ELIMINATI MASTERCHEF TIZIANA GERRY

Gerry e Tiziana commentano l'eliminazione da Masterchef

Il 37enne ammette: «C'è chi adotta strategie per vincere», ma rifarebbe tutto. La commessa di Positano invece no: «Bella esperienza, ma sono troppo sensibile». L'intervista doppia. 

  • ...

La prima eliminata della quinta puntata di Masterchef è stata Tiziana “Positano”, non tanto amata dal resto della classe, che ha quasi tirato un sospiro di sollievo per la sua uscita. Guido le ha assegnato una preparazione salata a base di pane e cioccolato per buttarla fuori e ci è riuscito. La sua melanzana al cioccolato con ricotta è stata uno dei tre piatti peggiori dell’invention test: un mappazzone dall’incerta identità (dolce o salato?) e, come prevedibile, non è piaciuto ai giudici. La commessa 42enne di Positano era arrivata a Masterchef per dimostrare a marito e famiglia, titolari di un albergo, di saperci fare tra i fornelli. Peccato che durante queste settimane non abbia brillato per particolari abilità. La ricorderemo per dei fiori di zucca ‘mbuttunati poco belli e all’apparenza unti e per le crespelle grumose dell’ultima esterna.

GERRY FREGATO DALLE RANE FRITTE

A uscire dopo il pressure test invece è Gerry. Fin dai provini, la sua cucina schietta e semplice ci aveva convinto. Gli abbiamo voluto dare fiducia da subito e ci ha ripagato. Nel corso delle puntate ha dimostrato una buona conoscenza della tecnica (è stato uno dei pochi che ha sezionato il pollo in maniera perfetta) e una sapiente razionalizzazione e gestione del tempo. Anche sotto pressione si è sempre difeso bene e non ha mai avuto atteggiamenti spocchiosi. Sicuramente non sarebbe stato l’ottavo masterchef italiano, ma non meritava di uscire adesso. Nella puntata del 14 febbraio era partito bene: il suo “Duetto di selvaggina”, a base di carne di quaglia e cervo, è risultato tra i tre migliori della mistery box, tanto da meritare i complimenti di Joe Bastianich: «Un ottimo piatto, semplice e fine». Nell’invention test era nel gruppo dei dolci: il suo pane e cioccolato al cucchiaio non brilla per creatività e fantasia, ma secondo Giorgio Locatelli è buono, per cui se la cava. Durante l’esterna, il maniscalco “cow boy” 37enne di Busto Arsizio ha avuto la sfortuna di finire nella squadra perdente dell’esterna ed è stato fregato, per superficialità o perché sotto pressione, dalle rane fritte con gli ossicini.

Tiziana R. E Gerry sono stati eliminati nella quinta puntata di Masterchef 2019.

DOMANDA. Com’è andata questa esperienza, era come ve l’aspettavate?
RISPOSTA. Tiziana: È stata una bellissima esperienza, ma troppo tosta, non me l’aspettavo così. Non la rifarei, credo di essere troppo sensibile per questo genere di esperienze.
Gerry: A me è piaciuta molto e se tornassi indietro rifarei tutto, magari senza i casting, troppo lunghi.

Cosa avete sbagliato?
T. Ho fatto il primo mappazzone di questa edizione.
G. Mi dicono le ossa delle rane, non avevo mai cucinato le rane prima.

Tiziana, lei non è molto amata dalla classe, perché?
Non lo so, bisognerebbe chiedere a loro, forse perché mi temevano o forse perché stavo antipatica, ma non mi hanno capito. Io sono una persona simpatica e genuina.

Con chi siete diventati amici?
T. Con Caterina e con l’altra Tiziana, infatti dopo che sono uscite loro, sono crollata emotivamente.
G. Con Samuele, ma anche con Giuseppe e Salvatore.

LEGGI ANCHE: Intervista a Paola, la prima eliminata di Masterchef

Con quale giudice vi siete trovati meglio?
G. Barbieri mi ha sempre cazziato, con Joe ci sono tante affinità, Locatelli è una grande persona, Cannavacciuolo è molto bravo a vedere le potenzialità di uno chef.
T. Mi sono trovata bene con tutti e quattro, ma il mio preferito è Locatelli.
G. Già, si è innamorata di Locatelli.

Ci sono concorrenti che fanno strategie per vincere? Chi sono?
G. Ci sono, ma non faccio nomi, si dice il peccato, non il peccatore.

Gerry, la scelta dei migliori della brigata che ha fatto Gloria era strategica o no?
Non credo che Gloria ci abbia scelto per strategia.

Chi vince Masterchef?
G. Vince chi deve vincere.
T. Spero una donna.

15 Febbraio Feb 2019 1512 15 febbraio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso