Marchionne
Fca e il dopo Marchionne
Fiat Chrysler Immatricolazioni Gennaio

I numeri negativi di Fiat Chrysler sulle immatricolazioni in Italia

Calo del 21,6% a gennaio 2019 rispetto all'anno precedente: il gruppo automobilistico ha venduto 39.773 vetture.

  • ...

Inizio del 2019 negativo per la Fiat Chrysler del dopo-Marchionne. Il gruppo automobilistico ha immatricolato a gennaio 39.773 vetture in Italia, con un calo del 21,64% rispetto allo stesso mese del 2018. La quota è scesa dal 28,46 al 24,12% (-4,34%). Una prima doccia fredda per il nostro Paese era arrivata proprio a inizio 2019, quando l'amministratore delegato Michael Manley aveva dichiarato che l'azienda stava rivedendo il suo piano di investimenti in Italia dopo il via libera alle tasse sugli acquisti di auto di cilindrata medio-alta e diesel, l'ormai celebre ecotassa della discordia. Al di là della situazione italiana, Fca aveva annunciato l'intenzione di aumentare la capacità produttiva, con l'obiettivo di «presentare due nuovi modelli di Jeep» già nel 2019.

IL GRANDE FREDDO AMERICANO FRENA LA VENDITA DELLE JEEP

È andata un po' meglio sul mercato americano, ma anche qui sono stati registrati dei rallentamenti. Negli Stati Uniti le vendite a gennaio sono aumentate del 2% a 136.082 auto contro le 132.803 vetture di un anno prima. Le vendite del marchio Ram sono salite del 24% a 39.649 unità. Il marchio Jeep però ha registrato una contrazione del 2% a 58.401 macchine: il calo è legato alle temperature polari che si sono abbattute sul Midwest e il Northeast degli Stati Uniti, due delle regioni chiave per Jeep. Le vendite del marchio Dodge sono scese del 2%, mentre quelle del marchio Chrysler del 14%. In calo anche le vendite di Fiat e Alfa Romeo, scese rispettivamente del 39% e del 30%. Proprio il primo febbraio, tra l'altro, Fca aveva annunciato che per la prima volta dal 2009 non sarebbe comparsa in alcuno spazio pubblicitario per la serata del Super Bowl. Colpa dei costi troppo alti e dell'audience televisiva in contrazione.

1 Febbraio Feb 2019 1826 01 febbraio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso