Apple Store Milano Piazza Liberty
Economia
2 Agosto Ago 2018 1755 02 agosto 2018

Apple vale mille miliardi di dollari

È la prima azienda statunitense a raggiungere il traguardo a 12 zeri. Vale più delle prime quattro banche americane e del Pil della Turchia o dell'Olanda.

  • ...

Apple record: Cupertino diventa la prima società al mondo ad avere una capitalizzazione di mercato di mille miliardi di dollari. Il traguardo è stato raggiunto alle 11,48 del mattino del 2 agosto ora di New York quando il titolo ha toccato i 207,05 dollari. Apple vale così quattro volte l'economia della Grecia, più del Pil della Turchia e anche più di quello dell'Olanda. Ma anche quasi quanto le quattro maggiori banche americane insieme (JPMorgan, Citigroup, Bank of America e Wells Fargo & Co), e sicuramente più di tutte le case automobilistiche al mondo e più dell'intera industria dei media americana includendo Netflix, Comcast e Walt Disney. Per l'amministratore delegato Tim Cook è una rivincita su tutti coloro che ne hanno messo in dubbio la leadership quando ha assunto la guida della società con la morte di Steve Jobs nel 2011. Allora Apple valeva 350 miliardi di dollari e in molti dubitavano sulle capacità della società di continuare a crescere e innovare senza il suo "visionario". Complice il successo dell'iPhone, nonostante i suoi 11 anni, Apple la sua corsa l'ha continuata, allungando il passo anno dopo anno e distanziando le rivali. Con Cook Cupertino ha ampliato il suo portafoglio prodotti con l'Apple Watch, gli Airpods e lo speaker HomePod, ma ha anche trovato nei servizi la sua nuova frontiera di crescita, come dimostra il boom di Apple Music.

IL MIGLIOR TERZO TRIMESTRE PER CUPERTINO

Nel mezzo di un periodo difficile per il comparto tecnologico, Apple si rivela una sicurezza. La socità di Cupertino ha chiuso il suo migliore terzo trimestre fiscale di sempre con utili e ricavi in rialzo e superiori alle stime degli analisti. Il numero degli iPhone venduti ha deluso, ma il prezzo medio dello smartphone ha superato le previsioni suggerendo che il modello iPhone X - il più costoso con un prezzo di partenza di 999 dollari - sta andando bene. Per altro, secondo le stime di Idc, Apple è stata superata da Huawei come secondo produttore di smartphone, alle spalle della coreana Samsung.

UNA CEDOLA DI 73 CENT AD AZIONE

Restando ai conti della Mela, continua la crescita dei servizi offerti dal gruppo, che hanno generato vendite record. Alla luce di tutto questo, Apple ha annunciato una cedola di 73 centesimi per azione; verrà pagata il 16 agosto a chi risulterà socio tre giorni prima. L'amministratore delegato Tim Cook si è detto «entusiasta di comunicare il migliore trimestre di giugno e il quarto trimestre consecutivo con una crescita a doppia cifra del fatturato». Secondo il manager, i risultati del periodo sono stati sostenuti da iPhone, servizi e dispositivi indossabili. Soltanto questi ultimi hanno registrato vendite in aumento annuo del 60% nel trimestre portando il totale negli ultimi quattro trimestri a oltre 10 miliardi di dollari.

APPLE NON TEME LA GUERRA COMMERCIALE CON LA CINA

Lo stesso Cook ha usato la conferenza telefonica con gli analisti per rassicurare sul fronte delle tensioni commerciali tra Usa e Cina: i dazi adottati da Washington contro Pechino non stanno colpendo alcun prodotto dell'azienda, che però sta valutando le implicazioni delle tariffe doganali addizionali per altri 200 miliardi allo studio negli Usa. Il direttore finanziario, l'italiano Luca Maestri, ha posto l'accento sulla crescita dei ricavi in ogni area geografica, con record per il periodo nelle Americhe, in Europa, Giappone e Asia-Pacifico. È lui ad avere precisato che nel trimestre l'azienda ha distribuito ai soci quasi 25 miliardi di dollari di cui 20 miliardi attraverso il riacquisto di titoli propri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso