Spread Btp Bund in calo a 190 punti
Spread e mercati
Borsa Italiana Spread Oggi 28 Dicembre
Economia
28 Dicembre Dic 2018 0700 28 dicembre 2018

Indici di Borsa e spread del 28 dicembre 2018

Piazza Affari chiude l'ultima seduta dell'anno a +1,44%. Differenziale Btp bund a 250,4 punti base. Carige corre coi titoli bancari. Bene l'asta dei Btp. In positivo anche i listini europei. Altalena Wall Street.

  • ...

Piazza Affari e con lei tutta le Borse europee hanno rimbalzano all'indomani di una giornata contrassegnata dal profondo rosso su tutti i mercati azionari. Nella seduta del 28 dicembre, ultima dell'anno, l'indice Ftse Mib, dopo aver aperto a +0,9%, nel corso della giornata è cresciuta toccando un +1,7% mentre nel tardo pomeriggio ha limato il rialzo per chiudere con un guadagno del 1,44%. a 18.324 punti, che si traduce però in un calo del 16,15% rispetto al valore dello scorso 2 gennaio. Scambi al lumicino per 1,6 miliardi di euro di controvalore, contro i 2 della vigilia e i 2,7 miliardi dello scorso 21 dicembre. Lo spread a 250,4 punti ha favorito i bancari Banco Bpm (+4,19%), Ubi Banca (+3,26%), Unicredit (+3,11%) e Intesa (+1,61%). Più cauta Mps (+0,74%), alle prese con cause giudiziarie per 1,48 miliardi, mentre ha fatto il botto Carige (+15,39%), in una sorta di canto del cigno di fine anno, dopo il mancato aumento da 400 milioni e con i vertici e il principale azionista in Bce per sbloccare la situazione. Pochi i ribassi, limitati a Recordati (-2,32%), Ferragamo (-1,51% ed Enel (-0,08%). Bene Saipem (+4,28%) con il greggio di nuovo sopra 45 dollari al barile, favorevole anche per anche Eni (+1,69%). Sprint di Mediaset (+5,01%), dopo il calo della vigilia per l'uscita dal paniere del Ftse Mib insieme a Mediolanum (+5,04%), bene Damiani (+5,65%), in linea con il prezzo dell'Opa annunciata dalla famiglia per il ritiro dal listino. Bene in chiusura anche gli altri principali listini europei: Parigi ha guadagnato l'1,74% a 4.678 punti, Francoforte l'1,83% a 10.571 punti e Londra il 2,27% a 6.733 punti, Madrid l'1,55%. In negativo invece Wall Street dopo un avvio in rialzo: Dow Jones +0,30%%, Nasdaq -+0,25%.

LO SPREAD SI MANTIENE STABILE

Lo spread tra Btp e Bund ha aperto a 253,4 punti, per poi scendere nel corso della giornata e chiudere a 250,4 punti base, con rendimento del decennale italiano al 2,73%, nell'ultimo giorno di acquisti della Bce nell'ambito del programma di quantitative easing (anche nella seduta di ieri aveva chiuso a 251 punti).

Video non disponibile

IL TESORO FA IL PIENO ALL'ASTA BTP A 5 E 10 ANNI

Il Tesoro ha assegnato tutti i 4,25 miliardi di euro di Btp a 5 e 10 anni con rendimenti in calo. Il tasso sul titolo a cinque anni è sceso all'1,79% dal 2,35% del collocamento di novembre. Il rendimento sul Btp decennale con scadenza dicembre 2028 è calato al 2,7% dal 3,24% di un mese fa e quello sul Btp febbraio 2028 al 2,5% dal 2,7% precedente. La domanda per i titoli a 5 anni è stabile a 1,34 e quella per i titoli a 10 anni è aumentata a 1,53 da 1,41. Venduti anche Ccteu per 750 milioni di euro al tasso dell'1,81.

LISTINI ASIATICI CONTRASTATI

La maggior parte dei mercati azionari asiatici ha guadagnato mentre Tokyo ha perso dopo l'altalena di Wall Street alla fine di una settimana turbolenta e all'insegna della volatilità sulle Borse Mondiali. L'immagine dell'Asia è dunque contrastata in quello che per diverse piazze è l'ultimo giorno di scambi dell'anno. Se infatti Tokyo ha chiuso in leggero negativo (Topix -0,5% e Nikkei -0,31%), Hong Kong è in positivo (+0,67%), come Shanghai e Shenzhen che hanno chiuso in rialzo (+0,44% e +0,29%). Guadagni anche sul Kospi coreano (+0,62%), sulla Borsa di Mumbai (+0,91%) e su Sydney (+1%)

GLI AGGIORNAMENTI DI BORSA E SPREAD IN DIRETTA

18.05 - WALL STREET IN ALTALENA

Wall Street procede in altalena tornando in rialzo con il Dow Jones che sale dello 0,30% il Nasdaq dello 0,25% e l'indice S&P500 dello 0,23%.

17.30 - CHIUSURA BORSA DI MILANO A

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta del 28 dicembre a +1,44% a 18.324 punti

17.23 - BORSE EUROPEE POSITIVE NEL FINALE

Le Borse europee resistono nel finale all'inversione di rotta di Wall Street e si preparano a chiudere in rialzo l'ultima seduta dell'anno per Francoforte (+1,71%), Zurigo (+2,58%) e Milano (+1,1%), mentre Londra (+2,19%), Parigi (+1,8%) e le altre piazze del circuito Euronext saranno aperte per mezza giornata anche lunedì prossimo 31 dicembre, al pari di Wall Street. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi sotto i 250 punti nell'ultimo giorno di acquisto di titoli da parte della Bce spinge a Piazza Affari i bancari: corrono i bancari Banco Bpm (+3,48%), Ubi (+2,49%) e Unicredit (+2,64%). Rimbalza Carige (+15,38% a 0,15 centesimi) dopo l'ennesimo crollo della vigilia a seguito del mancato voto in assemblea sull'aumento di capitale da 400 milioni, che ha costretto il vertice e il primo azionista Malacalza a recarsi a Francoforte per un confronto con la Bce. In luce il tecnologico tedesco Siltronic (+5,52%), spinto dalle prospettive del settore, che favoriscono anche Stm (+2,4%). Il greggio sopra i 45 dollari spinge Subsea7 (+5%) e Saipem (+4%), bene Commerzbank (+4,4%), Ubs (+3,8%) e Natixis (+3,6%).

17.13 - NEW YORK GIRA AL RIBASSO

Inversione di tendenza per Wall Street che dopo aver aperto in rialzo gira al ribasso col Dow Jones che perde lo 0,15%, il Nasdaq lo 0,19% e l'indice S&P500lo 0,06%.

16.24 - EUROPA SU DI GIRI

Borse europee su di giri dopo l'avvio positivo degli scambi Usa. La migliore è Londra (+2,35%), seguita da Parigi (+2,03%), Francoforte e Madrid (+1,7% entrambe), mentre Milano (+1,65%) è ultima. Bene i titoli della banche: Banco Bpm (+4,39%), Ubi (+2,98%) e Unicredit (+2%). Voglia di riscatto per Carige (+23,8% a 0,16 centesimi) dopo l'ennesimo crollo della vigilia a seguito del mancato voto in assemblea sull'aumento di capitale da 400 milioni, che ha costretto il vertice e il primo azionista Malacalza a recarsi a Francoforte per un confronto con la Bce. In luce il produttore tedesco di wafer in silicio Siltronic (+5,52%), spinto dalle prospettive del settore, che favoriscono anche Stm (+2,7%). Il greggio sopra i 45 dollari al barile spinge l'ingegneria petrolifera con Subsea7 (+5%) e Saipem (+4,89%), mentre in campo bancario svettano Commerzbank (+4,42%), Ubs (+4,1%) e Natixis (+4%).

15.33 - WALL STREET APRE IN RIALZO

Apertura in rialzo per Wall Street col Dow Jones che guadagna lo 0,67%, il Nasdaq lo 0,62% e l'indice S&P500 lo 0,59%.

13.49 - LA BORSA DI MILANO SALE ANCORA

Piazza Affari si conferma positiva (+1,61%) a metà dell'ultima seduta dell'anno, ma si conferma in calo di oltre il 16% dallo scorso 2 gennaio. Con il divario tra Btp e Bund tedeschi in calo a 248,6 punti, nell'ultimo giorno di acquisti di titoli da parte della Bce, chiusa per festività lunedì prossimo. Banco Bpm (+5,56%), Ubi Banca (+4,65%), Unicredit (+2,72%), Intesa (+2,68%) ed Mps (+2,09%). In luce Carige (+15%) dopo il tracollo della vigilia per lo stop all'aumento di capitale dello scorso 22 dicembre. Ieri la Bce ha incontrato i vertici della Banca le due membri della famiglia Malacalza, primo azionista, accompagnati dai rispettivi legali per sbloccare la situazione. Pochi i ribassi, limitati a Prysmian (-0,09%), Ferragamo (-0,08%) e Recordati (-0,06%), bene Saipem (+5,05%) con il greggio di nuovo sopra 45 dollari al barile, che favorisce anche Eni (+1,39%). Sprint di Mediaset (+5,55%) e Damiani (+5,9%), in linea con il prezzo dell'Opa annunciata dalla famiglia per il ritiro dal listino.

12.31 - I LISTINI EUROPEI CONTINUANO DI BUON PASSO

Si mantiene sostenuto il buon passo delle Borse europee: Londra avanza dell'1,86%, Parigi dell'1,8% e Francoforte dell'1,75%. Milano è in coda, e guadagna l'1,5%. Gli acquisti sono su tutto il listino, in modo particolare su Saipem (+4,5%), Unipol (+4,8%). Bene tutto il comparto bancario: Banco Bpm (+4,65%), Ubi (+3,8%), Mediolanum (+3,5%), Banca Generali (+3,4%), Unicredit (+2,6%), Fineco (+2,5%) e Bper (+2,5%). Continua il rimbalzo di Carige (+15%). Acquisti su Damiani (+6,14%) dopo il lancio dell'opa di Leading Jewels.

11.46 - GPI GROUP PASSA DA AIM ITALIA A MTA

Gpi Group è passata da Aim Italia, il mercato di Borsa Italiana dedicato alle Pmi, al Mercato Telematico Azionario (Mta). Si tratta del nono passaggio di una società Aim Italia su Mta. Gpi Group, fondata nel 1988, è una società Elite ed è tra i principali fornitori di servizi informativi e amministrativi (business process outsourcing) per le strutture sanitarie italiane pubbliche e private. La società si era quotata su Aim Italia il 29 dicembre 2016, in seguito alla Business Combination con la Spac Capital For Progress 1. "Il passaggio di Gpi da Aim Italia a Mta - ha spiegato la responsabile Primary Markets di Borsa Italiana, Barbara Lunghi - è un'ulteriore tappa del percorso di crescita della società, a dimostrazione di come le aziende possano trarre beneficio da un approccio graduale".

11.15 - MILANO ACCELERA (+1,6%)

La Borsa di Milano accelera la sua corsa nel suo ultimo giorno di contrattazioni dell'anno e guadagna l'1,6%, in linea con l'andamento delle altre piazze europee: Londra e Francoforte +1,6% e Parigi +1,5%. Si rafforza il rimbalzo di Carige (+23%) dopo l'incontro ieri a Francoforte tra i vertici dell'istituto ligure e l'azionista Malacalza con la vigilanza della Bce. Corre Saipem (+4,7%), assieme a Unipol (+4,7%). Bene anche Banco Bpm (+4,3%), Mediaset (+4%) e Mediolanum (+3,4%). Acquisti sulla Juventus (+3,2%) e Ubi (+3,7%). Balza anche Damiani (+6,3%) dopo il lancio dell'opa totalitaria da parte di Leading Jewels.

10.19 - L'EUROPA IN CRESCITA

Le Borse europee recuperano le perdite di ieri, complice anche la chiusura positiva dei listini Usa. A Londra il Ftse 100 guadagna l'1,35%, a Parigi il Cac 40 l'1,37% e a Francoforte il Dax è in rialzo dell'1,45%. Milano sale dell'1,26%. In quello che per molte piazze è l'ultimo giorno di contrattazioni dell'anno, e con Londra e Parigi che lunedì osserveranno chiusura anticipata. L'indice paneuropeo Stx Europ 600 guadagna l'1,2%, grazie soprattutto ai titolo dell'energia (+1,5%), grazie al rialzo del greggio, e dell'informatica (+1,5%), in scia al Nasdaq. A Londra spicca il balzo di Melrose (+4%), società che investe su imprese in difficoltà. A Parigi la parte del leone la fanno i tecnologici, con Stm che balza del 4% (a Milano +2,2%) e i servizi per il settore petrolifero di TechnipFMC del 3%. A Francoforte il titolo di Wirecard, che produce software e i sistemi di pagamento digitale, sale del 3%. Bene anche i semiconduttori di Infineon (+3%) e Deutsche bank (+2,3%).

09.59 - DAMIANI GUADAGNA IL 6,1%

l titolo di Damiani guadagna in Borsa a Milano il 6,1% a 0,86 euro dopo il lancio dell'opa totalitaria da parte di Leading Jewels, controllata dalla famiglia Damiani. L'offerta riconosce un corrispettivo di 0,855 euro per azione, con un premio del 5,04% sul prezzo di chiusura di ieri.

09.44 - PIAZZA AFFARI POSITIVA

La Borsa di Milano apre la ultima giornata di contrattazioni dell'anno in positivo. Il Ftse Mib guadagna lo 0,97%, l'All Share lo 0,83%. Spicca tra i maggiori rialzi il balzo del 15,3% di Banca Carige, il cui titolo ieri - mentre i vertici e l'azionista Malacalza erano a Francoforte per un confronto con la Bce dopo lo stop all'aumento di capitale - aveva perso il 18,75%. Ma a rimbalzare sono praticamente tutti sui listini, dopo la chiusura positiva di Wall Street nella serata di ieri. Unipol guadagna il 2,5%. Bene anche l'energia di Saipem (+1,6%), Tenaris (+1,7%) ed Eni (+1,4%). Continua la sua corsa la neomatricola Juventus (+2%), e fa bene anche alla holding del Lingotto, Exor (+1,22%). Bene anche Stm (+2,2%) e Brembo (+1,2%). Fuori dal listino principale acquisti Mediaset (+2,7%), Salini Impregilo (+4%) e Astaldi (+1,5%).

09.23 - L'ORO SALE 1.281,63 DOLLARI

L'oro è in rialzo a 1.281,63 dollari l'oncia mettendo a segno un progresso dello 0,47%.

09.14 - I LISTINI EUROPEI INIZIANO IN RIALZO

Apertura positiva per le borse europee che rimbalzano dopo i cali di ieri: a Parigi l'indice Cac 40 guadagna lo 0,92%, il Dax di Francoforte lo 0,68%, il Ftse 100 di Londra a pochi minuti dall'avvio della contrattazioni sale dello 0,9%.09.58

09.08 - CARIGE RIMBALZA DOPO IL TONFO

Il titolo di Banca Carige guadagna il 7,69% in Borsa dopo il crollo di ieri, giornata che ha anche visto i vertici della banca e l'azionista principale Malacalza recarsi a Francoforte per un confronto con la Bce.

09.06 - APERTURA BORSA DI MILANO IN RIALZO

Piazza Affari apre in rialzo. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,9% a quota 18.226 punti. (ANSA).

8.48 - TOKYO CHIUDE IN RIBASSO

La Borsa di Tokyo ha terminato l'ultima seduta dell'anno in lieve ribasso. Il Nikkei ha ceduto lo 0,31% a quota 20.014,77 punti, lasciandone sul terreno 62. Per l'intero 2018 l'indice di riferimento ha registrato una perdita per la prima volta in sette anni. Sul mercato valutario lo yen ha arrestato la fase di apprezzamento e tratta a un livello di 110,5 sul dollaro e 126,6 sull'euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso