Tormentoni Europa Musica Canzoni 2018
Cultura e Spettacolo
26 Agosto Ago 2018 1100 26 agosto 2018

Quali sono i tormentoni del 2018 in Europa

Nel Regno Unito impazza Shotgun di Erza, in Francia si canta Bella ciau, in Germania si ascolta la house ipnotica In My Mind nella versione di Dinoro e Gigi d'Agostino.

  • ...

C'è una cosa che la musica, anche di consumo, soprattutto di consumo, ha sempre fatto e continuerà a fare: unire, addirittura omogeneizzare - per dire imporre gusti e, in essi, abitudini - la musica popolare essendo colonna sonora di giorni comuni. Qui non c'è Brexit, non ci sono sovranismi che tengano: in Europa, a sbancare le classifiche sono, a giro, sempre gli stessi, nell'ambito di un genere commerciale fatto di pochi sottogeneri interscambiabili. Mai, anzi, come in questo passaggio si è avuta una tale concordanza di preferenze da un estremo all'altro del continente. È la globalizzazione del pop, ed è tutto tranne che improvvisata, anzi mai così organizzata per contagiare ogni angolo di ogni spiaggia di ogni località di ogni nazione. Tormentoni annunciati, costruiti con matematica malizia, che ottengono il risultato dovuto: fare soldi per fare soldi per fare soldi. In generale (leggi anche: Le pagelle dei tormentoni italiani dell'estate 2018).

Tormentoni annunciati, costruiti con matematica malizia, che ottengono il risultato dovuto: fare soldi per fare soldi per fare soldi

Ed è inutile storcere il naso, magari ricordando una remota estate di oltre 40 anni fa, quando un gruppo di straccioni in Inghilterra cantava «nessun futuro per te, nessun futuro per me». Il futuro era già in atto e, con la disco, avrebbe presto fagocitato il punk dei Sex Pistols (che era di per sé una “grande truffa”, solo congegnata diversamente). Il futuro non c'è ma non si ferma mai, seppellisce i compleanni, anche quello di Madonna, che ha 60 anni e li festeggia in Marocco ma non nelle classifiche, e va avanti e, per il momento, ci ha portato qui, a questi ritmi liofilizzati che non si ascoltano, si consumano, che non resteranno, ma non devono restare: devono venire spolpati vivi, fino a non lasciare più traccia, in attesa di altre proposte altrettanto se non ancora più evanescenti. È il terzo millennio, bellezza, ed è il passaggio storico in cui più qualcosa non ha consistenza e più esiste, si impone, trionfa. Ecco comunque gli interpreti più gettonati in questo agosto 2018 in Europa.

NEL REGNO UNITO IL MEGATORMENTONE È SHOTGUN DI EZRA

Nel Regno Unito, così come in Irlanda, se c'è un megatormentone è Shotgun, biglietto da visita di George Ezra, definito «un inno con un suono balsamico». Sarà. O forse è solo una filastrocca ben costruita. Il giovanotto dalle ambizioni cantautorali se la batte con l'onnipresente Drake di In my feelings: e siamo già nell'attesa dell'autunno, almeno finisce 'sto strazio.

LA SPAGNA BALLA AL RITMO "POM POM POM" DI SIN PIJAMA

Spostandoci in Spagna, troviamo l'implacabile Sin Pijama, reggaeton feroce delle carnivore Becky G e Natti Natasha e «pom pom pom». E, davvero, non c'è altro da dire.

IN FRANCIA SI CANTA BELLA CIAU

Nella Francia sempre un po' rivoluzionaria, covano almeno velleità novecentesche, sia pure inzuppate nello zeitgest, lo spirito di questi tempi musicali discretamente imbarazzanti: Bella ciao diventa «bella ciau», vagamente alla piemontese, nelle corde di Naestro, Maitre Gims ecc.

MALTA E PORTOGALLO UNITE DAL DANCE POP DI ONE KISS

Dalla piccola Malta ci arriva il bacio di One Kiss, il dance pop contaminato con l'house più commerciale di Calvin Harris e Dua Lipa. Ottimo per aggirarsi tra gli scaffali e il banco dei surgelati. Stessa musica, comunque identico tormentone si fa per dire, si respira, o traspira in Portogallo.

DALLA GERMANIA ALLA SVEZIA: TUTTI PAZZI PER IN MY MIND

Dalla severa Germania alla progressista Svezia, passando per la Svizzera calvinista, impazza la house un po' ipnotica, un po' allucinata di In My Mind nella versione di Dinoro e Gigi D'Agostino; questi fanno sfracelli pure in Norvegia, Austria e Belgio. Prosit!

IN BELGIO VINCE LA CINTURA DI ALVARO SOLER

Proprio il Belgio spara in cima alla sua chart nazionale la supercafona La Cintura del languidoso Alvaro Soler. Ne abbiamo già parlato a proposito della classifica italiana, e qui non ci resta che constatare un successo mostruoso. Nel senso che fa proprio spavento...

IN OLANDA IL TORMENTONE DELL'ESTATE 2018 È UN PEZZO DEL 2017

Restiamo nella zona dei Paesi Bassi per registrare, in Olanda, il trionfo, ancora in agosto, del poppettone Coming Home degli australiani Sheppard e qui c'è una curiosità. Perché si tratta del pezzullo più anziano tra tutti quelli che stanno impazzando questa estate, risalente addirittura alla fine del 2017. Canzoncina ragazzina sbarazzina che rischia di trasformarsi in tormentone non solo dell'estate, ma per tutte le stagioni.

IN GRECIA RIMBOMBA MI GNA, MIX DI R&B E MUSICA ARMENA

Chiudiamo con il luogo vacanziero, mediterraneo per eccellenza, la Grecia, dove da settimane rimbomba soprattutto il mèlange di R&B e musica armena Mi Gna, nel remix di Maitre Gims che si sovrappone alla versione di Super Sako con Hayko. Commerciale ma, se non altro, un po' più originale della media.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso