Vaticano

Vertici Mps, Santa sede: «Allo Ior nessun conto»

La notizia, confermata ai pm, era apparsa il 4 febbraio sul Corriere.

  • ...
Il portavoce Vaticano Federico Lombardi.

La Santa Sede «esclude» che «dirigenti del Montepaschi abbiano avuto possesso di fondi presso lo Ior».
Il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, ha smentito questa notizia, dopo che già il 4 febbrario aveva negato che si fossero tenute riunioni sulla questione Antonveneta-Mps presso lo Ior, la banca vaticana.
Padre Lombardi ha aggiunto che «non solo non hanno mai avuto luogo le riunioni presso lo Ior sulla questione dell'Antonveneta, ma si può anche escludere che dirigenti del Montepaschi abbiano avuto possesso di fondi presso lo Ior. Si deve infine far notare», ha aggiunto il portavoce vaticano, «che i conti presso lo Ior hanno specifiche molto diverse da quelle dei presunti conti citati».

Ma il giornalista ha confermato tutto ai Pm

La notizia era apparsa il 4 febbraio sul Corriere della Sera. In un articolo, a firma del giornalista Paolo Mondani, si faceva riferimento a un testimone, dipendente della Santa Sede, il quale avrebbe riferito che presso l'Istituto bancario vaticano si sarebbero «svolte importanti e delicate riunioni per la costruzione dell'operazione Antonveneta».
INCHIESTA SU RICICLAGGIO FONDI IOR. Per questo motivo gli inquirenti romani hanno sentito il 5 febbraio, come testimone, Mondani, il quale ha confermato tutto ciò che ha scritto. Il giornalista è stato sentito dal procuratore aggiunto Nello Rossi e dai sostituti Stefano Rocco Fava e Stefano Pesci nell'ambito di una delle inchieste per riciclaggio riguardanti lo Ior. Tra l'altro, nel servizio, Mondani ha citato l'apertura di quattro conti correnti intestati ad altrettanti istituti religiosi per coprire personaggi che avrebbero avuto un ruolo nell'acquisizione di Antonveneta.

5 Febbraio Feb 2013 1200 05 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso