Balconette reggiseno Sarah Jessica Parker Movimento cinquestelle
#VELODICEBEATRICE
6 Ottobre Ott 2018 1114 06 ottobre 2018

Dalla balconette di Sarah Jessica Parker al balcone del M5s

Da una parte l'attrice imperversa come testimonial di un reggiseno, dall'altra i ministri pentastellati si affacciano esultanti su Piazza Colonna. Segno che i modelli e le mode ritornano. 

  • ...

C’è un nuovo reggiseno che afferma di avere l’hocus pocus per la felicità senologica: prodotto da House of Anesi, è stato chiamato Anesi Bra (un guizzo di fantasia proprio). È una cosa seria. L’idea di fondo è semplice ma, assicurano dall’azienda canadese, allo stesso tempo rivoluzionaria: realizzare un reggiseno che si adatti ai cambiamenti continui di taglia dovuti a variazioni ormonali o di peso, all’attività fisica, alla gravidanza e al conseguente allattamento. Addio dunque alla quotidiana guerra con ferretto, spallina e fascia e benvenuta adattabilità. Per la felicità di Mystica. Il progetto, partito da Kickstarter (personalmente non c’è niente che mi faccia urlare «Ma vai a lavorare!» di più del crowdfunding, ma questo è un problema tutto mio), ha avuto successo: quasi 70 mila dollari nel giro di 35 giorni.

SARAH JESSICA PARKER PER NEW YORK IN PIGIAMA E REGGISENO

A Intimissimi il crowfunding per il lancio di un nuovo prodotto non serve, come dimostra la scelta di Sarah Jessica Parker quale testimonial per la loro campagna pubblicitaria globale. Ce l’abbiamo tutti sotto gli occhi da un po’ ormai: Nessuno mi può giudicare accompagna l’attrice che se ne va in giro in pigiama e tacchi per le strade di quella New York da incipriare che tanto c’è piaciuta in Sex and the City.

Ma siccome siamo donne, oltre il pigiama c’è di più. Ecco allora sbucare fuori dalla scollatura il nuovo modello di balconette in pizzo nero che, da vero protagonista dello spot, è pronto per finire in cima alla lista delle armi di seduzione di massa. Pare di vederli i copy dell’agenzia pubblicitaria intorno a un enorme tavolo che si danno le pacche sulle spalle all’idea di aver trovato il nuovo tutù rosa (Patricia Field, perdonali se puoi) che identifichi quel che resta di Carrie Bradshaw. (Va da sé che se chiedete a Sarah, lei e Carrie si somigliano poco, lo ha detto a People. Si vede che anche lei era in sala alla lectio magistralis di Agrado e crede che una è più autentica quanto più somiglia all'idea che ha sognato di se stessa).

A VERONA, CITTÀ DI BALCONI, L'INCONTRO CON CHIARA FERRAGNI

Lo scorso mese di settembre, SJP era in prima fila ad applaudire la sfilata della collezione autunno-inverno dell’azienda italiana. Allo show era presente anche Chiara Ferragni (si era sposata appena da qualche giorno, avrà distribuito le ultime bomboniere), che ha abbracciato e baciato l’attrice e testimonial della serata per un incontro a favore di Instagram. A rivedere la foto postata dalla stessa Ferragni, c'è un'idea di Ritorno al futuro che andrebbe sviluppata. L’evento si è svolto a Verona, città di pandori e balconi, e forse si poteva trovare posto a quello di Giulietta nello spot della balconette, ma avranno voluto evitare l’effetto Mangia Prega Ama di Julia Roberts che cerca un negozio Calzedonia guardando Firenze da Villa Bardini.

IL BALCONE DI LUIGI DI MAIO E DEL M5S

Di effetti stranianti con un balcone di mezzo non hanno tenuto conto invece quelli del Movimento 5 stelle, affacciati su Piazza Colonna per sugellare il sì al reddito di cittadinanza. Sopra, i ministri a gongolare col pollice alzato e con Luigi Di Maio a esultare a colpi di «Ce l’abbiamo fatta!»; sotto, una folla di parlamentari e simpatizzanti con tanto di bandiere (tutte uguali, ché l’organizzazione è tutto, signora mia) a festeggiare e applaudire a colpi di «Noi sia-mo il cam-bia-men-to!». Un momento diventato virale che, però, uno di questi Zapruder che ormai sbucano fuori ovunque ha subito rovinato: sapientemente piazzato a debita distanza, il Nostro ha filmato la scena mostrando che la “folla” era poco più che una claque. Andrebbe sviluppato un sistema per schermare l’area da indebite intrusioni non-del-popolo in occasioni come queste. Non avessero l’indennità parlamentare, per iniziare il progetto potrebbero affidarsi al crowdfunding.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso