Confindustria: «Crisi peggiore del previsto»

Squinzi scrive a Barroso: «Ritrovare la strada della crescita».

  • ...

Confindustria profila nuvole nere all'orizzonte per l'Europa.
Le condizioni economiche dell'eurozona «si stanno rivelando molto peggiori di quel che era stato previsto pochi mesi fa». E le misure finora adottate dalla Bce e dai governi «si sono dimostrate del tutto inadeguate».
Questo il netto bilancio della confederazione guidata da Giorgio Squinzi sulle politiche di bilancio europee e di anticipazione delle previsioni del rapporto del suo centro studi.
CONTRO LE POLITICHE DI RIGORE. Si critica in particolare le misure adottate dall'Ue per risanare i conti, si legge, «le politiche di bilancio improntate al solo rigore, invece di stabilizzare il ciclo, stanno facendo avvitare su se stessa l'intera economia europea».
Nel frattempo Squinzi, a margine dell'assemblea degli industriali di Como, ha parlato delle lettere indirizzata al presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso, e al presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy.
«Oggi è partita la lettera di varie associazioni italiane. Ne partiranno altre in questi giorni. È un pressing che stiamo cercando di fare sulla commissione europea perché nel vertice del 28 e 29 di giugno si prendano le decisioni giuste che vadano nella direzione di farci ritrovare la crescita», ha spiegato il leader degli industriali.

25 Giugno Giu 2012 1900 25 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso