bce-quantitative-easing
Economia
9 Agosto Ago 2018 1007 09 agosto 2018

La Bce conferma l'uscita dal Quantitative easing a gennaio 2019

L'istituto di Francoforte rileva che i consumi in Italia e Spagna non hanno ancora evidenziato una completa ripresa. Mentre in Germania e Francia sono di circa il 10% più alti rispetto al periodo pre-crisi.

  • ...

La Banca centrale europea ha confermato l'uscita dal Quantitative easing da gennaio 2019 e la riduzione graduale degli acquisti netti di titoli di Stato a 15 miliardi al mese dai 30 attuali. Secondo l'istituto di Francoforte, tuttavia, «un ampio grado di accomodamento monetario è ancora necessario» per accompagnare l'aumento dell'inflazione e a fronte a una ripresa che prosegue, ma a ritmo più lento. I dazi, inoltre, hanno ridotto il contributo degli scambi commerciali. Nel suo bollettino economico, la Bce rileva che i consumi in Italia e Spagna non hanno ancora evidenziato un completo recupero, mentre in Germania e Francia sono di circa il 10% più alti rispetto al periodo pre-crisi. Sempre in Italia e Spagna, i redditi reali da lavoro dipendente permangono significativamente inferiori rispetto al periodo precedente al 2008.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso