Jimmie Durham Leone Oro Carriera Biennale Venezia Arte

Durham ha vinto il Leone d'Oro alla carriera della Biennale di Venezia

Il performer americano, classe 1940, ha partecipato a diverse edizioni della manifestazione. La sua arte allo stesso tempo sa essere critica, divertente e profondamente umanistica.

  • ...

Jimmie Durham ha vinto il Leone d’Oro alla carriera della 58esima Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, intitolata May You Live In Interesting Times. La decisione è stata presa dal consiglio di amministrazione della Biennale, presieduto da Paolo Baratta, su proposta del curatore Ralph Rugoff. Durham, nato negli Stati Uniti nel 1940, è un artista, performer, saggista e poeta. Ha partecipato a diverse edizioni della Biennale Arte (1999, 2001, 2003, 2005, 2013) e a varie mostre internazionali tra cui Documenta (1992, 2012), Whitney Biennial of New York (1993, 2003, 2014), la Biennale di Istanbul (1997, 2013) e molte altre mostre collettive.

LE MOTIVAZIONI DEL RICONOSCIMENTO

Nel proporre questo nome Ralph Rugoff ha espresso la seguente motivazione: «Ho indicato Jimmie Durham per il Leone d’oro alla carriera della 58esima Esposizione Internazionale d’Arte per i notevoli risultati in campo artistico che ha raggiunto negli ultimi sessant’anni e, in particolare, per il suo modo di fare arte che allo stesso tempo sa essere critica, divertente e profondamente umanistica». «Da cinquant’anni a questa parte», he detto ancora Rugoff, «Durham trova modi sempre nuovi, intelligenti ed efficaci per far fronte alle forze politiche e sociali che plasmano da sempre il mondo in cui viviamo. Allo stesso tempo, i suoi contributi in campo artistico sono considerati eccezionali per la loro originalità formale e concettuale, per la disinvoltura con cui egli sa fondere tra loro parti dissonanti e prospettive alternative e per la loro irrefrenabile giocosità. Le sue opere ci commuovono e ci deliziano in modo del tutto imprevedibile. Tutto ciò che l’artista realizza ci ricorda che "l’empatia fa parte dell’immaginazione e l’immaginazione è il motore dell’intelligenza", per citare le sue stesse parole. Quell’intelligenza profondamente empatica si irradia dalle sue opere come invisibili raggi di luce, che illuminano e cambiano il modo di vedere di tutti coloro che abbiano la fortuna di imbattersi in esse». Il riconoscimento sarà consegnato a Durham sabato 11 maggio 2019 a Ca’ Giustinian, sede della Biennale di Venezia, nel corso della cerimonia di premiazione e inaugurazione della Biennale Arte 2019.

4 Aprile Apr 2019 1600 04 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso