Embraco: Slovacchia, nessun aiuto
Economia
15 Maggio Mag 2018 1405 15 maggio 2018

Embraco, salvi tutti i posti di lavoro con stessi diritti e retribuzioni

Accordo annunciato dal ministro dello Sviluppo Carlo Calenda. Manca solo la firma. Dei 497 dipendenti circa 70 hanno lasciato l’azienda, altri 350 saranno assunti da un gruppo israeliano-cinese e 40 andranno alla torinese Astelav.

  • ...

Tutti i posti di lavoro della Embraco di Riva di Chieri sono salvi. L'accordo è stato annunciato dal ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, al termine di un incontro con l'azienda. «Oggi sono stati presentati ai sindacati i progetti delle due aziende che investiranno nella ex Embraco riprendendo tutti i lavoratori con gli stessi diritti e le stesse retribuzioni, senza nessun supporto di denaro pubblico», ha spiegato Calenda.

Il ministro ha aggiunto che le parti «si vedranno venerdì prossimo all'Unione industriali di Torino» per finalizzare l'intesa. Dei 497 dipendenti circa 70 hanno lasciato l’azienda con gli incentivi offerti dalla società del gruppo Whirpool, 350 saranno assunti da un gruppo israeliano-cinese, Ventures production, che vorrebbe produrre robot per la pulizia dei pannelli fotovoltaici e filtri per l’acqua, mentre altri 40 andrebbero alla torinese Astelav, che si occupa di rigenerazione di frigoriferi usati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso