Marchionne
Fca e il dopo Marchionne
Marchionne Elkann Fca Successione Manley

Elkann e il ruolo di Marchionne dietro la scelta di Manley

Il presidente di Fiat Chrysler agli azionisti: «Processo di successione già avviato con Sergio. Il nuovo amministratore delegato assicura continuità operativa». A fine settembre l'organizzazione.

  • ...

Anche Marchionne ha contribuito alla scelta del suo successore. Lo ha rivelato John Elkann all'assemblea straordinaria degli azionisti di Fiat Chrysler (Fca) convocata per deliberare sulla nomina del nuovo amministratore delegato, e che si è aperta con un minuto di silenzio: «Sergio è scomparso, dopo 14 anni di guida illuminata, il 25 luglio 2018. Il 21 luglio, quando si è compresa l'impossibilità che tornasse alla guida della società, il consiglio ha indicato, nell'ambito del processo di successione già avviato e condiviso con Marchionne, Mike Manley nuovo amministratore delegato. Il consiglio di amministrazione ha attribuito a Manley le deleghe per assicurare continuità operativa».

A FINE SETTEMBRE L'ANNUNCIO DELLA NUOVA ORGANIZZAZIONE

Elkann ha quindi spiegato: «Manley ha lavorato nelle ultime settimane con il suo team e annuncerà a fine settembre la sua organizzazione. Marchionne ha reso Fca una forte e indipendente società. Vi posso garantire che Manley continuerà su questa strada e il board lo supporterà». Un commento anche sul nuovo ad di Ferrari: «Con la nomina di Louis Camilleri sono contento di dare una corretta leadership alla Ferrari, è una persona di grande talento ed esperienza. Sono molto grato che abbia accettato nel momento drammatico che stavamo vivendo. Camilleri è uno straordinario leader che ha saputo affrontare e risolvere questioni di grande complessità».

7 Settembre Set 2018 1020 07 settembre 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso