titanic anniversario
Cultura e Spettacolo
8 Ottobre Ott 2018 1400 08 ottobre 2018

Dieci curiosità su Titanic

La scelta degli attori. Le disavventure sul set. Il giudizio della critica. I record battuti. Una guida per prepararsi al ritorno di Kate Winslet e Leonardo Di Caprio sul grande schermo.

  • ...

A 20 anni dall'uscita nei cinema, Titanic torna sul grande schermo. Dall'8 al 10 ottobre, in molte sale cinematografiche italiane, sarà possibile assistere a una proiezione speciale del kolossal di James Cameron, campione di incassi al botteghino e vincitore di 11 premi Oscar. E rivivere, ancora una volta, la travagliata storia d'amore tra Jack Dawson e Rose DeWitt Bukater sullo sfondo di uno dei naufragi più tragici di cui la storia abbia memoria. Ecco 10 curiosità su una delle pellicole più amate di sempre.

1 - FU ISPIRATO DALLA PASSIONE DEL REGISTA PER I NAUFRAGI

In molte delle interviste rilasciate negli anni, James Cameron dichiarò di essere sempre stato affascinato dai naufragi. L'idea di realizzare una pellicola sul Titanic nacque grazie a un incontro che, il regista, definì «illuminante»: mentre era impegnato con le ricerche per il suo cortometraggio The Abyss, Cameron conobbe l'esploratore Robert Ballard, leader del team responsabile del rinvenimento del transatlantico sul fondo dell'oceano nel 1985. Fu allora che il progetto iniziò effettivamente a prendere forma. Non senza ostacoli: il regista ha raccontato di aver fatto fatica a convincere i produttori a investire più di 200 milioni di dollari in «una storia epica e romantica di tre ore». Non solo Cameron ha preteso che le riprese fossero realizzate sul fondo dell'oceano per riprendere il vero relitto.

2 - LA SCELTA DEGLI ATTORI FU TRAVAGLIATA

Dopo aver pensato alla storia, Cameron si dedicò all'accurata selezione del cast, in particolare dei due protagonisti. Furono tantissimi gli attori che si presentarono ai provini. Tra i favoriti per la parte anche Matthew McConaughey e Gwyneth Paltrow. La scelta finale, come è noto, cadde su Kate Winslet e Leonardo di Caprio ma non fu una passeggiata. Fortemente indeciso se accettare o meno la parte di Jack Dawson, l'attore disse di sì al progetto solo grazie all'insistenza di Kate Winslet. La collega infatti lo pedinò ovunque per convincerlo. Senza di lui, lei non avrebbe mai e poi mai fatto quel film. Il resto è storia.

3 - LE MILLE DIFFICOLTÀ DELLE RIPRESE

Al di là del budget faraonico, la realizzazione del kolossal si rivelò complicata anche da un punto di vista strettamente organizzativo. In assenza di location sufficientemente grandi per ospitare la copia del transatlantico, Cameron fece costruire su una spiaggia del Messico una cisterna in grado di contenere 76 milioni di litri d'acqua e fu proprio lì che ricostruì il 90% del Titanic. Nel corso delle riprese, iniziate nel settembre del 1996 e terminate sei mesi dopo, fece 12 immersioni subacquee, alcune della durata di 15-17 ore, per ottenere filmati realistici del relitto.

4 - KATE WINSLET HA QUASI RISCHIATO LA VITA

Nel corso delle riprese, Kate Winslet ha riportato varie ferite, diverse fratture e contratto anche l'influenza. Ma, probabilmente, il ricordo peggiore che l'attrice ha del film è legato al giorno in cui ha rischiato di annegare mentre era impegnata a girare una scena del naufragio: il cappotto che indossava è rimasto impigliato inella scenografia e, cadendo, è stata travolta da un getto d'acqua potentissimo. «Quella è stata la prima volta nella mia vita che ho desiderato di non essere su un set cinematografico», raccontò.

5 - IL FILM HA LA STESSA DURATA DEL NAUFRAGIO

Nella scrittura, James Cameron si impegnò ad essere il più meticoloso possibile relativamente alla ricostruzione storica degli eventi che si apprestava a mettere in scena. Si documentò, lesse tutta la bibiliografia disponibile e, addirittura, fece corrispondere la durata del film con quella storicamente accertata del naufragio. Fatta eccezione per le scene post eventum e i titoli di coda, la pellicola dura 2 ore e 40 minuti, il tempo che la nave impiegò per affondare nelle gelide acque della costa est a largo del Canada.

6 - UN'ACCOGLIENZA TIEPIDA

La prima del film fu nel novembre del 1997 in Giappone, e il New York Times scrisse che «l'accoglienza fu tiepida». Agli inizi, anche alcuni cinema si lamentarono: il film era fin troppo lungo e toglieva tempo e spazio ad altre proiezioni. Tutto cambiò quando cominciarono ad arrivare recensioni più generose; le sale si riempirono e venne battuto ogni record. Negli Stati Uniti, Titanic fu il film più visto per 15 settimane consecutive e la Paramount fu più volte costretta a realizzare nuove pellicole perché quelle vecchie puntualmente si consumavano.

7 - IL PLACET DELLA CRITICA

Oltre al grande successo di pubblico, Titanic ottenne giudizi positivi anche dal mondo della critica. Roger Ebert scrisse che «era difficile fare un film come quello e quasi impossibile farlo così bene», mentre James Maslin sulla rubrica dedicata allo spettacolo del New York Times si spinse a etichettarlo come «il primo film che, dopo decenni, poteva permettersi paragoni con Via col vento». Non fu lodato come uno dei film più belli di sempre ma, quasi tutti, dissero che era, senza dubbio, uno dei più grandi. E il numero di recensioni su IMDb, il database sul cinema per eccellenza, lo ha dimostrato: circa 800 mila, più di quelle di Quarto Potere e 2001: Odissea nello spazio.

8 - PIOGGIA DI OSCAR

Un paio di mesi dopo l'uscita, quando ancora riempiva le sale di tutto il mondo, il film fece il pieno di premi dell'Academy: ottenne ben 11 Oscar, per il miglior film, per il miglior regista, la fotografia, la scenografia, i costumi, il montaggio, il sonoro, gli effetti speciali, la colonna sonora e la canzone. Oltre ai numeri, Titanic ha altri due record da Oscar: fu il primo Miglior Film a essere prodotto, diretto, scritto e montato da un'unica persona e fu il primo per cui due attrici che interpretavano lo stesso personaggio (Kate Winslet per Rose da giovane e Gloria Stuart per Rose anziana) furono entrambe nominate.

9- CELINE DION DIVENNE UNA STAR MONDIALE

Scritta da James Horner e cantata da Celine Dion, la canzone My heart will go on fu utilizzata come colonna sonora del film e, in pochissimo tempo, arrivò ai primi posti della classfica musicale in America, Canada, Irlanda, Gran Bretagna e Australia. E con più di 18 milioni di copie vendute, divenne il singolo di una cantante donna più venduto nella storia della musica e riuscì a fare incetta, oltre che dell'Oscar, anche di una serie di Golden Globe e di Grammy.

10 - IL FILM PIÙ COSTOSO DELL'ANNATA '97

Con un budget di 200 milioni di dollari, senza includere marketing e distribuzione, al tempo fu il film più costoso mai realizzato. E ha mantenuto il primato fino al 2010, quando è stato sorpassato da un'altra "creatura" di James Cameron: Avatar. Anche in termini di guadagni, Titanic tagliò traguardi importanti: fu il primo film a incassare il miliardo di dollari (e ad arrivare ai 2 miliardi con la versione 3D realizzata per il 100esimo anniversario della tragedia del transatlantico).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso