Moody Francia 111122105442

Moody's spaventa la Ue

«Non escludere default. Rating europeo a rischio».

  • ...

Le probabilità di più default fra i Paesi dell'area euro «non sono più insignificanti» (leggi il piano Usa). E «una serie di default aumenterebbe significativamente la possibilità che uno o più Paesi escano da Eurolandia». L'allarme è stato lanciato lunedì 28 novembre dall'agenzia internazionale di rating Moody's, secondo la quale nelle ultime settimane le probabilità di uno scenario negativo per l'area euro sono aumentate con «l'incertezza politica in Grecia e in Italia e il peggioramento delle prospettive economiche» (leggi: Btp sulle orme di Atene).
REVISIONE RATING ENTRO MARZO 2012. L'agenzia ha avvertito: in assenza di misure che nel breve termine stabilizzino i mercati, le valutazioni sui Paesi dell'area euro e dell'Unione Europea potrebbero essere riviste. Moody's ha previsto di completare la revisione dei rating dell'area euro nel primo trimestre 2012 (leggi l'andamento dei mercati di lunedì 28).

La minaccia della rapida escalation della crisi del debito

«Lo scenario di Moody's» ha affermato l'agenzia in un rapporto «resta basato su una tenuta dell'area euro, ma anche questo scenario positivo porta con sé implicazioni molto negative sul rating». «La rapida escalation della crisi del debito dell'area e del settore bancario» ha aggiunto «sta minacciando tutti i rating sovrani europei». E ha sottolineato che l'aumento della pressione su Eurolandia «ha spinto le autorità ad agire rapidamente per riportare fiducia».
EUROZONA DEBOLE. L'Eurozona ha comunque «punti di forza finanziari ed economici, ma la debolezza istituzionale continua a frenare la risoluzione della crisi e pesa sui rating». Eurolandia quindi sembra essere vicina a un bivio che «la porterà o verso una più stretta integrazione o verso una maggiore frammentazione, con il default e l'uscita dall'area di uno o più Paesi». Più la crisi di liquidità continua, «più rapidamente le possibilità di default aumentano. Uno scenario con più uscite dell'Eurozona avrebbe impatti negativi sul rating».
DOWNGRADE PER LE BANCHE EUROPEE. Inoltre Moody's ha avviato la revisione per un possibile downgrade dei rating sul debito subordinato e sul Tier 3 di 87 banche europee in 15 paesi. L'agenzia ritiene che «il supporto sistemico al debito subordinato in Europa stia diventando meno prevedibile con la politica che mostra meno volontà o meno spazio di manovra per sostenere tutte le classi di creditori».

28 Novembre Nov 2011 0942 28 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso