Intesa Sanpaolo Risultato 2018 Utile Dividendi
Economia
5 Febbraio Feb 2019 1454 05 febbraio 2019

L'utile di Intesa Sanpaolo nel 2018 a 4,05 miliardi

L'ad Carlo Messina: «Il nostro miglior risultato dal 2007». Secondono i crediti deteriorati e quelli in sofferenza, proposto un dividendo cash da 3,45 miliardi.

  • ...

Intesa Sanpaolo ha chiuso il 2018 con un utile netto di 4,05 miliardi di euro «con una crescita pro forma del 6% rispetto al 2017: si tratta del miglior risultato dal 2007» ha spiegato l'amministratore delegato Carlo Messina. Nel 2017 l'utile era stato pari a 3,81 miliardi. In particolare i profitti del quarto trimestre, pari a 1,04 miliardi, sono superiori alle stime (1,03 miliardi). Proposto il pagamento di 3,45 miliardi di dividendi cash pari all'85% del payout ratio indicato nel piano d'impresa per il 2018. Il cda ha deliberato di proporre all'assemblea la distribuzione di 19,7 centesimi di euro per azione. I crediti deteriorati nell'anno sono calati del 26,4% a 16,59 miliardi. I crediti in sofferenza scendono a 7.138 milioni di euro da 10.562 milioni del 2017. Messina ha spiegato che si è raggiunto un rafforzamento del «bilancio grazie alla riduzione di 16 miliardi dello stock dei crediti deteriorati lordi. Abbiamo raggiunto - aggiunge - questo significativo obiettivo riportando il valore dello stock ai livelli del 2009, senza alcun costo per i nostri azionisti. Possiamo dire di aver conseguito in un anno oltre il 60% dell'obiettivo fissato nei quattro anni del piano, aumentando al 54,5% il livello delle coperture. Ciò faciliterà l'azione di riduzione dello stock di crediti deteriorati, considerando che, attualmente, il flusso dei nuovi Npl si colloca ai minimi storici».

RAPPORTO COST/INCOME AL 53%, «TRA I MIGLIORI DELLE BIG EUROPEE»

Nel dettaglio dei conti il risultato corrente lordo è in aumento dell' 11% rispetto al 2017 mentre il risultato della gestione operativa è in crescita del 4,8%. I proventi operativi netti sono in aumento dello 0,2% rispetto all'anno precedente. Il cost/income è pari al 53%, tra i «migliori - afferma Intesa Sanpaolo - nell'ambito delle maggiori banche europee». I costi operativi sono in diminuzione del 3,6% rispetto al 2017. Le attività finanziarie della clientela risultano pari a 912 miliardi di euro, in diminuzione del 3,6% rispetto al 2017. Nell'ambito delle attività finanziarie della clientela, la raccolta diretta bancaria ammonta a 415 miliardi, in diminuzione del 2% rispetto al 31 dicembre 2017. Il complesso di raccolta diretta assicurativa e riserve tecniche è pari a 149 miliardi, in diminuzione del 2% rispetto al 31 dicembre 2017. La raccolta indiretta ammonta a 496 miliardi, in diminuzione del 4,8% rispetto al 31 dicembre 2017. I coefficienti patrimoniali al 31 dicembre 2018 - calcolati applicando i criteri transitori in vigore per il 2018, tenendo conto di 3.449 milioni di euro di dividendi proposti per l'esercizio 2018 - risultano pari a: 13,5% per il Common Equity Tier 1 ratio (13% a fine 2017), 15,2% per il Tier 1 ratio (14,9% a fine 2017), 17,7% per il coefficiente patrimoniale totale (17,7% a fine 2017).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso