Borsa 120709064420
FINANZA
24 Luglio Lug 2012 1324 24 luglio 2012

Spread, sfondati i 530 punti

Btp-Bund vola a 533,2 punti. Rendimento: 6,52%. Milano: -2,7%.

  • ...

Alta tensione per la Borsa di Milano il 24 luglio: l'indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in lieve rialzo a +0,4% a 12.746 punti, per poi scendere in territorio negativo a -3% e chiudere a -2,7%.
E resta alto il differenziale tra Btp e Bund tedeschi.
Lo spread ha segnato inizialmente 502,5 punti contro i 516 della terribile chiusura di lunedì 23 luglio, quando i mercati di tutta Europa hanno sofferto e i differenziali di Italia e Spagna sono volati a livelli record. Ma poi è risalito a 533,2. Il rendimento del decennale è al 6,52% per la prima volta da gennaio.

17.35 - MILANO CHIUDE IN FORTE CALO: -2,7%. Piazza Affari chiude in deciso ribasso (Ftse Mib -2,7 e Ftse All Share -2,2%). Forti le vendite sulle banche, mentre spicca il rally di Pirelli (+5,38%), grazie al giudizio positivo di Morgan Stanley che ha ribadito la raccomandazione 'overweight', con un prezzo obiettivo a 12 euro. Maglia nera a Mediobanca (-6,75%).

16.30 - CRISI: SPREAD BTP-BUND TORNA A LIVELLI 17 NOVEMBRE. Lo spread Btp-Bund torna ai livelli del 17 novembre 2011, ossia ai tempi del passaggio di consegne Berlusconi-Monti. Il differenziale di rendimento tra i decennali italiani e tedeschi si ampliato a 533,2 punti base.

16.26 - CRISI: SPREAD BTP-BUND A 533 PUNTI. RENDIMENTO AL 6,52%. Lo spread Btp-Bund supera i 530 punti base, a 533 punti, con il rendimento del Btp a 10 anni in rialzo al 6,52%.

16.25 - MILANO, TONFO A -3%, RAFFICA SOSPENSIONI. Raffica di sospensioni a Piazza Affari con gli indici che ampliano le perdite. Il Ftse Mib fa un tonfo a -3,03% e il Ftse All Share cede il 2,71 per cento. Tra i titoli fermati in asta di volatilità Mediolanum, Mediobanca,
Mediaset, Generali, Enel, Mps, Bper e A2A.(ANSA).

16.09 - MILANO:FTSE MIB -2%,AMPLIA CALO DOPO WALL STREET. Piazza Affari amplia il calo e, in scia a Wall Street negativa, il Ftse Mib arriva a cedere il 2,07 per cento. Pesanti le banche con Intesa Sanpaolo che cede il 4,18%, Unicredit il 2,38% e Mps il 3,36 per cento.

15.21 - SPREAD BTP-BUND VICINO A 530 PUNTI. Lo spread Btp-Bund si avvicina ai 530 punti base (527) per poi ripiegare sui 522 punti. Il rendimento del Btp a 10 anni è al 6,47% dopo essere risalito al 6,5%, il livello più alto da gennaio. (ANSA).

14.35 - MILANO FRENA (-1,6%), INTESA -3%, STM -5%. Frena ulteriormente Piazza Affari dopo oltre 5 ore di contrattazioni, con il Ftse Mib in calo dell'1,6% a 12.503 punti. Con lo spread Btp-Bund a 522 punti scivolano Intesa Sanpaolo (-3,15%) ed Stm (-5,53%) dopo i risultati trimestrali. Giù Fiat (-2,45%), bene Pirelli (+2,94%), che resiste in rialzo insieme a Bpm (+2,04%), in attesa del piano industriale e Saipem (+1,35%) dopo le commesse in Arabia Saudita. Sotto pressione Mps (-1,59%) e Unicredit (-1,81%).

14.15 - BTP OLTRE 6,5%, PRIMA VOLTA DA GENNAIO. I Btp decennali tornano a pagare un rendimento del 6,5% per la prima volta dallo scorso gennaio. Lo spread viaggia a 526 centesimi. Intanto - scrive l'agenzia Bloomberg - i titoli con scadenza residua pari a nove anni hanno superato il rendimento di quelli irlandesi.

13.46 - EUROPA FIACCA ATTENDE WALL STREET, BENE ATENE. Procedono fiacche le principali borse europee in attesa dei dati Usa e dell'avvio di Wall Street. Contrastati i futures (Dow Jones -0,03% e Nasdaq +0,05%), a 517 punti lo spread Btp-Bund. Londra e Parigi cedono lo 0,1%, Francoforte lo 0,03%, mentre Milano (-1,14%) e Madrid (-2,15%) fanno peggio. In controtendenza Atene (+1,32%). Sotto tiro Mediobanca (-3,83%), Bankia (-3,01%), Santander (-2,91%) e Axa (-2,7%), bene National Bank of Greece (+2,73%). Giù Fiat (-2,87%) e Peugeot (-1,77%).

13.05 - MILANO: GIU' (-1,3%) CON BANCHE ED STM, INTESA -2,8%. Procede in calo Piazza Affari a metà seduta. Il Ftse Mib cede l'1,3% con gran parte del paniere in rosso. Giù Banco Popolare (-3,36%), Intesa Sanpaolo (-2,8%), Mps (-2,26%) e Unicredit (-1,64%), mentre resiste Bpm (+1,22%) in attesa del piano industriale. Difficoltà per Stm (-5,68%) dopo i conti trimestrali e Fiat (-3,08%), insieme ad Enel (-2,53%) ed Eni (-0,83%). In controtendenza Pirelli (+3,66%), Saipem (+1,79%), con nuove commesse per 250 milioni di dollari e Fiat Industrial.

12.44 - SPREAD ITALIA SALE A 523, SPAGNA A 636. Lo spread dei Btp decennali sale a 523 centesimi, mentre la Spagna è a 636. I titoli italiani rendono il 6,46%.

12.31 - MILANO PEGGIORA: -1%. Procedono contrastati i principali listini europei dopo l'asta dei titoli di stato spagnoli e in attesa dei dati macroeconomici Usa. Londra guadagna lo 0,3%, Parigi e Francoforte lo 0,1%, mentre Madrid (-1,9%) e Milano (-1%) formano il gruppo di coda. Gli investitori penalizzano soprattutto le banche, con Valiant (-3,93%), Bbva (-3,25%), Santander (-3,12%) e Mediobanca (-2,76%). Bene invece Bpm (+3%) e National Bank of Greece (+2,73%). Giù Peugeot (-2,43%) alla vigilia dei conti.

12.01 - SPREAD A 516 PUNTI. Seduta sull'ottovolante per i Btp italiani, con uno spread in forte oscillazione dopo l'avvertimento lanciato ieri da Moody's sul rating della Germania. Il premio di rendimento dei Btp decennali viaggia a 516 centesimi dopo un minimo stamani sotto quota 505 e un massimi di seduta di 525 toccato poco prima delle 10.

11.47 - SPREAD ITALIA A 515, SPAGNA A 632. Lo spread dei Btp decennali viaggia a 515 centesimi. La Spagna è a 632.

11.26 - EUROPA IN LIEVE RIALZO DOPO ASTA SPAGNA; MILANO -0,8%. Si portano in rialzo le principali borse europee dopo l'asta dei titoli di stato spagnoli. Londra, Francoforte e Parigi guadagnano lo 0,1%, Milano cede lo 0,8% e Madrid lascia sul campo l'1,6%.
Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali Borse europee: Londra +0,14%; Parigi +0,13%; Francoforte +0,10%: Madrid -1,64%, Milano -0,83%; Amsterdam +0,07%; Amsterdam +0,06%; Stoccolma +0,07%; Zurigo +0,04%; Atene +1,23%.

11.06 - SPAGNA SUPERA OBIETTIVI IN ASTA TITOLI, MA TASSI SU. La Spagna ha collocato 3,05 miliardi di euro di titoli di Stato a breve termine, più dei tre miliardi che erano l'obiettivo massimo prefissato, pagando tuttavia tassi in rialzo rispetto al mese scorso.
Il Tesoro ha venduto 1,4202 miliardi di titoli semestrali pagando il 3,691% contro il 3,237% del mese scorso. I titoli trimestrali, venduti per 1,628 miliardi, hanno pagato il 2,434% dal 2,362% di giugno.

10.23 - EUROPA DEBOLE, MILANO -0,7%. Si indeboliscono le principali borse europee dopo il calo registrato dall'indice che misura la fiducia dei manager delle imprese manifatturiere europee, sceso inaspettatamente a 44,1 punti, contro i 45,2 previsti. Invariato invece l'indice composito (46,4 punti) ed in crescita quello dei servizi (47,6 punti). Londra e Parigi cedono lo 0,2%, Francoforte lo 0,4% e Milano lo -0,7%, mentre Madrid lascia sul campo l'1,3%.
In luce invece Atene (+1,02%). Scivolano Allianz (-2,44%), Bnp (-2,56%), Bbva (-2,29%) e Santander (-1,89%). Giù anche Fiat (-3,24%), Peugeot (-2,23%) e Bmw (-1,5%), mentre salgono i bancari Bpm (+2,38%) e National Bank of Greece (+1,82%).
Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali borse europee. - Londra -0,20% - Parigi -0,24% - Francoforte -0,39% - Madrid -1,30% - Milano -0,69% - Amsterdam +0,05% - Stoccolma -0,19% - Zurigo invariata - Atene +1,02%.

10.07 - PIAZZA AFFARI PEGGIORA: -0,9%. Ulteriore colpo di freno su Piazza Affari, che, a differenza delle altre borse europee, sembra scegliere la via del ribasso dopo circa un'ora di contrattazioni. Il Ftse Mib lascia sul campo lo 0,91% a 12.589 punti, frenato da Stm (-4,62%) dopo i dati trimestrali e da Fiat (-3,44%), all'indomani dell'alleanza tra Peugeot e Toyota, che ha preso il posto del Lingotto nell'impianto Sevel Nord per la produzione di veicoli commerciali. Secondo l'agenzia Bloomberg, inoltre, Chrysler ha reso noto che sono in corso indagini sulla sicurezza di alcuni veicoli prodotti in Usa dalla Jeep. Bene invece i bancari Bpm (+2,38%), Mps (+1,65%) e Unicredit (+0,7%) a differenza di Intesa Sanpaolo (-1,36%), Mediobanca (-1,76%) e Generali (-1,01%).

9.56 - BORSE INCERTE, MILANO -0,72%. Si confermano incerte le principali Borse europee dopo la spia rossa accesa nella notte da Moody's sulla Germania e con il calo della fiducia delle imprese francesi a luglio da 91 a 90 punti base. In attesa di conoscere l'indice manifatturiero Usa a luglio, previsto per le 16, e con i futures su Wall Street in calo, Londra cede lo 0,02%, Parigi guadagna lo 0,01% e Francoforte cede lo 0,35%, mentre Milano fa peggio e lascia sul campo lo 0,72%. A frenare sono le auto con Fiat (-1,36%) e Bmw (-0,99%), mentre guadagna Pirelli (+1,58%). A due velocità i bancari, con National Bank of Greece (+1,82%) positiva insieme a Mps (+1,1%), mentre scivolano le spagnole Santander (-0,97%) e Bbva (-1,13%). Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali borse europee. - Londra -0,02% - Parigi -0,01% - Francoforte -0,35% - Madrid -0,37% - Milano -0,72% - Amsterdam +0,19% - Stoccolma -0,55% - Zurigo +0,20%.

9.55 - LO SPREAD RISALE A 512. Il premio di rendimento dei titoli decennali italiani torna a 512 punti, mentre la Spagna si attesta a 623 centesimi. Resta sotto i 100 punti base la Francia (96) mentre l'Irlanda, da giorni scesa al di sotto dei livelli italiani e spagnoli, si attesta a 471,8 centesimi.

9.38 - MILANO GIRA IN CALO: -0,4%. Gira in calo Piazza Affari (Ftse Mib -0,4% a 12.655 punti) in una mattinata che si preannuncia piuttosto incerta per i listini. Cede Stm (-3,4%) dopo i dati trimestrali con ricavi in crescita (+6,5%) e perdita in calo a 75 milioni di dollari. In lieve calo anche Intesa Sanpaolo (-0,22%), mentre si confermano positive Mps (+1,89%) e Bpm (+2,72%), dopo le indiscrezioni sul piano industriale. Bene Unicredit (+1,4%), giù invece Fiat (-1,83%), Eni (-0,7%) ed Enel (-0,94%).

9.27 - MADRID APRE A +0,98%. La borsa di Madrid ha aperto in rialzo con l'indice Ibex che guadagna lo 0,98% a 6.238,20 punti.

9.24 - MILANO OSCILLA: +0,2%. Oscilla intorno alla parità Piazza Affari. Dopo un avvio positivo (Ftse Mib +0,04%) ed una rapida inversione di rotta (-0,3%), il Ftse Mib si riposta sulla parità e guadagna lo 0,2% a 12.729 punti.

9.23 - LONDRA APRE POSITIVA. La borsa di Londra ha aperto in rialzo con l'indice Ftse che guadagna lo 0,17%.

9.22 - PARIGI APRE IN RIALZO. La borsa di Parigi ha aperto in rialzo con l'indice Cac-40 che guadagna lo 0,46% a 3.115,94 punti.

9.15 - FRANCOFORTE APRE PIATTA. La borsa di Francoforte apre con l'indice Dax poco mosso (+0,02%) dopo che Moody's ha portato a 'negative' le prospettive sula tripla A del rating tedesco.

9.10 - A MILANO CORRONO I BANCARI. Si conferma positiva l'apertura di Piazza Affari. Il Ftse Mib guadagna lo 0,4% a 12.740 punti favorito dai titoli bancari. In particolare corrono Mps (+3%), già brillante nella vigilia, e Bpm (+3,07%), favorita dalle prime indiscrezioni sul piano industriale atteso per il 24 luglio, con una stima sulla redditività di oltre 250 milioni di euro al 2015. Acquisti anche su Unicredit (+0,25%), mentre Intesa Sanpaolo rimane invariata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso