Sfera Ebbasta Trap Biografia
Cultura e Spettacolo
8 Dicembre Dic 2018 1527 08 dicembre 2018

Chi è Sfera Ebbasta

Classe 1992, è il trapper più amato d'Italia. Nei suoi testi parla di soldi, non di politica. Dopo la tragedia in discoteca ha scritto: «Stupido usare la spray al peperoncino».

  • ...

Al secolo Gionata Boschetti, 26 anni, è il trapper più amato d'Italia. Idolo dei giovanissimi, seguitissimo sui social - su Instagram ha oltre due milioni di follower - Sfera Ebbasta, che si sarebbe dovuto esibire nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo prima della tragedia, è considerato uno dei fenomeni musicali del momento. Cresciuto a Cinisello Balsamo, il trapper è salito alla ribalta con la pubblicazione dell'album XDVR. L'ultimo album, Rockstar, per mesi è stato re delle classifiche e il tour sta avendo grande successo di pubblico.

«NON PARLO DI POLITICA, SONO UN IGNORANTE»

Considerato stella incontrastata del genere di maggiore tendenza dell'hip-hop, alcuni mesi fa dichiarò in un'intervista: «Io mi definivo il 'trap king' quando ancora la trap era inesistente in Italia. Il rock si è andato a perdere, oggi le vere rockstar sono le trapstar, hanno lo stesso stile di vita». I soldi sono tra gli argomenti privilegiati nelle sue canzoni: «La parte monetaria è importante», ha detto, «se in qualche modo posso essere considerato un esempio, è perché sono un ragazzo partito da un quartiere sfigato senza un soldo in tasca». Sfera Ebbasta sostiene però di non aspirare al ruolo di modello per il suo pubblico, soprattutto giovane. «Sono talmente ignorante in politica», disse alcuni mesi fa, «che se mi esponessi sarei un pirla: il problema principale credo sia proprio l'ignoranza, prima di tutto della stessa classe politica. In ogni caso, se fai quello che ti dice un rapper, c'è qualcosa che non va».

IL MESSAGGIO DOPO LA TRAGEDIA DI ANCONA

«Sono profondamente addolorato per quello che è successo. È difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di queste tragedie», ha commentato il trapper su Instagram dopo la tragedia in discoteca dove sono morte sei persone. «Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo, vorrei solo che tutti quanti - ha aggiunto - vi fermaste a pensare a quanto può essere pericoloso e stupido usare lo spray al peperoncino in una discoteca». Anche perché non è la prima volta, anche ai concerti di Sfera Ebbasta, che uno spray urticante, diffuso tra la folla, provoca panico e fuggi fuggi: è accaduto nel 2017 a Ponte Alto (Modena) e a Ravenna; un'altra volta nella sua Cinisello Balsamo, il 6 luglio 2018; concerto interrotto per lo stesso motivo anche l'8 settembre, a Mondovì (Cuneo).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso