Borsa Milano chiude in rialzo (+0,65%)
Economia
29 Giugno Giu 2018 0921 29 giugno 2018

Borsa, mercati e spread del 29 giugno

Avvio positivo per Piazza Affari dopo il mini-accordo al Consiglio europeo raggiunto nella notte sui migranti. Ma pesa anche il rimbalzo delle piazze cinesi che mette termine (per ora) a un trimestre nero.

  • ...

Avvio positivo per Piazza Affari il 29 giugno con l'accordo raggiunto sui migranti al Consiglio europeo nella notte. Il Ftse Mib sale dell'1,31% a quota 21.712 punti. Spread in calo. Il differenziale Btp Bund segna 236 punti contro i 245 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è pari al 2,707%.

IL TRAINO CINESE. Si abbassa un po' la pressione, quindi, sull'Italia. Ma è anche il contesto extra-europeo ad aver aiutato, con le Piazze cinesi che rimbalzano ponendo fine a quello che è stato il peggior trimeste in quasi tre anni, tra le tensioni commerciali crescenti tra Stati Uniti e Cina. Hong Kong sale dell'1,52%, Shanghai del 2,10% e Shenzhen del 3,19%. Rialzi marginali per Tokyo (+0,15%) e Seul (+0,51%). In calo invece Sydney (-0,33%).

Il liveblogging:

10.28 - EUROPA IN POSITIVO CON LE BANCHE. In Europa la settimana si chiude con la riscossa delle banche. I listini sono tutti impostati al rialzo (Stoxx Europe 600 Index Rises 1,2%) ma il settore finanziario performa addirittura meglio (+1,7%). Resta stabile l'euro a 1,1625 dollari. Londra guadagna l'1,1%, Parigi l'1,35% con Capgemini in evidenza (+2,8%). A Madrid (+1,39%) sugli scudi il Santander (+2,2%) e vola Caixa (+6%). A Francoforte (+1,45%) si mettono in evidenza Deutsche Bank (+3,5%) e Commerzbank (+2,8%). A Milano (+1,46%) l'euforia di Unicredit (+2,4%) e Intesa (+1,8%) è bilanciata dal tonfo di Mediaset (-4,6%). Sugli scudi anche Fca (+4,4%) ed Exor (+4%)

10.26 - MILANO CONTINUA A SALIRE. Piazza Affari conferma il buon avvio con il Ftse Mib che sale dell'1,5% a 21.822 punti. Al pari delle altre Borse europee gli indici corrono in scia all'accordo sui migranti raggiunto al Consiglio europeo. In luce Fca che rimbalza (+5,81%) dopo i timori legati ai dazi e insieme al ritorno di rumors, riportati da Asia Times di un interesse da parte di Hyundai. Avanza anche Exor (+4,19%). Tra gli altri rialzo del 2,88% per Fincantieri nonostante la revisione ad 'accumulate' di Banca Akros e la sconfitta in una grossa commessa in Australia assegnata invece al colosso britannico della difesa BAE Systems. Volano inoltre i bancari con Banco Bpm (+3,39% e Ubi (+3,33%) in evidenza. A seguire Unicredit (+2,59%) Banca Mediolanum (+2,62%) e, tra assicurativi, Unipol (+2,99%). Bene poi Prysmian che ha lanciato un aumento da 500 milioni dopo l'acquisizione di General Cable. Vendite su Mediaset (-4,77%) con Morgan Stanley che taglia il settore dei media in generale.

9.43 - SHANGHAI CHIUDE IN RIALZO. Le Borse cinesi trovano lo slancio nel seconda parte di una seduta volatile e centrano il rimbalzo: l'indice Composite di Shanghai chiude a +2,17% (2.847,42 punti), mentre quello di Shenzhen sale del 3,26%, ai massimi intraday di 1.607,62. A maggio gli indici restano negativi, rispettivamente dell'8% e del 9% circa. Lo yuan cede sul dollaro per il 12/mo giorno di fila dopo che la Banca centrale cinese ha fissato la parità bilaterale a 6,6166. Il renminbi segna uno spot rate di 6,6205 (-0,05%) intorno alla chiusura dei listini azionari.

9.22 - EUROPA IN RIALZO. Le Borse europee iapprono in buon rialzo con l'accordo sui migranti raggiunto al Consiglio europeo. Parigi sale dell'1,13% con il Cac 40 a 5.335 punti mentre Francoforte guadagna l'1,19% con il Dax a quota 12.322 punti. Londra registra un +0,96% con il Ftse 100 a 7.688 punti.

9.07 - MILANO APRE A 1,31%. Avvio di buon passo per Piazza Affari con l'accordo raggiunto sui migranti al Consiglio europeo. Il Ftse Mib sale dell'1,31% a quota 21.712 punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso