Draghi

Quello che l'euroinomane Draghi non dice

Sostiene che la moneta unica è «irreversibile»: falso. Non è altro che l’imperativo che la classe dominante vuole imporre. Un vero e proprio metodo di governo per sottomettere lavoratori e piccole imprese.

  • ...

È una patologia grave e, temo, incurabile. Non v’è terapia che valga a estirparla. Chi ne è affetto è come in preda a una dipendenza mortifera, da cui non esiste argomento, strategia o cura che possa salvarlo. Tu provi e riprovi, con biblica pazienza e argomenti “geometrici” degni dell’Etica di Baruch Spinoza, a spiegargli che l’euro e l’Unione Europea sono il problema, un preciso metodo di governo neoliberista che sta riuscendo con profitto a distruggere diritti e piccola imprenditoria, e lui ti risponderà incurante: «Ci vuole più Europa». Che è come dire «ci vuole più droga» dinanzi alla tossicodipendenza. È – l’avete capito – la malattia degli euroinomani.

IL MANTRA DELL'EURO IRREVOCABILE. Ed ecco che ora l'esponente di punta dell'aristocrazia finanziaria Mario Draghi ripete il solito mantra: l'euro è «irrevocabile» (sic!). Dove, ovviamente, la prescrizione è fatta passare per descrizione asettica. Dice «è», dobbiamo leggere «deve essere»: è l’imperativo che la classe dominante sradicata e ultra-capitalistica vuole imporre a mo' di programma politico-economico atto a tutelare i suoi interessi di classe. La classe a cui l’euroinomane Draghi appartiene - lupi di borsa e capitani della finanza, delocalizzarori e negatori dei diritti sociali - vuole che l'euro sia irreversibile. Vuole che non baleni nemmeno più in guida di sogno o di utopia l’idea di un possibile ritorno a quella sovranità monetaria ed economica che rendeva possibili la spesa pubblica e le politiche sociali non liberisticamente orientate.

UN PRECISO METODO DI GOVERNO. Draghi e gli euroinomani vogliono questo, giacché l'euro è il preciso metodo di governo con cui la classe dominante sta gestendo impunemente le sue politiche economico-genocidarie ai danni dei lavoratori e della piccola impresa e a beneficio esclusivo del capitale finanziario e della sua casta apolide e sradicata, nemica giurata delle sovranità nazionali e dei diritti sociali.

8 Febbraio Feb 2017 1333 08 febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso