Pernigotti Italia Turchia
Economia
8 Novembre Nov 2018 1311 08 novembre 2018

Pernigotti dice che la produzione resta in Italia

La proprietà precisa che la fabbrica verrà chiusa, ma si sta cercando un partner industriale per rimanere sul territorio nazionale, anche per ridurre l'impatto sull'occupazione. Coinvolti cento lavoratori.

  • ...

Pernigotti resta in Italia: la produzione verrà sì esternalizzata, ma al contrario di quanto comunicato il 7 novembre non ci sarà un trasferimento in Turchia, bensì si cercheranno produttori sul territorio nazionale. Stiamo procedendo, ha precisato l'azienda che fa capo al gruppo turco Tuksoz, «all'individuazione di partner industriali in Italia, a cui affidare la produzione, coerentemente anche con l'obiettivo di cercare di ricollocare il maggior numero possibile di dipendenti coinvolti presso aziende operanti nel medesimo settore o terzisti. L'azienda sta già dialogando con alcune importanti realtàitaliane del settore dolciario». Nello stabilimento lavorano 100 persone.

LA FABBRICA OCCUPATA DAI LAVORATORI

Il 7 novembre i lavoratori hanno avviato l'occupazione della fabbrica a Novi Ligure con assemblea permanente. «Tutte le istituzioni facciano in modo che si dica basta con gli industriali stranieri che rubano i marchi italiani. E' come vendere il Tricolore», protesta Johnny Chavez, uno dei 100 lavoratori che rischiano il posto, bandiera tricolore sulle spalle per rendere la protesta ancora più visibile. «Siamo qui e continueremo a restarci per difendere il nostro posto e il futuro delle nostre famiglie - aggiunge - ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti, cominciando dal ministro Luigi Di Maio, affinché la proprietà ritiri questa proposta indecente». «Non si può strappare un pezzo di cuore alla città in questo modo, comunicando la cessata attività da un giorno all'altro - rimarca il sindaco di Novi Ligure, Rocchino Muliere - Bisogna mobilitare tutte le istituzioni italiane per salvare i 100 dipendenti più l'ottantina di interinali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso