7 Intesa San Paolo Pezzo Serata
Economia
27 Giugno Giu 2018 0931 27 giugno 2018

Il nido di Intesa Sanpaolo: così la banca assicurazione vuole proteggere e crescere i suoi clienti

L’installazione è il simbolo della nuova iniziativa nel campo delle polizze lanciata dal gruppo bancario a Torino. La città, sede del nuovo polo assicurativo, ha visto una serata di incontri e musica nella cornice dell’ex stabilimento riqualificato delle Officine Grandi Riparazioni.

  • ...

Un nido alto due metri e largo cinque è il simbolo scelto da Intesa Sanpaolo per lanciare il nuovo polo assicurativo che avrà sede a Torino. L’installazione, collocata al centro del cortile delle Officine Grandi Riparazioni, è stata lo sfondo dei tanti selfie scattati durante la serata di giovedì 21. Da condividere subito sui social con l’hashtag #sharingfuture. All’interno dell’ex stabilimento riqualificato, invece, uno show condotto da Alessandro Cattelan per parlare di sicurezza e protezione da diversi punti di vista, in occasione della nuova iniziativa del gruppo bancario nel campo della bancassurance.

UNA PROTEZIONE A 360° GRADI. Incontri veloci, in cui star dello spettacolo, dell’architettura e dello sport hanno spiegato come si prendono cura di ciò a cui tengono. Protezione può così significare anche solo pronunciare un nome. Per lo scrittore e insegnante Alessandro D’Avenia, infatti, l’appello in classe è il momento più importante perché è un modo di far sentire al sicuro chi viene chiamato da una voce che gli vuole bene. In molti casi, invece, sono donne coraggiose come quelle descritte dalla conduttrice Serena Dandini, a farsi carico della tutela dei più deboli. Mentre Stefano Boeri ha parlato della stabilità delle case, un problema prioritario in Italia. Per l’architetto del Bosco verticale di Milano e che si è occupato della ricostruzione di un polo ristorativo ad Amatrice, la soluzione potrebbe essere il legno.

SICUREZZA ONLINE E SUL CAMPO. A spiegare la sicurezza online, invece, non poteva che essere Salvatore Aranzulla. Il divulgatore informatico ha fornito consigli su come per proteggere i propri dati in Rete. Un esempio? Alla partenza di un viaggio, meglio non pubblicare su Instagram le foto della carta d’imbarco. E poi lo sport: prima Fabio Capello che, seduto sulla panchina da allenatore, ha parlato dell’importanza dello spogliatoio. Un vero nido – la parola chiave della serata organizzata dalla banca assicurazione - per i calciatori e dove il discorso giusto può ribaltare una partita. Poi il ciclista freerider Vittorio Brumotti, in partenza per un nuovo tour: da Livigno (Lombardia) ad Agrigento (Sicilia), campeggiando nei luoghi Fai. Per far riscoprire le bellezze di cui gli italiani devono prendersi cura.

A (NON) CHIUDERE LA SERATA DI INTESA SANPAOLO MAX GAZZÈ. In mezzo agli incontri la musica degli Street Clerks e di Valentina Parisse, fino alla chiusura affidata a Max Gazzè. Il cantante ha parlato della tutela dell’arte e della creatività dei più piccoli. E quando ormai anche Cattelan aveva già salutato il pubblico torinese, il palco è rimasto tutto per lui. Il pubblico torinese nel frattempo si era avvicinato, la timidezza iniziale sciolta con pochi accordi. Così, al termine previsto, il cantautore si è guardato intorno: «Mi sembra un peccato andarmene proprio ora» ha commentato sorridendo, prima di aggiungere un paio di brani alla scaletta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso