Edoardo Pesce David Di Donatello 2019

Chi è Edoardo Pesce, in nomination ai David di Donatello 2019

Candidato come non protagonista in Dogman di Garrone. Formato alla scuola di Enzo Garinei, esploso con Romanzo Criminale. La carriere dell'attore romano.

  • ...

Edoardo Pesce è candidato al David di Donatello come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione in Dogman di Matteo Garrone. Nato a Roma il 12 settembre 1979, ha raggiunto la notorietà tra il 2008 e il 2010 grazie al ruolo di Ruggero Buffoni nelle due stagioni di Romanzo Criminale – La Serie. Come attore si è formato alla scuola Ribalte di Enzo Garinei e poi alla Teatro Azione diretta da Isabella Del Bianco e Cristiano Censi. Nel 2010 ha recitato in 20 Sigarette, film di Aureliano Amadei tratto dal libro 20 Sigarette a Nassirya, che ricorda la strage che in Iraq uccise 28 militari della base italiana. In tv è stato coprotagonista di Ultimo – L'occhio del falco con Raoul Bova (2012), poi è stato diretto da Pupi Avati nella miniserie Un matrimonio (2012), quindi ha recitato in Squadra antimafia – Palermo oggi (2013), in Non è mai troppo tardi con Claudio Santa Maria (2014), nella sesta stagione de I Cesaroni (2014). Parallelamente ha visto crescere la sua carriera anche al cinema, con la partecipazione a Viva l'Italia di Massimiliano Bruno (2012), Il terzo tempo di Enrico Maria Artale (2013), Se Dio vuole di Edoardo Falcone (2015), Assolo di Laura Morante (2016), Fortunata di Sergio Castellitto (2017) e Cuori puri di Roberto De Angelis (2017), entrambi presentati al Festival di Cannes. Il 2018 è stato l'anno della svolta con due ruoli importantissimi: quello di Giovanni Brusca nella serie tv Il Cacciatore e quello di Simone in Dogman di Matteo Garrone, che gli è valso il primo Nastro d'Argento della carriera dopo la candidatura del 2017 per Cuori puri.

27 Marzo Mar 2019 2031 27 marzo 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso