. COSTA, IL GENERALE CONTRO L'ECOMAFIA

Bene anche Sergio Costa ministro dell'Ambiente in quota M5s che ottiene un punteggio di 24,7. Il 54,7% del web è positivo nei suoi confronti e solo il 5,3% si dimostra critico. Il 40% dei commenti è invece neutro.

Sergio Costa.

ANSA

Il generale è apprezzato dagli utenti del web in particolar modo per le sue “innovative” campagne ambientali come Plastic Free Challenge (#PFC) e per la sua dura linea politica adottata per combattere l’annoso problema dell’ecomafia in Italia (leggi anche: il rapporto sull'ecomafia 2018).

9. TRIA E LA BATTAGLIA PER LA FLAT TAX

In nona posizione si trova il ministro dell'Economia Giovanni Tria con un punteggio di 20,2. Il 41,8% di commenti sono positivi, l’8,2% negativi e il 50% si attesta invece sul neutro.

Giovanni Tria.

ll ministro dell’Economia e delle Finanze è piuttosto apprezzato dagli internauti anche se non convince totalmente e quelli che lo criticano contestano soprattutto la sua posizione sulla Flat Tax, bandiera del programma della Lega.

10. GIULIA GRILLO E IL NODO VACCINI

La ministra della Salute Giulia Grillo è alla posizione numero 10 con un punteggio di 19,4. La pentastellata conquista gli utenti con il 28,7% di positività e solo l’3% di negatività. Il 68,3% dei commenti si attesta invece sul neutro. La ministra è intervenuta su uno dei temi più caldi degli ultimi mesi: le vaccinazioni. Tuttavia la sua posizione sulle modalità degli strumenti di prevenzione viene condivisa da molti utenti online.

Giulia Grillo.

In molti poi, apprezzano la replica della grillina all’incursione sul tema vaccini di Matteo Salvini. Commenti come «Salvini, sei il ministro dell'Interno, e fai il ministro dell'Interno. Non entrare in competenze che non sono tue ma del ministro Giulia Grillo. Su, bravino, su...» sono particolarmente frequenti all’interno del web.

11. TONINELLI, TRA CRITICHE E APPLAUSI

Il titolare delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli si classifica 11esimo con un punteggio di 18,7. Il 35,6% di commenti è positivo. «Io guardo questo ragazzo e vedo una persona reale che sta lavorando con impegno…» scrive un utente e ancora «GRANDE DANILO la compattezza di questo governo è di vitale importanza…Chiudere i porti e blocco navale!». Critici invece il 16,4% degli internauti che invece non sembrano apprezzare la dura linea politica sostenuta da Toninelli nei confronti dei migranti e degli sbarchi sulle coste italiane.

Danilo Toninelli.

ANSA

Alcuni utenti hanno associato a lui la gaffe del tweet su Cristiano Ronaldo alla Juve inviato per sbaglio dall’account ufficiale del ministero dei Trasporti. Il 48,1% dei commenti online è neutro.

12. TRENTA, LA DIFESA È PROMOSSA

La ministra della Difesa, Elisabetta Trenta, con il punteggio di 17,6, è al 12esimo posto. Il 32% del sentiment del web è positivo, il 14,4% di negativo e il 53,6% neutro. Gli utenti sembrano apprezzare particolarmente Trenta, una «donna forte con esperienza da vendere» (leggi anche: il dietrofront del M5s sugli F35).

Elisabetta Trenta.

Qualche commento critico invece sul recente sospetto di conflitto di interessi per la ministra della Difesa che, secondo quanto ha riportato Il Fatto Quotidiano, è anche un altissimo dirigente di SudgestAid, la Ong che si occupa di ricostruzione in Paesi devastati dai conflitti bellici, accusata dal giornale francese Le Point, di fornire mercenari in Medio Oriente, circostanza però smentita dall’interessata.

13. Bonafede, il Guardasigilli rimandato a settembre

In tredicesima posizione si trova il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che ottiene il punteggio di 13,4. Con il 15,1% di positività, il 22,6% di negatività e il 62,3% di commenti neutri.

Alfonso Bonafede.

ANSA

Anche lui, come Riccardo Fraccaro viene aspramente criticato dal web per lo scandalo che vede coinvolti i due ministri nelle vicende giudiziarie relative alla costruzione del nuovo stadio della Roma.

14. MOAVERO MILANESI APPREZZATO PER LA COMPETENZA

Promosso Enzo Moavero Milanesi, ministro degli Esteri, con un punteggio di 13. Il titolare della Farnesina è quello che più di tutti conquista il web, con il 45,1% di positività, il 50% di commenti neutri e solo il 4,9% di negatività.

Enzo Moavero Milanesi.

Commenti decisamente positivi quindi su Milanesi, che viene definito dagli internauti come un politico «rispettabile e competente».

15. STEFANI, LA LEGHISTA PIÙ APPREZZATA

Quindicesima posizione per Erika Stefani, ministra per gli Affari regionali e le Autonomie che realizza il punteggio di 11,7. Il 25,9% di commenti online risulta essere positiva e solo il 3,5% negativa. Il 70,7% del sentiment si attesta sul neutro.

Erika Stefani.

ANSA

Molti sono gli articoli e i commenti favorevoli nei confronti dell’avvocatessa veneziana della Lega, che viene definita «Miss Senato» dalla Rete.

16. LEZZI PUNITA PER LA GAFFE SUL PIL

Barbara Lezzi ottiene un punteggio di 11,4 e si classifica al 16esimo posto. I commenti sono più positivi che negativi anche per la ministra per il Sud. Il 28,2% del web promuove la grillina a pieni voti mentre il 9,7% la critica. Il 62,1% dei commenti del web è invece neutro.

Barbara Lezzi.

ANSA

È stata criticata in particolar modo dalla Rete per la sua affermazione sull’aumento del Pil, causato secondo Lezzi, dall’aumento della produzione industriale e dal maggiore consumo di energia dovuto al caldo più forte. Commenti come «Questa mi era sfuggita. Sapete chi è il ministro per il Sud? Tale Barbara Lezzi che l’estate scorsa affermava con atteggiamento candido ma serio e deciso che il PIL cresce con il caldo😳😳😳. Proprio così, Non ci credete vero?» sono frequenti online. Altrettanto numerosi però sono i commenti a favore della pentastellata per il suo operato su sgravi fiscali e assunzioni al Sud e della verve con cui affronta i dibattiti televisivi.

17. FRACCARO TRA I PIÙ CRITICATI

Bocciato il ministro per i Rapporti con il parlamento e la Democrazia diretta Riccardo Fraccaro con un punteggio di 11,3. Solo l’11,1% del web si dimostra positivo nei suoi confronti, mentre il 28,4% lo critica duramente. Le critiche della Rete sono dovute in particolar modo allo scandalo che lo vede strettamente legato a Luca Lanzalone e alle vicende giudiziarie relative alla costruzione del nuovo stadio della Roma.

Riccardo Fraccaro.

Commenti come «Il ministro Fraccaro dovrebbe minimo dimettersi» o «LA DIGNITÀ QUESTA SCONOSCIUTA: Luca Lanzalone è stato scelto da Virginia Raggi, alla quale lo abbiamo presentato io e Fraccaro», ha detto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a Otto e mezzo parlando dell'inchiesta sullo stadio della Roma» sono particolarmente frequenti in Rete. Il 60,5% del web è invece neutro nei confronti del ministro.

18. BUSSETTI BOCCIATO DAGLI STUDENTI

Penultimo posto per Marco Bussetti, ministro dell’istruzione con il punteggio di 11,1. Il 14,1% di commenti online è positivo, il 16,5% di negativo e il 69,4% neutro. Il web si mostra positivo su alcune linee guida proposte da Bussetti per rinnovare l’ambiente scolastico/universitario e decisamente critico su altre.

Marco Bussetti.

ANSA

La proposta in merito all’alternanza scuola-lavoro, per esempio, suscita forti critiche da parte degli utenti del web.

19. Bonisoli paga l'intenzione di abolire il bonus cultura

Alberto Bonisoli è all’ultimo posto della classifica con un punteggio di 10,2. Con 22,1% di commenti positivi e il 37,2% di negatività. La Rete, si “infiamma” sulla rigida opposizione del ministro dei Beni e delle Attività culturali sul futuro della 18App, ovvero il Bonus Cultura per i più giovani.

Alberto Bonisoli.

ANSA

I commenti del web però sono per lo più negativi. «Il ministro #Bonisoli vuole abolire una delle poche cose buone fatte dai governi Pd: il #bonuscultura. Al momento il Consiglio di Stato ha fermato il ministro del cambiamento in peggio» scrive un utente, e ancora: «Meno cultura e più ignoranza. Potrebbe essere il motto di questo governo. #Bonisoli» scrive un altro commentatore. Inoltre, molto condiviso sui social e in particolar modo su Twitter, è l'hashtag #18appnonsitocca. Il 40,7% della Rete si attesta invece sul neutro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso