Spread Btp Bund in calo a 190 punti
Spread e mercati
Borsa Italiana Spread Oggi 11 Febbraio 2019
Economia
11 Febbraio Feb 2019 0825 11 febbraio 2019

Indici di Borsa e spread dell'11 febbraio 2019

Milano chiude in rialzo a +1,21%. Lo spread in discesa a 278 punti base. Corrono i bancari. Listini del Vecchio continente in rialzo. I mercati in diretta.

  • ...

Le elezioni regionali in Abruzzo sembrano aver ben influito sull'andamento della Borsa di Milano. Nella seduta dell'11 febbraio, l'indice Ftse-Mib ha aperto in positivo (+0,46%), per poi proseguire nel corso della mattinata in crescita (+1,6%) e chiudere a 1,21%. A Piazza Affari resta l'evidenza dei bancari, reduci dalle trimestrali e con i risultati dello Srep, il processo di revisione e valutazione prudenziale della Bce, che si è concluso favorevolmente per tutte. Maglia rosa è Banco Bpm (+7%) e, a seguire, Bper (+4,15%), Ubi (+2,96%). In positivo anche i principali listini europei. Londra sale dello 0,82% con il Ftse 100 a 7.129 punti. Parigi guadagna l'1,06% con il Cac 40 a 5.014 punti mentre Francoforte guadagna lo 0,99% con il Dax a 11.014 punti. In flessione Wall Street: Dow Jones -0,09%, Nasdaq +0,13%, S&P500 +0,28%.

SPREAD BTP BUND IN CALO

Lo spread tra Btp e Bund è in calo a 278 punti base (contro i 287 del 6 febbraio in chiusura di giornata). Il rendimento del titolo decennale italiano è attorno al 2,88%.

BORSE ASIATICHE CONTRASTATE

Borse asiatiche contrastate e a ranghi ridotti per la chiusura festiva di Tokyo. Shanghai ha guadagnato l'1,36%,Taiwan lo 0,72%, mentre Sidney ha ceduto lo 0,17%. A due velocità anche Hong Kong (+0,53%) e Mumbai (-0,41%). Positivi i futures sull'Europa, nonostante il calo della fiducia economica in Francia secondo la Banque de France e in attesa di dati dal Regno Unito, negativi invece quelli su Wall Street, in attesa di dati sui mutui e sulle insolvenze ipotecarie. Sui listini ha pesato ancora una volta l'incertezza sull'esito delle negoziazioni tra Usa e Cina sui dazi.

GLI AGGIORNAMENTTI DEI MERCATI IN DIRETTA

20. 15 - A WALL STREET IL DOW JONES A - 0,22%, NASDAQ A +0,06%

A meno di due ore dalla chiusura Wall Street procede contrastata, col Dow Jones che perde lo 0,22% e il Nasdaq che guadagna lo 0,06%. Poco mosso l'indice S&P500 che sale dello 0,01%

18.25 - PIAZZA AFFARI CHIUDE A +1,21%, SPREAD A 278 PUNTI

Piazza Affari così come il resto dei listini europei, apre la settimana in rialzo (Ftse Mib +1,21% a 19.586 punti) con lo spread tra btp e bund in netto calo a 278 punti base e il rendimento del decennale italiano al 2,98%. A dare slancio al mercato la ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sul commercio mentre c'è attesa per l'intervento del presidente della Fed, Jerome Powell del 12 febbraio pomeriggio. A Milano gli acquisti premiano i bancari reduci dalle trimestrali e con i risultati dello Srep, il processo di revisione e valutazione prudenziale della Bce, che si è concluso favorevolmente per tutti. Maglia rosa è Banco Bpm (+7%) e, a seguire, Bper (+4,15%) e Ubi (+2,96%). Di slancio anche il titolo della Juventus (+3,07%) che ha consolidato il primo posto in campionato. Tra gli altri buon passo per Azimut (+3,98%), Stm (+2,84%) e Cnh (+2,20%). Soffre Astaldi (-5,32%) in attesa dell'offerta di Salini Impregilo (-1,33%). Debole poi Fca (-0,39%).

17.56 - TUTTA L'EUROPA CHIUDE IN POSITIVO

Le Borse europee chiudono in rialzo. Londra sale dello 0,82% con il Ftse 100 a 7.129 punti. Parigi guadagna l'1,06% con il Cac 40 a 5.014 punti mentre Francoforte guadagna lo 0,99% con il Dax a 11.014 punti.

17.38 - MILANO CHIUDE IN RIALZO

Piazza Affari chiude in rialzo. Il Ftse Mib segna un +1,21% a 19.586 punti.

17.36 - WALL STREET RALLENATA LA CORSA

Wall Street rallenta e procede contrastata, con il Dow Jones che perde lo 0,09% e il Nasdaq che guadagna lo 0,13%. In territorio positivo l'indice S&P500 che sale dello 0,02%.

16.06 - I LISTINI EUROPEI CONFERMANO IL RIALZO

Le Borse europee confermano la buona intonazione con Wall Street in positivo. L'indice d'area sale di quasi un punto con gli acquisti che valorizzano industriali, finanziari e informatica. Tra le singole Piazze, Londra guadagna lo 0,8%, Parigi l'1,07%, Francoforte lo 0,9% e Milano l'1,3%. A ridare slancio ai listini è la ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sul commercio mentre c'è attesa per l'intervento del presidente della Fed, Jerome Powell di domani pomeriggio. L'euro resta in calo sul dollaro con la moneta unica a 1,129 sul biglietto verde.

15.35 - APERTURA WALL STREET IN RIALZO

Apertura in rialzo per Wall Street col Dow Jones che guadagna lo 0,35%, il Nasdaq lo 0,40% e l'indice S&P500 lo 0,28%.

14.04 - BORSE EUROPEE POSITIVE

Prosegue il rialzo delle principali Borse europee in vista dell'avvio di Wall Street, i cui futures sono in calo. Milano è in testa (+1,5%), seguita da Parigi e Francoforte (+0,8% entrambe), Londra e Madrid (+0,6% ambedue). C'è attesa per l'intervento del presidente della Fed Jerome Powell di domani pomeriggio e sui dazi tra Usa e Cina, oggetto di nuove preoccupazioni. In luce a Francoforte Commerzbank (+3,7%), spinta dal sostegno del ministro dell'Economia tedesco Olaf Scholz alla nascita di un "grande campione nazionale", frutto della possibile aggregazione con Deutsche Bank (+2%). Bene anche Deutsche Post (+1,9%) e Tui (+3,99%) dopo la conferma della raccomandazione d'acquisto di Bofa mentre Airbus (+2,1%) è stata inserita tra i favoriti di Goldman. A Milano volano Banco Bpm (+7,1%), Bper (+5,31%) e Ubi (+3,9%). Acquisti anche su Unicredit (+2,68%) ed Mps (+2,4%).

12.48 - MILANO ACCELERA: +1,6%

Accelera Piazza Affari (Ftse Mib +1,6%) mantenendosi in vantaggio rispetto alle altre borse europee, con lo spread in calo a 280 punti, per effetto delle negoziazioni sui titoli di Stato che si tengono a Londra, essendo Tokyo chiusa per festività. Il calo dello spread a 280 punti favorisce Banco Bpm (+7%) dopo un congelamento al rialzo, Bper (+5,64%), Ubi (+3,62%), Unicredit (+2,4%) e Intesa (+2%) sull'onda lunga dei conti e dopo i risultati dello Srep, il processo di revisione e valutazione prudenziale della Bce, che si è concluso favorevolmente per tutte. Bene anche Mps (+2,48%). Proseguono gli acquisti sulla Juventus (+3%) e sulla Roma (+2,45%), vittoriose tra venerdì e domenica, più cauta invece la Lazio (+0,7%). Bene Cnh (+3%), Stm (+2,36%), Leonardo (+2%) e Prysmian (+1,45%), dopo una nuova commessa in Canada. Bene Tim (+1,55%) ed Fca (+1,6%). Debole Astaldi (-2,82%), in attesa di offerte per il salvataggio a cui sta lavorando anche Salini Impregilo (-0,27%).

10.34 -L'EUROPA CRESCE, MILANO IN TESTA

Borse europee positive, guidate da Milano (+1,65%) in avvio di una settimana con diversi appuntamenti, tra cui l'intervento del presidente della Fed Jerome Powell di domani pomeriggio. Bene Londra (+0,84%), Parigi (+0,86%), Francoforte (+0,81%) e Madrid (+0,79%). In calo a 283 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi, per effetto anche della chiusura festiva di Tokyo, mentre sul fronte valutario il dollaro si apprezza a 1,13 sull'euro. In calo il petrolio (-0,55%) a 52,43 dollari e l'oro (-0,44%) a 1.208 dollari l'oncia. Gli occhi sono puntati su Commerzbank (+4,18%), dopo il sostegno del ministro dell'Economia tedesco Olaf Scholz alla nascita di un "grande campione nazionale", che potrebbe essere costituito insieme a Deutsche Bank (+2,47%). Bene anche Deutsche Post (+2,63%) e Tui (+3,26%). Su quest'ultima Bofa ha confermato la raccomandazione d'acquisto, mentre sale Airbus (+2,12%), inserita tra i favoriti di Goldman.

9.43 - PIAZZA AFFARI MAGLIA ROSA IN EUROPA

Si apre bene la settimana per Piazza Affari (Ftse Mib +1,12%), regina d'Europa con lo spread in calo a 285 punti, per effetto delle negoziazioni sui titoli di Stato che si tengono a Londra, essendo Tokyo chiusa per festività. In luce Banco Bpm (+4,89%), Bper (+3,29%), Ubi (+3,15%), Unicredit (+2,56%) e Intesa (+1,85%) sull'onda lunga dei conti e dopo i risultati dello Srep, il processo di revisione e valutazione prudenziale della Bce, che si è concluso favorevolmente per tutte. Acquisti su Juventus (+3,86%) e Roma (+4,72%), vittoriose in campo, invariata invece la Lazio. Bene Stm (+2,66%), seguita da Cnh (+2,11%), Leonardo (+1,89%), Tim (+1,67%) ed Fca (+1,62%). Sotto pressione Astaldi (-4,53%), in attesa di offerte per il salvataggio a cui sta lavorando anche Salini Impregilo (+2,39%).

9.31 - APRONO POSITIVE TUTTE LE BORSE EUROPEE

Avvio di seduta positivo per le principali Borse europee. Parigi guadagna lo 0,53% a 4.988 punti, Francoforte lo 0,45% a 10.955 punti e Londra, più cauta, lo 0,05% a 7.105 punti

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso