Spread Btp Bund in calo a 190 punti
Spread e mercati
Quotazioni Oggi Borsa Spread 6 Novembre
Economia
6 Novembre Nov 2018 0831 06 novembre 2018

Le quotazioni di Borsa e spread del 6 novembre 2018

Milano chiude a -0,07%. Il differenziale Btp-Bund in rialzo a 296 punti. Negativi i principali listini europei. Francoforte (-0,09%), Parigi (-0,51%), e Londra (-0,89%). I mercati in diretta.

  • ...

I conti pubblici italiani ancora sotto esame il 6 novembre sui mercati il giorno dopo l'Eurogruppo che, pur aprendo spazi di dialogo, conferma il no alla manovra economica del governo Conte, mentre il 5 novembre le banche sono state in difficoltà sui listini a causa del giudizio critico di Goldman Sachs. Piazza Affari dopo aver cominciato la seduta in rialzo ha girato presto in territorio negativo e chiuso la seduta attorno alla parità: -0,07%. Negative sul finale le principali piazze europee: Francoforte (-0,09%), Parigi (-0,51%), e Londra (-0,89%).

LO SPREAD BTP-BUND CHIUDE IN RIALZO A 296

Lo spread, in lieve crescita in apertura, ha poi accelerato fino a portarsi vicino a quota 300. Quindi ha chiuso in rialzo a 296 punti base, con un rendimento al 3,39%.

LE BORSE ASIATICHE

La Borsa di Tokyo chiude la seduta col segno più dopo il consolidamento del Dow Jones, con l'attenzione degli investitori concentrata sulle elezioni di medio termine negli Stati Uniti, mentre rimane alto il focus sui negoziati tra Pechino e Washington sul commercio internazionale. Il Nikkei avanza dell'1,14% a quota 22.147,75, guadagnando 248 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta sul dollaro a 113,30, e sull'euro a 129,20. In calo le piazze cinesi: Shenzhen cede lo 0,36% e Shanghai lo 0,23%. Hong Kong guadagna lo 0,7%. Fra le Borse di Asia e Pacifico crescono Seul (+0,6%) e Sidney (+0,9%).

L'ANDAMENTO DI BORSA E SPREAD IN TEMPO REALE

19.13 - NEW YORK POSITIVA NEL GIORNO DELLE MIDTERM: DOW JONES +0,54%

Wall Street procede in territorio positivo con l'America al voto. Il Dow Jones sale dello 0,54% a 25.598,38 punti, il Nasdaq avanza dello 0,62% a 7.374,05 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,47% a 2.571,18 punti.

18.01 - LO SPREAD CHIUDE IN RIALZO A 296

Lo spread tra Btp e Bund chiude in rialzo a 296 punti base, con un rendimento al 3,39%.

17.54 - I LISTINI EUROPEI CHIUDONO IN FLESSIONE: LONDRA -0,89%, PARIGI -0,51%

Chiusura in negativo per le principali piazze di Borsa europee: Francoforte (-0,09%), Parigi (-0,51%), e Londra (-0,89%).

17.45 - INTESA CHIUDE IN RIALZO DEL 1,28%

Intesa corre in Borsa e chiude in rialzo dell'1,28% a 2,0015 euro nel giorno della diffusione dei dati del terzo trimestre, che hanno battuto le aspettative degli analisti.

17.44 - MILANO CHIUDE IN NEGATIVO: -0,07%

La Borsa di Milano chiude in terreno negativo (-0,07%) a 19.268 punti.

16.47 - MILANO PROCEDE INCERTA -0,13%

Giornata nervosa per il Ftse Mib. L'indice dei titoli a maggiore capitalizzazione della Borsa di Milano oscilla, incerto sulla direzione da prendere, e torna in negativo (-0,13%) in linea con il resto delle piazze europee: Londra -0,8%, Parigi -0,3%, Madrid -0,4%. Piatta Francoforte. A Milano scivola Saipem (-2,5%), con Ferrari (-2%). Fuori dal Ftse Mib flettono anche Mps (-2,5%), Astaldi (-2,3%), e Carige (-2,2%). Continua la corsa di Campari (+4%). Tonica anche Mediaset (+2,3%) con Stm (+1,8%), e Italgas (+1,7%).

15.50 - MILANO TORNA IN TERRENO POSITIVO

La Borsa di Milano azzera le perdite e si porta sopra la parità (+0,07%), in concomitanza con la apertura in tenue rialzo di Wall Street. Vola Campari dopo la buona trimestrale (+3,7%) assieme a Mediaset (+3%) tonificata dai risultati positivi della pubblicità. I conti dei primi nove mesi dell'anno giovano anche a Intesa, che resta saldamente in attivo (+2,2%). Bene anche Stm (+1,7%) e Italgas (+1,7%) all'indomani della diffusione dei risultati e Leonardo (+1,3%), dopo la vendita di 15 elicotteri in Cina. Continua invece a soffrire Ferrari dopo i conti (-2,4%); giù anche Buzzi (-1,5%) e Tim (-1,3%). In terreno negativo anche Carige (-2,2%) che ha annunciato modifiche nel top management, e Mps (-1,9%).

15.35 - WALL STREET APRE DEBOLE

Apertura debole per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,02% a 25.458,97 punti, il Nasdaq cede lo 0,01% a 7.327,72 punti mentre lo S&P 500 e' invariato a 2.738,87 punti.

13.25 - INTENSA INVERTE LA ROTTA E CORRE IN BORSA

Intesa Sanpaolo gira al rialzo a Piazza Affari dopo i risultati del terzo trimestre, risultati migliori delle attese degli analisti. Il titolo che aveva navigato in 'rosso' nel corso della mattinata sale del 2% a 2,01 euro. Secondo il consensus raccolto da Bloomberg l'utile del terzo trimestre era atteso a 791 milioni di euro, a fronte degli 833 milioni conseguiti.

12.46 - EUROPA ANCORA IN ROSSO

Borse europee in rosso a metà seduta, con Piazza Affari che cede lo 0,6%. Peggio di Milano fa solo Madrid, che perde lo 0,9%. In calo anche Londra (-0,48%), Parigi (-0,28%) e Francoforte (-0,2%). I mercati sono in attesa delle indicazioni che arriveranno dal voto americano, con le elezioni di medio termine, per valutare gli effetti che avrà sulla guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina. Piazza Affari risente sia delle critiche dell'Ue alla manovra sia dei valori dello spread, che torna a lambire i 300 punti (298), pensando sulle banche. In coda al listino ci sono infatti Bper (-3%), Ubi ( -2,3%), Banco Bpm (-2%), Unicredit (-1,3%), Intesa (-1,2%). Male anche Mps (-2,5%) e Carige (-2,2%). Fra i titoli sotto pressione c'è anche Ferrari (-2,85), all'indomani dei conti. Salgono invece Campari (+3,7%), che ha presentato la trimestrale, Mediaset (+2%), che ha dati positivi sulla pubblicità, Italgas (+0,9%), all'indomani dei conti, e Leonardo, che ha venduto 15 elicotteri in Cina.

11.39 - MILANO PEGGIORA (-0,9%)

Piazza Affari continua a peggiorare e cede lo 0,9%, in un'Europa comunque in rosso, in attesa del voto americano di medio termine. In coda al listino ci sono le banche, con lo spread che accelera e torna a sfiorare i 300 punti base. Ubi perde il 2,6%, Bper il 2,9%, Mps il 2,96%, banco Bpm il 2,7%, carige il 2,2%, Unicredit l'1,45%, Intesa l'1,44%. Male anche Ferrari, che perde il 2,7%. Salgono invece Mediaset (+2,3%), che ha diffuso dati in crescita per la pubblicità, e Campari (+3,9%), che sale dopo i conti. Sale Leonardo (+1%), che ha chiuso un contratto in Cina per 15 elicotteri.

11.03 - LO SPREAD SI AVVICINA A QUOTA 300

Accelera lo spread tra Btp e Bund che arriva a sfiorare i 300 punti base per la prima volta dal primo novembre. Il differenziale si è ampliato fino a 299,1 con il rendimento del decennale del Tesoro al 3,39%. Piazza Affari intanto peggiora: Ftse Mib a -0.9%.

10.14 - TUTTA L'EUROPA IN NEGATIVO

Le Borse europee cambiano rotta e girano in negativo. Milano è la peggiore e cede lo 0,56%, seguita da Madrid, che perde mezzo punto percentuale. In negativo pure Parigi (-0,27%), Francoforte (-0,12%) e Londra (-0,08%). Lo spread fra Btp e Bund è stabile a 292 punti. Poco mosso anche l'euro, che si mantiene sopra la quota di 1,14 contro il dollaro.

9.50 - MILANO INVERTE LA ROTTA

Piazza Affari gira in negativo e perde lo 0,4%, in scia alle altre piazze europee che si stanno indebolendo, nel giorno del voto negli Stati Uniti. A Milano è giornata di cda sulle trimestrali per alcune big, alcune delle quali già oggi diffonderanno i risultati, come Campari e Intesa Sanpaolo. In coda al listino ci sono Fineco (-1,6%) e Ferrari (-1,9%), quest'ultima all'indomani dei conti. In rosso anche Banco Bpm (-1,4%). Giù Carige (-2,2%) e Mps (-1,9%). Salgono invece Mediaset (+2,7%), che ha diffuso i dati sulla pubblicità (+2,5% da gennaio a settembre) e Leonardo (+0,65%), che ieri ha annunciato contratti in Cina per 15 elicotteri. In calo dello 0,29% Luxottica, all'indomani della dichiarazione di Leonardo del Vecchio sul management di EssilorLuxottica.

9.10 - EUROPA IN TERRENO POSITIVO

Apertura in terreno positivo per le principali Borse europee. Francoforte ha avviato le contrattazioni in crescita dello 0,2% a 11.518 punti, Parigi in rialzo dello 0,18% a 5.110 punti e Milano guadagna lo 0,2% a 19.320 punti. Piatta Londra (+0,04% a 7.107 punti).

9.05 - PIAZZA AFFARI APRE IN RIALZO

Apertura in crescita per Piazza Affari. In avvio di seduta, l'Indice Ftse Mib ha segnato un rialzo dello 0,21% a 19.320 punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso