Ennio Fantastichini Morto
Cultura e Spettacolo
1 Dicembre Dic 2018 1947 01 dicembre 2018

Morto l'attore Ennio Fantastichini

Era ricoverato a Napoli per una leucemia acutaNel 2010 aveva vinto il David di Donatello come miglior interprete non protagonista per "Mine vaganti" di Ferzan Ozpetek.

  • ...

È morto a Napoli all'età di 63 anni Ennio Fantastichini, attore italiano e vincitore del David di Donatello come miglior interprete non protagonista nel 2010. Era ricoverato da due settimane, in rianimazione, al Policlinico della Federico II. Fantastichini è morto a causa di una grave emorragia cerebrale causata da una leucemia acuta, che aveva già colpito cervello, polmoni e intestino.

GRANDE, GROSSO E SANGUIGNO MA INTERPRETE RAFFINATO

Nato a Gallese, paesino del viterbese il 20 febbraio 1955, figlio di un maresciallo dei carabinieri, era cresciuto Fiuggi, per poi andare a Roma, ventenne, per iscriversi all'Accademia d'Arte Drammatica. Grande, grosso, sanguigno: una presenza tangibile e forte in ogni inquadratura dei film che ha interpretato, ancor più imponente sul piccolo schermo dove le fiction di successo di Rai e Mediaset gli hanno dato spesso quella popolarità che per lui era autentico carburante esistenziale. Eppure Fantastichini è stato anche interprete sottile e raffinato, cresciuto avendo negli occhi un modello espressivo, quello di Gian Maria Volonté con cui fece poi coppia in Porte aperte di Gianni Amelio (1989) e di cui riprese, a modo suo, gli accenti interpretando l'anarchico Vanzetti nella fiction del 2005 dopo che Volonté aveva interpretato il ruolo nel film di Giuliano Montaldo (1971).

LA CARRIERA CINEMATOGRAFICA: DA I SOLITI IGNOTI A SATURNO CONTRO

A vent'anni si trasferisce da Fiuggi a Roma, per studiare recitazione all'Accademia d'arte drammatica. Aveva già però esordito a quindici anni a teatro. L'esordio al cinema nel 1982, con Fuori dal giorno. Poi una piccola parte in I soliti ignoti, vent'anni dopo nell'85 e, tre anni dopo, il ruolo di Enrico Fermi in I ragazzi di via Panisperna di Gianni Amelio. Con Amelio l'anno dopo il suo più grande successo, Porte aperte, al fianco di Gian Maria Volonté. Tra le altre pellicole Ferie d'agosto di Virzi. Nel 2007 recita nel film Saturno contro con Ferzan Ozpetek, con cui torna nel 2010 per Mine vaganti, grazie al quale vince il David di Donatello come migliore attore non protagonista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso