Gliincredibili2 1
Cultura e Spettacolo
23 Settembre Set 2018 1600 23 settembre 2018

Trailer e recensione del film "Gli Incredibili 2"

Ritorno dei supereroi Disney Pixar dopo 14 anni. Tra adrenalina, ironia e dinamiche familiari genitori-figli. Easter egg, cattivo non sconfitto, poteri: le curiosità.

  • ...

Sono passati 14 anni da quando la famiglia di supereroi protagonista del film della Pixar Gli Incredibili conquistò il pubblico di tutto il mondo, contribuendo inoltre a dare nuova linfa alle storie ispirate ai fumetti considerate perfette per approdare sul grande schermo, e ora il regista Brad Bird ha offerto nuovamente ai Parr la possibilità di entrare in azione e conquistare gli spettatori raccontando un nuovo capitolo della storia.

UN MONDO IN CUI SONO ILLEGALI

Helen/Elastigirl, Bob/Mr. Incredible, Violetta, Dash e il piccolo Jack Jack sono ancora alle prese con un mondo in cui i supereroi sono illegali. Dopo aver salvato la città dal Minatore, la situazione è persino peggiorata e la famiglia deve nascondersi. Tutto potrebbe però cambiare grazie a Winston Deaver, un miliardario che vuole convincere l'opinione pubblica a sostenere di revocare i limiti imposti ai supereroi. Per farlo ritiene necessario l'aiuto di Helen, destinata a diventare il volto e soprattutto gli occhi dell'iniziativa grazie all'idea di mostrare in prima persona le sue eroiche missioni. Elastigirl lascia quindi il marito Bob a occuparsi dei figli, tra problemi di cuore e gli incontrollabili poteri di Jack Jack, mentre lei entra in azione e si ritrova alle prese con una minaccia inaspettata.

La sceneggiatura sfrutta bene il ribaltamento di ruoli che avviene in famiglia, dando spazio a Helen che riesce a ritagliarsi un proprio ruolo diverso da quello di madre

La regia di Bird è molto dinamica e perfetta per proporre delle sequenze d'azione spettacolari, visivamente complesse e coinvolgenti, accompagnate dalle sempre brillanti musiche di Michael Giacchino. La sceneggiatura sfrutta piuttosto bene il ribaltamento di ruoli che avviene in famiglia, dando spazio a Helen che riesce a ritagliarsi un proprio ruolo diverso da quello di madre. Tra i passaggi più riusciti ci sono infatti i tentativi di Bob di rimanere al passo con le lezioni del figlio, con i primi problemi sentimentali di Violetta e soprattutto con la fatica di occuparsi di Jack Jack, i cui poteri privano del sonno il padre e terrorizzano un "ladro" a quattro zampe.

ATTIMI DI GRANDE ILARITÀ CON EDNA MODE

Lo script non dimentica nemmeno Edna Mode, uno dei personaggi più amati del primo capitolo della storia, che regala degli attimi di grande ilarità in versione babysitter e nel suo rapporto con il neonato. Il film viene però un po' penalizzato dalla presenza di un villain che non lascia realmente il segno, facendo inoltre sparire il Minatore dopo pochi, seppur spettacolari, minuti. L'intreccio legato al nemico dei supereroi non offre spunti particolarmente interessanti e anche i nuovi eroici personaggi rimangono solo delineati a grandi linee, lasciando il compito all'azione e ai personaggi già amati di sostenere quasi due ore di film.

COI SUPERPOTERI MA AL TEMPO STESSO NORMALI

Gli Incredibili 2 si inserisce senza troppe difficoltà nel filone ormai di successo dei supereroi, pur essendo un progetto animato, regalando una battaglia finale adrenalinica e molta intelligente ironia nel raccontare le problematiche quotidiane delle persone dotate di superpoteri, così straordinarie e al tempo stesso normali.

GLI INCREDIBILI 2 IN PILLOLE

TI PIACERÀ SE. Ami un film animato ricco d'animazione e di buoni sentimenti.

DEVI EVITARLO SE. Speri nella presenza di un villain originale e che riesca a creare la giusta tensione.

LA FRASE CULT. «Ho perso il primo potere di Jack Jack!». «Veramente hai perso i primi 17».

CON CHI VEDERLO. Assieme alla propria famiglia, per ricordarsi che siamo tutti un po' supereroi.

PERCHÉ VEDERLO. Per apprezzare, dopo tanto tempo, il ritorno della famiglia Parr sugli schermi e lasciarsi trascinare dalle sequenze d'azione.

LA SCENA MEMORABILE. Jack Jack si scontra con il procione Rocky, utilizzando molti dei suoi poteri.

Regia: Brad Bird; genere: animazione (Usa, 2018).

1. IMMANCABILI EASTER EGG: SIGLA A113 E L'INCONICA PALLA

Nel film, come in tutti gli altri progetti targati Pixar, sono presenti numerosi easter egg (contenuti nascosti nel prodotto) legati allo studio, tra cui la famosa sigla A113, apparsa in tutti i lungometraggi realizzati, che ricorda l'aula del California Institute of the Arts dove molti degli animatori e produttori hanno studiato. In Gli Incredibili 2 l'elemento viene inserito verso la fine della storia, quando i protagonisti arrivano all'esterno di un cinema, e nella scena del salvataggio del treno. L'ormai iconica palla con cui gioca la lampada Luxo nella sequenza animata dedicata al logo Pixar è presente invece nella culla di Jack Jack in versione dipinta.

2. OMAGGIO ALLA TIVÙ DEL PASSATO: JOHNNY QUEST

Il regista Brad Bird ha indicato Johnny Quest, la serie degli Anni 60, tra le sue fonti di ispirazione. Nel corso del film ci sono diversi elementi legati allo show ideati come omaggio, tra cui un'insegna al neon e alcuni spezzoni degli episodi originali che appaiono sullo schermo televisivo della famiglia Parr.

3. NON SI BUTTA VIA NIENTE: UNA SCENA RECUPERATA DAL PRIMO FILM

Una delle scene più divertenti è la "lotta" tra Jack Jack e il procione che cerca qualcosa da mangiare nel giardino della famiglia Parr. Il momento era stato ideato per il primo film dedicato ai supereroi, tuttavia l'idea dell'animatore Teddy Newton era stata scartata per evitare che il film avesse una durata eccessiva. Il regista Brad Bird l'aveva però molto apprezzata e ha deciso di recuperarla e realizzarla in occasione del sequel. I titoli dei brani che compongono la colonna sonora permettono inoltre di scoprire che l'animale al centro dei divertenti minuti si chiama Rocky.

4. INCREDIBILI POTERI PER JACK JACK: SONO 17

Il piccolo Jack Jack possiede un numero di poteri davvero "incredibile": 17. Il bambino può creare molte copie di se stesso, si trasforma in una creatura quasi demoniaca quando si arrabbia, il suo corpo può prendere fuoco senza avere alcun danno, gli occhi possono emettere raggi laser, è in grado di modificare le dimensioni del proprio corpo, spostarsi in diverse dimensioni, può copiare le fattezze di altre persone, ha una forza superiore alla norma, è invulnerabile, riesce a fluttuare nel vuoto, può usare la telecinesi e volare starnutendo, emette elettricità, ha la capacità di attraversare le superfici, trasformarsi in piombo e in una massa quasi gelatinosa, e sa replicare le espressioni e i movimenti degli altri.

5. CATTIVO IN FUGA: NON È SCONFITTO DEFINITIVAMENTE

Gli spettatori dovranno attendere la visione dei titoli di coda per rivedere il Minatore in azione dopo la spettacolare sequenza iniziale. Al termine del lungometraggio si scopre infatti che è ancora in libertà, dopo essere riuscito a rapinare la banca e fuggire con il bottino. Il personaggio è uno dei pochi villain apparsi nel mondo della Disney e Pixar a non venir sconfitto definitivamente dagli eroi della storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso