Crac Lehman Brothers Startup Anniversario 2
Economia
12 Settembre Set 2018 1000 12 settembre 2018

Da trader a startupper: i sopravvissuti a Lehman Brothers

C'è chi fa concorrenza a Uber. Chi si dedica al recruiting e chi alle pensioni. Come si sono reinventati (con successo) i dipendenti dopo il crollo del 2008. 

  • ...

Dieci anni fa. Correva l'anno 2008. Il 15 settembre il crac Lehman Brothers avrebbe scatenato il panico e la crisi esistenziale del sistema finanziario. Le immagini trasmesse dalle tivù con decine di banker abbandonare, scatoloni in mano, il quartier generale dell'azienda avrebbero fatto il giro del mondo. Quindi la storia. La risposta politica a livello mondiale prese le sembianze dell'austerity, una strada che portó dritti al credit crunch e alla contrazione dell'attività economica causando così un gettito fiscale inferiore per contrastare il quale i governi si misero a incrementare deficit e debito. L'impatto maggiore fu, neanche a dirlo, sulla gente comune mentre i grandi salvataggi pubblici delle banche cominciarono a generare una diffusa sensazione di impunità. Il resto è materia di dibattito.

DA BANCHIERI A STARTUPPER: LA CARICA DEI 380

Ma quale è l’eredità di quel collasso al di lá del cataclisma economico-finanziario che ha travolto tutti? Una nuova classe imprenditoriale. Complice quella che da molti in Lehman fu definita un cultura della competizione e della libertà di iniziativa sono in molti, tra gli ex trader, quelli che hanno smesso le vesti del banchiere per indossare quelle dello startupper. Crunchbase, database di start-up di proprietà della testata Techcrunch, conta 176 aziende fondate dagli Alumni (ex impiegati) della banca americana, per un totale di 380 fondatori.

JOHN ZIMMER E LA CONCORRENZA A UBER CON LYFT

Tra i casi più famosi troviamo quello di John Zimmer, analista ai tempi del crash e poi startupper nell’industria dei trasporti: sua infatti l’idea di fare concorrenza a Uber fondando, a San Francisco, Lyft.

A sinistra Marco Cuban e a destra il cofondatore di Lyft John Zimmer.

COLIN BRADLEY SI DEDICA ALLE RISORSE UMANE CON OCTAVIA

Restando nell’ambito delle start-up innovative, Colin Bradley, associate nel settembre del 2008, si è invece indirizzato nel settore delle risorse umane fondando Octavia, provider di soluzioni basate su intelligenza artificiale e machine learning per migliorare l’attività di recruiting.

LYNN GRAY ATTIVO NEL RECRUITING

Sempre nel mondo delle risorse umane, Lynn Gray, uno dei direttori amministrativi di Lehman, ha poi fondato Campus Scout, una realtà attiva nel mondo del reclutamento di studenti universitari.

Festa segreta degli ex Lehman Brothers per i 10 anni dal crack

Una grande festa in una location super esclusiva e probabilmente con fiumi di champagne: il tutto per celebrare i dieci anni dal crollo di Lehman Brothers. In segreto gli ex dipendenti della banca stanno organizzando un maxi party a Londra intorno al 15 settembre, l'anniversario del crack.

ANASTASIA ADRIANOVA SI OCCUPA DI PENSIONI CON AKROPOLIS

Un'altra fund manager, Anastasia Adrianova, ha invece inventato un protocollo blockchain per fissare il problema delle pensioni. Akropolis, questo il nome della start-up, permette attraverso una struttura basata sugli smart contract di garantire una pensione alle nuove generazioni.

JOHN CANDILLIER E DEEPA GANDHI: DAI SERVIZI AL RETAIL DI LUSSO

John Candillier, uno dei managing director ai tempi del crac, ha invece fondato un’azienda di servizi di lost-and-found, Keyfecth, mentre la trader Deepa Gandhi è la co-fondatrice di Dagne Dover, settore retail, produttore di borse e accessori di lusso.

Il profilo LinkedIn di John Candillier fondatore di Keyfetch.

PRANAY GUPTA FONDATORE DI 91SPINGBOARD

Altro esempio di successo è quello di Pranay Gupta, associate ai tempi di Lehman, e poi fondatore di 91spingboard, co-working space business leader in India: «Abbiamo cominciato con uno spazio di 10 mila metri quadri a Nuova Delhi e adesso siamo il più grande operatore indiano» offrendo supporto a oltre 2 mila start-up sparse su 20 uffici in 8 città, dice della sua azienda su LinkedIn.

ANIL STOCKER PUNTA SUI SERVIZI ALLE PICCOLE IMPRESE

Anche un altro trader, Anil Stocker avrebbe scelto il mondo dei servizi alle piccole imprese, fondando MarketInvoice, azienda tra le più in voga nel Fintech, segmento factoring digitale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso