Premio SpazioCinema 2018
Cultura e Spettacolo
27 Novembre Nov 2018 0923 27 novembre 2018

Ecco in anteprima i vincitori del Premio SpazioCinema 2018

L'Agenzia Spaziale Italiana rende omaggio alle personalità che nel corso dell'ultimo anno si sono distinte nel campo della divulgazione scientifica attraverso le arti: cinema, musica e letteratura. La cerimonia è in programma il 19 dicembre.

  • ...

L’Agenzia Spaziale Italiana, in collaborazione con Il Giornale dello Spettacolo del gruppo Globalist, è pronta a dare il via alla seconda edizione del Premio SpazioCinema. Il riconoscimento sarà assegnato il 19 dicembre 2018, al culmine di un intero anno di passione per il grande schermo.

IL SIGNIFICATO DEL PREMIO SPAZIOCINEMA

L’Asi, infatti, come ben sanno gli amanti della settima arte, ogni mese ospita una proiezione cinematografica di film a tematica spaziale, presso l’Auditorium della sua sede di Roma. Ce n’è per tutti i gusti, dalla fantascienza ai documentari, spesso in anteprima assoluta per il nostro Paese. Pellicole del calibro di First Man, Blade Runner 2049, The Martian e produzioni italiane come Tito e gli alieni con Valerio Mastandrea nel ruolo di protagonista.

Il Premio SpazioCinema nasce proprio per allargare l’accezione scientifica alle arti in generale, omaggiando le personalità che non solo attraverso il cinema, ma anche tramite la letteratura e la musica, si sono distinte in Italia nel campo della divulgazione della cultura scientifica e spaziale in particolare.

I VINCITORI DEL PREMIO SPAZIOCINEMA 2017

Nel 2017 a prendere per la prima volta la targa SpazioCinema sono stati Alessandra Bonavina per il documentario Expedition; Leo Ortolani per il fumetto C’è spazio per tutti; il presidente della Fondazione Musica per Roma, Aurelio Regina, per la nascita del National Geographic Festival delle Scienze di Roma; il maestro Michelangelo Pistoletto, rappresentato dall’esperto d’arte Mario Pieroni, per l’opera Terzo Paradiso divenuta simbolo della missione VITA; i Manetti Bros per L’arrivo di Wang e infine Enzo Verrengia, giornalista e scrittore di fantascienza.

CHI SARANNO I PROSSIMI VINCITORI?

E quest'anno? Ecco in anteprima i nomi di tutti i premiati del 2018, meno uno sul quale l'Agenzia Spaziale Italiana vuole mantenere la suspense fino all'ultimo

  • Paolo Damiani, compositore, direttore d’orchestra, contrabbassista e violoncellista jazz, protagonista dello spettacolo Lights and Waves Rhapsody. Racconto in musica a tre voci, realizzato in collaborazione con Asi e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare;
  • Enrico Flamini, ex Chief Scientist dell'Asi, tra gli ideatori del radar Marsis che a luglio del 2018 ha consentito di scoprire acqua liquida sotto la superficie di Marte;
  • Paola Randi e Matilde Barbagallo, rispettivamente regista e produttrice del film Tito e gli alieni;
  • Marc Havican, regista e produttore del documentario Eva 23, dedicato alla passeggiata spaziale di Luca Parmitano del 2013, quando l’astronauta italiano rischiò di annegare a causa di un guasto al casco della sua tuta;
  • Paolo Fallai, presidente delle Biblioteche di Roma, che a settembre del 2018 ha organizzato nel VI Municipio la rassegna cinematografica “Avvistamenti”, in collaborazione con Asi;
  • Licia Troisi, l’autrice fantasy italiana più venduta al mondo, grazie allo straordinario successo delle saghe del “Mondo Emerso”, della “Ragazza Drago” e dei “Regni di Nashira”, tutte pubblicate da Mondadori.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso