Trono Di Spade Teorie 8 Stagione

Le 10 teorie più curiose su Il Trono di Spade

Al via l'ottava stagione della serie cult. Breve guida alle ipotesi più intriganti sui personaggi e sul finale. Dal legame Jon-Daenerys all'identità del Night King.

  • ...

L'attesa è finita. L'ottava stagione di Game of Thrones - Il Trono di Spade esordisce domenica 14 aprile negli Stati Uniti e in contemporanea in Italia su Sky Atlantic, alle 3 della notte tra il 14 e il 15.

Nel giro di un paio di settimane avremo tutte le risposte che abbiamo insistentemente cercato negli ultimi otto anni, un tempo più che sufficiente per creare un numero infinito di teorie più o meno verosimili intorno agli elementi che J.R.R. Martin e la Hbo hanno messo a nostra disposizione. Ecco le 10 più curiose.

1. CHI È IL PRINCIPE CHE FU PROMESSO?

Questa è la prima grande domanda di tutte, quella che sembra poter racchiudere in sé la chiave per risolvere l'enigma del Gioco dei troni. La profezia di Azor Ahai parla di un principe che combatte con una spada rossa, e che nascerà di nuovo dal fumo e dal sale per risvegliare i draghi dalla roccia. La profezia dice Principe, e per molti è stato sempre scontato che si trattasse di un uomo, finché Missandei non ha spiegato che nell'antica lingua in cui fu scritta la promessa, la parola “principe” non ha genere, e allora potrebbe persino trattarsi di una principessa. Ecco perché Daenerys Targaryen, che dal fumo è già rinata e ha già risvegliato i draghi dalla pietra, sembra la principale indiziata per il ruolo. Ma esistono altre teorie: la più solida porta a Jon Snow, recentemente rivelatosi anche lui un Targaryen, altre un po' meno convincenti a Sam e Tyrion (ci sono teorie e indizi secondo cui anche loro sarebbero Targaryen), o addirittura a Bran e Jaime.

2. E SE JON E DAENERYS FOSSERO ADDIRITTURA FRATELLI?

Se l'abitudine ai rapporti sessuali tra Cersei e Jaime vi avevano lasciati sostanzialmente indifferenti di fronte alla scena di sesso tra Daenerys e Jon (zia e nipote), tenetevi forte. Sì, anche la Madre dei draghi e l'ormai ex bastardo di Ned Stark sarebbero fratelli. Daenerys, infatti, potrebbe non essere figlia di Aerys II e sorella di Rhaegar, ma la figlia che quest'ultimo avrebbe avuto dalla prima moglie, Elia Martell. Gli alberi di limoni che fanno parte dei ricordi di infanzia di Daenerys, infatti, crescono a Dorne, non a Braavos. Insomma, Jon e Dany potrebbero avere un padre in comune e due madri diverse.

Una foto di scena della serie Game of Thrones - Il Trono di spade.

3. DAENERYS TARGARYEN IMPAZZIRÀ COME IL PADRE?

Finora l'abbiamo vista recitare il ruolo della regina clemente, la liberatrice di schiavi che promette di guidare Westeros in maniera mite ed equilibrata. O quasi. Perché nel tempo Daenerys ha avuto non pochi accessi d'ira e sembra aver perso parte della sua innocenza, arrivando a uccidere nemici anche quando sembrava non essere del tutto necessario e minacciando di usare i suoi draghi nell'assedio ad Approdo del Re, un disegno che, se messo in atto, porterebbe inevitabilmente a un devastante rogo della città e dei suoi abitanti. Così Daenerys finirebbe per riuscire in ciò in cui aveva fallito il padre Aerys II, il Re Folle ucciso da Jaime Lannister dopo aver dato l'ordine di bruciare la città per impedire che i suoi nemici la conquistassero. Esistono anche altre teorie collegate a Daenerys, la più interessante è quella che la vorrebbe unita agli Estranei nel ruolo di Night Queen, un modo per poter riabbracciare i suoi cari morti, il marito khal Drogo e il figlio mai nato. Secondo i fan diversi indizi disseminati lungo la serie porterebbero su questa strada.

4. CHI CAVALCHERÀ IL TERZO DRAGO?

Tre draghi, due cavalieri. Con Drogon da sempre il preferito di Daenerys e Viserion ucciso e trasformato dagli Estranei, resta Rhaegal. Chi lo cavalcherà? Al di là delle teorie più strambe (come quella di un possibile controllo remoto da parte di Bran Stark), il più titolato appare essere Jon Snow, l'unico Targaryen in vita oltre a Daenerys. Tyrion e Sam permettendo.

5. SAM È UN TARGARYEN?

E sì, perché a quanto pare il buon Sam non sarebbe un Tarly autentico, ma il figlio nascosto di Rhaegar ed Elia, portato da Varys a Lord Randyll perché lo proteggesse e crescesse. Sam avrebbe preso dalla madre la gentilezza, la sensibilità e una salute cagionevole, e dal padre l'amore per i libri e la poesia più che l'abilità in battaglia. Randyll avrebbe cercato di crescerlo come un guerriero, accrescendo in lui un profondo senso di frustrazione che il piccolo Sam avrebbe finito per sfogare sul cibo.

Ci siamo interrogati su chi avrebbe vinto la guerra tra Cersei, Daenerys e Jon, ma potrebbe esserci un'altra possibilità, la più drammatica di tutte

6. JAIME UCCIDERÀ IL NIGHT KING? O MAGARI CERSEI?

Jaime Lannister ha già ucciso un re e potrebbe ucciderne un altro. Dopo esser stato la mano destra che ha fermato la follia di Aerys II, potrebbe trovarsi ancora nei panni del salvatore del popolo di Westeros sconfiggendo niente meno che il Re della Notte, il leader degli Estranei. Oppure potrebbe uccidere una regina, e che regina, l'amatissima (anche carnalmente) sorella Cersei, da cui si è allontanato al termine della settima stagione, scegliendo di fatto di schierarsi contro di lei dopo che questa gli aveva confessato di voler tradire Daenyeris e Jon pur andando così incontro a una più che probabile sconfitta contro gli Estranei e all'eliminazione dell'intera razza umana. Jaime e Cersei si ritroveranno ancora uno di fronte all'altro, in battaglia? E se così fosse, riuscirà Jaime a ucciderà l'unica donna che abbia veramente amato nella sua vita? Secondo un'altra teoria a farlo potrebbe invece essere Arya Stark, ma dopo aver preso le sembianze di Jamie. Un indizio al riguardo starebbe nel fatto che Maisie Williams sia stata costretta a imparare a impugnare la spada con la mano sinistra: nel libro Arya è mancina, ma tanti altri dettagli sono stati cambiati nella seria televisiva, perché non anche questo? Jaime ha perso la mano destra e ora può combattere solo con la sinistra, se Arya dovesse assumerne le sembianze per uccidere Cersei, dovrebbe per forza combattere da mancina.

7. NED STARK TORNERÀ?

Ok, Ned Stark ha letteralmente perso la testa nella prima stagione, e tutti l'hanno visto, ma non è affatto detto che non possa tornare. Un paio di indizi: i primi report di Entertainment Weekly dal set dell'ottava stagione parlavano di ritorni clamorosi e in Game of Thrones la morte non è mai stata un processo irreversibile (ricordate Jon Snow?). Ma allora chi è stato decapitato nella prima stagione? Ricordate Jaqen H'ghar, l'assassino senza volto che Arya incontra per la prima volta mentre tenta la fuga da Approdo del Re? Era stato arrestato esattamente nello stesso periodo in cui anche Ned Stark si trovava in cella. Ora, come è possibile arrestare un uomo che può cambiare volto se non è egli stesso a volersi far prendere? E perché Jaqen avrebbe voluto lasciarsi catturare se non per incontrare Ned e magari salvargli la vita sostituendolo con un altro prigioniero a cui avrebbe dato le sue sembianze? Insomma, Ned potrebbe anche averla fatta franca e aver passato gli anni seguenti a nascondersi dai suoi nemici, per poi tornare e recitare un ruolo decisivo nel grande finale. Se dovesse accadere sarebbe un gran peccato per tutti quei meme sulla brutta fine che puntualmente fa ogni personaggio interpretato da Sean Bean in qualsiasi film o serie televisiva.

8. GLI STARK MORTI TORNERANNO COME ESTRANEI?

C'è anche un'altra possibilità. Ned Stark tornerà, sì, ma come un Estraneo, un non-morto che marcerà alle spalle del Re della Notte per distruggere Grande Inverno e il resto di Westeros. Insieme a tutti gli altri Stark morti, compresa la moglie Catelyn, che tornerebbe nei panni di Lady Stoneheart, personaggio presente nei libri ma non ancora apparso nella serie. Gli indizi di questa teoria sarebbero da ricercare nei trailer dell'ottava stagione. In uno di questi Jon, Sansa e Arya percorrono i corridoi delle cripte di Grande Inverno, prima di trovarsi di fronte a una misteriosa minaccia che ha tutta l'aria di essere un'orda di Estranei (nella cripta degli Stark...). In un altro invece si vede Arya fuggire terrorizzata da qualcuno che la insegue. E chi potrebbe essere se non un suo familiare ucciso e tornato sotto forma di non morto?

9. IL NIGHT KING È IN REALTÀ BRAN STARK?

Abbiamo scoperto già nella sesta stagione che Bran non solo può vedere il passato ma può anche incidere sui suoi eventi. A farne le spese, per ora, è stato il povero Hodor, ma il giovane Stark potrebbe aver provocato non pochi altri pasticci lungo la linea del continuum temporale. Per esempio il Brandon che costruì la Barriera potrebbe essere lui, e potrebbe persino essere tornato indietro nel tempo per provare a fermare il Re della Notte, finendo però per diventarlo lui. Troppo? Non per Game of Thrones.

10. E SE VINCESSERO GLI ESTRANEI?

Nei 20 mesi che sono passati tra la settima e l'ottava stagione ci siamo interrogati su chi avrebbe vinto la guerra e conquistato il Trono di Spade tra Cersei, Daenerys e Jon, ma potrebbe esserci un'altra possibilità, la più drammatica di tutte. Gli Estranei sono tanti, hanno un drago e hanno dimostrato di poter arruolare qualsiasi ex essere vivente tra le loro fila. Immaginate che lo facessero con tutti i morti sepolti a Westeros, che li risvegliassero e formassero un esercito sostanzialmente inarrestabile, in che modo si potrebbe scampare alla loro avanzata? Intanto è quasi certo che tra il Re della Notte e Bran Stark ci sia un qualche legame la cui natura ancora ci sfugge. Già detto della teoria secondo cui i due sarebbero la stessa persona, altre li vedono come nemici. La più curiosa sostiene addirittura che il Re della Notte voglia uccidere Bran per distruggere la stessa magia che condanna lui e gli Estranei a vagare per il Continente cancellando ogni forma di vita.

14 Aprile Apr 2019 1500 14 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso