E poi c'è Cattelan
Cultura e Spettacolo
25 Settembre Set 2018 1300 25 settembre 2018

Alessandro Cattelan torna su Sky con il suo Epcc

Lo show diventa settimanale e guadagna la prima serata. Si parte con Emily Ratajkowski Tommaso Paradiso. Le cose da sapere. 

  • ...

Dal 25 settembre Alessandro Cattelan ritorna su Sky Uno con il suo fortunato one man show E poi c’è Cattelan (Epcc) confermando la formula che, negli anni, gli ha regalato successo di pubblico e di critica, ma introducendo anche una serie di novità importanti.

LO SHOW SBARCA IN TEATRO

La prima, grande novità di questa sesta stagione del talk show è, sicuramente, il debutto a teatro. Il programma ha deciso di abbandonare gli studi di Sky in Rogoredo per approdare sul palco del Franco Parenti, uno dei teatri più noti di Milano. Cambia anche l’orario della messa in onda: se fino all’anno scorso la trasmissione aveva mantenuto l’etichetta di late night show, optando per la seconda serata, quest’anno si inserisce nel palinsesto del prime time di Sky Uno. Non solo: l'appuntamento da quotidiano diventa settimanale. Sono previste sei puntate da due ore l'una.

FORMULA CHE VINCE NON SI CAMBIA

Anche quest’anno saranno numerosi gli ospiti italiani e internazionali intervistati dal conduttore che prenderanno parte a insoliti numeri di stand up comedy. La prima puntata si apre con la supermodella Emily Ratajkowski (ospite per la prima volta in una trasmissione italiana) e Tommaso Paradiso dei TheGiornalisti. Nel corso delle puntate Cattelan incontrerà la giornalista e scrittrice Daria Bignardi, Alex Del Piero, l'influencer Chiara Ferragni, la senatrice Monica Cirinnà, senza dimenticare il mondo del cinema: da Alessandro Borghi recentemente acclamato per la sua intepretazione di Stefano Cucchi in Sulla mia pelle e Valerio Mastandrea. Tra gli ospiti anche Achille Lauro e Quentin40. Ritornano anche i tradizionali monologhi di apertura affidati al padrone di casa che, quest’anno, per esigenze di messa in onda, non saranno più legati ai fatti del giorno ma tratteranno di temi d’attualità cari al pubblico, dall’uso (e abuso) dei social network al bullismo online e offline, dall’eccessivo ricorso al politicamente corretto fino all'abuso del termine radical chic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso