Roberto Formigoni 120702113740

Formigoni: «A Lissner diamo più di un milione»

Polemica alla Scala, il tweet: «Lo paghiamo con fondi pubblici».

  • ...
Roberto Formigoni.

A quanto pare non è bastato l'annuncio di volersi ridurre lo stipendio del 10%, da parte del sovritendente del teatro della Scala di Milano Stéphane Lissner.
Forse avvelenato dai problemi giudiziari che lo hanno investito negli ultimi mesi e relativi all'uso improprio dei fondi sanitari regionali, il governatore della Lombardia Roberto Formigoni ha attaccato Lissner a suon di tweet.
«GLI PAGHIAMO PIÙ DI UN MILIONE». «Cosa pensano i lombardi di una Scala sostenuta da fondi pubblici che paga al sovritendente un compenso superiore al milione?»: questi i 140 caratteri infuocati di Formigoni.
In primo piano è finito così lo stipendio di Lissner: 449 mila euro fissi l'anno, 115mila variabili, casa auto, autista, Tfr e superbonus da 300 mila euro a fine contratto.
«I DIRIGENTI REGIONALI PRENDONO MENO». Un compenso non da poco, ha sottolineato il presidente lombardo in un secondo tweet: «Il più alto dirigente regionale, con bel altre responsabilità, guadagna meno di un quarto di Lissner. E il suo stipendio è online».
Le dita di Formigoni si sono mosse velocemente per pubblicare i post sul social network, forte del fatto che la Regione non ha mai negato il proprio generoso contributo al teatro milanese e la polemica si è ormai avviata, anche perché non è certo un segreto che la Scala navighi in pessime acque finanziarie: il bilancio 2011 vantava un buco di sette milioni di euro e fra le cause dei problemi finanziare, aveva denunciato lo stesso Lissner qualche tempo fa, il fatto che «mancano fondi statali».
Da una parte, quindi, Formigoni, dall'altra il sindaco di Milano Giuliano Pisapia che nei giorni scorsi ha chiesto un resoconto dei bilanci scaligeri: il teatro è finito in una morsa.

2 Luglio Lug 2012 1025 02 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso