Spread Btp Bund in calo a 190 punti
Spread e mercati
Spread Oggi Borsa News 29Ottobre
Economia
29 Ottobre Ott 2018 0817 29 ottobre 2018

Le quotazioni di spread e Borsa italiana del 29 ottobre 2018

Dopo il verdetto di S&P's, giornata positiva per Piazza Affari: sale a +2,5% per poi chiudere a 1,9%. Differenziale Btp-Bund a 296 punti. Corrono i titoli bancari. Bene Ansaldo. I mercati in tempo reale.

  • ...

Piazza Affari ha chiuso in testa alle altre borse europee (Ftse Mib +1,91% a 19.039 punti), di nuovo sopra i 19mila dello scorso 19 ottobre, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 296 punti, sotto la soglia critica dei 300. In lieve rialzo gli scambi, per 2,3 miliardi di euro di controvalore, in una giornata di forti acquisti sui titoli bancari, a partire da Banco Bpm (+5,01%) e Bper (+4,41%). In luce anche Unicredit (+4,32%), Ubi (+4,08%), Intesa (+3,03%) e Mediobanca (+2,85%) dopo la mancata bocciatura di S&P sul debito italiano. Rally di Carige (+6,52%) ed Mps (+7,62%) spinte dalla disponibilità del governo a sostenere gli Istituti più in difficoltà. Balzo di Stm (+5,62%), promossa dagli analisti, e di Tim (+4,36%), alla vigilia del Cda che sulla cessione di Persidera. Fiacca Luxottica (-0,58%), nel primo giorno dell'Ops di Essilor-Luxottica a 0,4613 nuove azioni di quest'ultima per ogni titolo conferito.Prese di beneficio su Leonardo (-1,85%) e Moncler (-1,42%), di segno opposto Ansaldo (+8,97%), poco sotto il prezzo dell'Opa totalitaria di Hitachi, bene Atlantia (+0,91%), che ha chiuso l'operazione Abertis con Acs e Hochtief.

SPREAD BTP-BUND IN DISCESA

Continua a raffreddarsi ancora lo spread tra Btp e Bund. Il differenziale è calato sotto la soglia dei 290 punti base fino a un minimo di seduta di 288 punti base (tasso Btp decennale al 3,27%), per poi riportarsi sui 291 punti base con un rendimento al 3,29% e chiudere a 296 con il rendimento del decennale italiano è al 3,33%. Venerdì 26 ottobre il differenziale tra i due titoli aveva chiuso a 309 punti.

CALA IL TASSO DEI BOT A 6 MESI

Il Tesoro ha collocato tutti i sei miliardi di euro di Bot semestrali offerti in asta oggi, con il tasso in calo. Il rendimento medio è sceso a 0,159% da 0,206% del collocamento di fine settembre. Sostanzialmente stabile la domanda che ha raggiunto i 9,618 miliardi di euro contro i 9,857 miliardi di euro dell'asta del mese scorso, con un rapporto di copertura pari a 1,6 contro 1,64 precedente.

L'ANDAMENTO DI BORSA E SPREAD IN TEMPO REALE

21.02 - WALL STREET CHIUDE IN NEGATIVO MA RECUPERA NEL FINALE: DJ -1,01%, NASDAQ -1,63%

Chiusura in territorio negativo per Wall Street, che recupera però nel battute finali parte delle perdite. Il Dow Jones perde l'1,01% a 24.439,60 punti, il Nasdaq cede l'1,63% a 7.050,29 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,66% a 2.641,11 punti.

21.02 - LE BORSE USA AFFONDANO: DJ -2,1%, NASDAQ -3,05%

Chiusura in territorio negativo per Wall Street, che recupera pero' nel battute finali parte delle perdite. Il Dow Jones perde l'1,01% a 24.439,60 punti, il Nasdaq cede l'1,63% a 7.050,29 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,66% a 2.641,11 punti.

20.37 - WALL STREET CONTINUA LA DISCESA: DJ -1,6%, NASDAQ -2,53%

Wall Street procede in forte calo. Il Dow Jones perde l'1,64% a 24.287,63 punti, il Nasdaq cede il 2,53% a 6.983,75 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno l'1,37% a 2.622,80 punti.

20.10 - BORSE USA IN PEGGIORAMENTO: DJ -1,04%, NASDAQ -1,75%

Wall Street peggiora. Il Dow Jones perde l'1,04% a 24.444,63 punti, il Nasdaq cede l'1,75% a 7.040,59 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,77% a 2.637,39 punti.

19.39 - WALL STREET GIRA IN NEGATIVO: DJ -0,36%, NASDAQ -0,94%

Wall Street gira in territorio negativo. Il Dow Jones perde lo 0,36% a 24.608,10 punti, il Nasdaq cede lo 0,94% a 7.098,55 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,09% a 2.656,17 punti.

18.04 - EUROPA IN RIALZO: BENE FRANCOFORTE

Chiusura in rialzo per le principali borse europee. Francoforte ha guadagnato l'1,2% a 11.335 punti e Londra l'1,25% a 7.026 punti. Più cauta Parigi (+0,44% a 4.989 punti).

17.38 - MILANO CHIUDE IN RIALZO

Chiusura in rialzo per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib guadagna l'1,91% a 19.039 punti.

17.37 - L'EUROPA SALE CON LE BORSE USA: BRILLA MILANO (+2%)

Borse europee positive nel finale, con Milano (Ftse Mib +2%) in testa, grazie allo spread stabile sotto quota 300 punti a seguito della mancata bocciatura all'Italia di S&P venerdì scorso. Seguono Francoforte (+1,53%), Londra (+1,51%), Madrid (+1,31%) e Parigi (+0,76%). Gli acquisti si concentrano su Stm (+6%), spinta da diversi analisti, e sui bancari italiani da Banco Bpm (+5,14%), Unicredit (+4,32%) e Bper (+4,48%) a Intesa (+3,26%) e Mediobanca (+2,77%), con Carige (+6,52%) ed Mps (+7,73%) sul podio. I In campo automobilistico, dove Fca guadagna l'1,7%, sprint a Parigi, nella componentistica, di Faurecia (+9,25%) e Valeo (+9,16%) e a Francoforte di Volkswagen (+4,91%) dopo le indiscrezioni dalla Cina, riportate dall'agenzia Bloomberg, sul possibile taglio alle tasse sull'acquisto di auto di media cilindrata.

17.16 - WALL STREET RALLENATA: DJ +0,29%, NASDAQ -0,17%

Wall Street rallenta, con il Nasdaq che gira in territorio negativo. Il Dow Jones sale dello 0,29% a 24.762,10 punti, il Nasdaq perde lo 0,17% a 7.155,99 punti mentre lo S&P 500 lo 0,55% a 2.673,40 punti.

16.38 - MILANO CONSOLIDA IL RIALZO

Piazza Affari accelera (Ftse Mib +2,65%) sulla scia del buon andamento di Wall Street dopo il rialzo oltre le stime dell'indice Fed di Dallas, da 18,1 a 29 punti base. Lo spread Btp/Bund a quota 289 punti, dopo la mancata bocciatura di S&P sul merito di credito italiano, il listino milanese batte tutti, spinto dai bancari Banco Bpm (+6,07%), Unicredit (+5,3%), Bper (+5%), Ubi (+4,92%), Intesa (+4,22%) e Mediobanca (+3,7%). Forti acquisti anche su Stm (+6,57%), promossa da diversi analisti, e su Prysmian (+4,57%), su cui è stata confermata una raccomandazione d'acquisto. Bene Tim (+4,69%), alla vigilia del Cda che farà il punto sulla cessione di Persidera. Al palo Luxottica (-0,14%), nel primo giorno dell'Ops di Essilor-Luxottica a 0,4613 nuove azioni di quest'ultima per ogni azione apportata all'offerta. Prese di beneficio su Moncler (-0,89%) e Leonardo (-1,55%). Sprint di Ansaldo Sts (+9,14%), poco sotto il prezzo dell'Opa totalitaria di Hitachi, bene Atlantia (+1%), che ha chiuso l'operazione Abertis con Acs e Hotchief.

15.40 - PIAZZA AFFARI VOLA

L'indice Ftse Mib resta il primo in Europa a +2,55%. Bene anche Parigi e Londra. Spread a 290 punti.

14.37 - WALL STREET APRE POSITIVA

Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,72% a 24.871,45 punti, il Nasdaq avanza dell'1,49% a 7.247,68 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,90% a 2.689,17 punti.

13.53 - EUROPA POSITIVA, PIAZZA AFFARI IN TESTA

Le Borse europee proseguono le contrattazioni in stabile rialzo con i future americani in positivo. Gli investitori guardano alla situazione italiana dopo il mancato taglio del rating di S&P e la situazione politica in Germania. In lieve calo l'euro sul dollaro a 1,1386 a Londra. L'indice d'area stoxx 600 guadagna l'1,7%. In rialzo Francoforte (+2%), con la situazione politica e la cancelliera Angela Merkel che ha annunciato il ritiro dalla politica dal 2021. Bene anche Londra (+1,9%), Parigi (+1,1%) e Madrid (+1,5%). Nel Vecchio continente è in rialzo il comparto dell'auto. Avanzano Valeo (+11%), Continental (+7%), Volkswagen (+6%), Peugeot (+4%), Renault (+3,4%) e Porsche (+5%) ed Fca (+3%). Avanzano le banche con Hsbc (+5,6%), Banco Santander (+3,3%) e Barclays (+3%). A Piazza Affari svettano le banche con l'ipotesi di 'sostegno' da parte del governo. Bene anche Ansaldo (+8,9%), dopo l'Opa di Hitachi, e Atlantia (+0,8%), con il closing per Abertis.(ANSA).

13.07 - MILANO SALE ANCORA

Piazza Affari prosegue la sua corsa con il Ftse Mib che guadagna il 2,5% a 19.138 punti. La Borsa di Milano è sostenuta dalle banche dopo le dichiarazioni del ministro dell'economia secondo il qual il governo avrebbe allo studio diverse opzioni per 'sostenere' gli istituti di credito nel caso in cui le circostanze di mercato lo rendessero necessario. Volano Carige (+10%) ed Mps (+8,5%). In rialzo anche Banco Bpm (+5,5%), Ubi (+5,2%), Unicredit e Bper (+3,9%) e Intesa (+3,6%). Proseguono in rialzo Ansaldo (+8,9%), con l'Opa di Hitachi, e Atlantia (+1,9%), dopo il closing per Abertis. Bene anche Tim (+2,4%) e Mediaset (+3,5%). Unici titoli in calo Leonardo (-1,8%) e Italgas (-0,9%).

11.31 - SPRINT DELLE BANCHE

Sprint delle banche a Piazza Affari dove si tira un sospiro di sollievo dopo il mancato taglio del rating all'Italia da parte di S&P. Con il Ftse Mib ed il Ftse All-share che salgono del 2,5% gli istituti di credito la fanno da padrone con in testa Carige che guadagna il 10,8% a 0,0051 euro. Si mette in mostra anche Mps (+7%) a 1,51 euro. Viaggiano solidamente in terreno positivo Banco Bpm (+5,5%) e Ubi (+5,1%), Bper (+4,1%), Unicredit (+4%) e Intesa (+3,3%). Fuori dal listino principale è stata sospesa in asta di volatilità il Banco di Desio mentre era in rialzo teorico dell'8%. Performance positiva per Banca Ifis (+6%) e Popolare di Sondrio (+4%).

11.15 - I LISTINI EUROPEI CONTINUANO A CORRERE

Le Borse europee proseguono la seduta in rialzo con i futures americani che viaggiano stabilmente in terreno positivo. Piazza Affari (+2,3%) guida i listini del vecchio continente dopo il mancato taglio del rating all'Italia da parte di S&P. Gli investitori guardano anche con attenzione all'esito delle elezioni regionali dell'Assia in Germania. In lieve rialzo l'euro sul dollaro a 1,1403 a Londra. L'indice d'area stoxx 600 guadagna lo 0,9%. In forte rialzo Londra (+1,3%), Francoforte (+1,2%) e Madrid (+1,1%). In positivo anche Parigi (+0,2%), dopo l'apertura in ritardo per motivi tecnici. Vola il comparto farmaceutico (+1,8%) con Novartis (+2,2%), Bayer (+2,7%), AstraZeneca (+2%) e Roche (+1,7%). Avanzano i titoli finanziari (+1,7%) dove si mettono in mostra Hsbc (+4,5%), Royal Bank (+4%), Ubs (+2,3%), Banco Santander (+2,3%) e Deutsche Bank (+2%). In positivo gli energetici (+1,1%) con il prezzo del petrolio in calo. In rialzo Bp (+1,3%), Total (+1%) e Shell (+0,6%).

11.09 - PIAZZA AFFARI PROSEGUE IN POSITIVO

Piazza Affari, dopo una lieve flessione, torna a volare con il Ftse Mib che guadagna il 2,3% a 19.123 punti, dopo il mancato taglio del rating da parte di S&P. La Borsa di Milano è spinta dalle banche e dal rialzo di Ansaldo Sts (+9,1%) dopo l'opa di Hitachi. In forte rialzo Carige (+10%), Mps (+7,8%), Banco Bpm (+5,2%), Ubi (+4,8%), Bper (+4,1%), Unicredit (+3,6%) e Intesa (+3%). In positivo anche Tim (+3,3%) e Mediaset (+2,6%). Unico titolo in calo Leonardo (-2,6%).

10.04 - MILANO RIDUCE IL RIALZO

La Borsa di Milano riduce il rialzo ma resta sempre in ottima forma con il Ftse Mib che guadagna l'1% a 18.853 punti. Piazza Affari festeggia la decisione di S&Pdi confermare il rating dell'Italia mentre ha rivisto l'outlook a negativo da stabile. Il listino principale è spinto dai forti rialzi delle banche. Vola Ansaldo Sts (+9%) dopo che Hitachi ha acquistato la quota del 31% detenuta da Elliot ed ha lanciato un'opa totalitaria. Toniche le banche con Carige (+4,3%), Mps (+3,3%), Ubi e Banco Bpm (+2,3%), Unicredit (+2,1%), Bper (+2%) e Intesa (+1,7%). Andamento positivo anche per Tim (+1,7%) e Mediaset (+1,1%). Bene Atlantia (+0,7%), dopo il perfezionamento dell'operazione per Abertis. In fondo al listino Leonardo (-3,1%) e Saipem (-1,1%).

09.55 - EURO DEBOLE, SOTTO I 1,14 DOLLARI

L'euro resta debole e oscilla sotto la soglia 1,14 dollari. La moneta europea è scivolata nei primi scambi fino a un minimo di seduta di 1,1384 dollari per poi assestarsi attorno a 1,1390 dollari. Venerdì scorso la valuta europea era scesa a metà seduta fino a 1,1340 dollari per poi chiudere attorno a 1,480 dollari. Rispetto allo yen, l'euro passa di mano a 125,5.

09.51 - ANSALDO VOLA A +9%

Ansaldo vola in Borsa a Milano con il titolo che guadagna il 9% a 12,64 euro, dopo che Hrii, società controllata da Hitachi, ha acquistato la quota detenuta da Elliot, pari al 31% del capitale, per un importo di 807 milioni di euro. Hrii, già socio di maggioranza di Ansaldo con una quota del 50,7%, ha promosso un'offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria.

09.40 - ANCHE L'EUROPA PARTE IN POSITIVO

Le Borse europee aprono in rialzo e tentano il recupero dopo una settimana difficile per tutti i mercati. L'attenzione degli investitori si concentra sulle vicende italiane dopo il rating di S&P e le elezioni regionali dell'Assia in Germania. Il dollaro è in calo a 1,1387 a Londra. L'indice d'area Stoxx 600 avanza dello 0,4%. In rialzo Francoforte (+0,63%), Madrid (+0,52%) e Londra (+0,51%). Chiusa Parigi.

09.18 - PIAZZA AFFARI IN FORTE RIALZO

La Borsa di Milano in forte rialzo con il Ftse Mib che avanza del 2% a 19.035, dopo il rating di S&P che ha confermato il rating dell'Italia ed ha rivisto l'outlook a negativo da stabile. A Piazza Affari volano le banche. Svetta anche Ansaldo Sts (+8,9%), dopo che Hitachi ha acquisito la quota del 31% di Elliot.

09-05 -MILANO APRE IN POSITIVO

La Borsa di Milano avvia la seduta in positivo dopo che l'agenzia S&P ha confermato il rating dell'Italia ed ha rivisto l'outlook a negativo da stabile. Il primo indice Ftse Mib segna un rialzo dell'1,36% a 18.937 punti.

09.02 - PETROLIO IN CALO

Ilpetrolio è in calo a 67,23 dollari per il mercato Wti e a 77,15 dollari per il Brent.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso