Spread Btp Bund in calo a 190 punti
Spread e mercati
borsa-italiana-spread-oggi-tempo-reale-12-febbraio

Indici di Borsa e spread del 12 febbraio 2019

Milano chiude a +1,12%. Il differenziale Btp Bund cala a 271. Bene il comparto dei bancari e dei titoli legati al petrolio. Mercati europei in rialzo. Apertura positiva per Wall Street. I listini in diretta.

  • ...

Nuova giornata all'insegna della crescita per la Borsa di Milano quella del 12 febbraio. L'indice Ftse Mib ha aperto in rialzo (+0,81%) per poi proseguire in positivo nel corso della mattinata a (+1%) accelerando nel pomeriggio (+1,2%) per chiudere a +1,12%, migliore listino in Europa. Chiusura in crescita per i principali mercati del Vecchio Continente: Francoforte ha guadagnato l'1%, gli acquisti hanno prevalso anche a Parigi (+0,84%) e Madrid (+0,5%). Poco sopra la parità Londra (+0,06%). In territorio positivo Wall Street: il Dow Jones in rialzo dell'1,48%, il Nasdaq dello 1,46% mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dell'1,28%.

SPREAD BTP BUND IN CALO

Lo spread tra Btp e Bund chiude in deciso calo a 271 punti (contro i 278 della chiusura dell'11 febbraio). Il rendimento del titolo decennale italiano è al 2,84%.

ASSEGNATI 6,5 MILIARDI DI TITOLI ALL'ASTA DEI BOT A UN ANNO

Il Tesoro ha venduto tutti i 6,5 miliardi di euro dei Bot a un anno offerti oggi in asta, con tassi in netta discesa. Il rendimento medio è calato a 0,181% da 0,285% del collocamento di gennaio. La domanda ha raggiunto i 10,72 miliardi di euro con un rapporto di copertura in aumento a 1,65 da 1,54 precedente.

BORSE ASIATICHE OTTIMISTE PER I NEGOZIATI USA CINA

Borse asiatiche in rialzo per la prima volta in cinque giorni. Tokyo ha chiuso la prima seduta della settimana in netto rialzo, dopo il giorno di festività dell'11, sostenuta dalla debolezza dello yen, e dalle aspettative di un esito positivo dei negoziati sul commercio internazionale tra Cina e Stati Uniti. Il Nikkei ha guadagnato il 2,61%. Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta ai minimi in sei settimane sul dollaro, a 110,50 e sull'euro a 124,70. Poco mossa Hong Kong ancora aperta, bene Shanghai (+0,68%) e Shenzhen (+1,2%). Guadagni anche per la Corea del Sud (+0,45%). Più debole Mumbai con le contrattazioni ancora in corso (-0,04%). Gli occhi dei mercati oggi sono puntati sull'intervento del presidente della Fed, Jerome Powell nel pomeriggio. I futures sull'Europa sono positivi.

GLI AGGIORNAMENTTI DEI MERCATI IN DIRETTA

22.01 -WALL STREET CHIUDE IN CRESCITA

Wall Street chiude in territorio positivo. Il Dow Jones sale dell'1,48% a 25.423,50 punti, il Nasdaq avanza dell'1,46% a 7.414,62 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell'1,28% a 2.744,56 punti.

19.10 - WALL STRETT ANCORA IN POSITIVO

Wall Street procede in territorio positivo. Il Dow Jones sale dell'1,35% a 25.390,67 punti, il Nasdaq avanza dell'1,28% a 7.401,48 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell'1,21% a 2.742,65 punti.

18.00 - L'EUROPA CHIUDE IN RIALZO

Chiusura in crescita per i principali listini europei. Piazza Affari è stata la migliore e ha archiviato la seduta con un rialzo dell'1,12%, seguita da Francoforte, che ha guadagnato l'1%. Gli acquisti hanno prevalso anche sulle Borse di Parigi (+0,84%) e Madrid (+0,5%). Poco sopra la parità Londra (+0,06%).

17.33 - NEW YORK ACCELERA

Wall Street accelera sulla speranza di un accordo che possa scongiurare un nuovo shutdown. Un'intesa raggiunta in Congresso ma per la quale manca l'ultima parola di Donald Trump. Il Dow Jones sale dell'1,25% a 25.365,13 punti, il Nasdaq avanza dell'1,36% a 7.406,15 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell'1,13% a 2.740,35 punti.

17.30 - CHIUSURA BORSA DI MILANO IN RIALZO

Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo. Al termine delle contrattazioni il Ftse Mib ha guadagnato l'1,12% a 19.805 punti.

16.09 - MILANO CONTINUA IN POSITIVO

L'apertura in crescita di Wall Street non ha dato scossoni ai listini europei, che già navigavano in terreno positivo. Solo Londra si è indebolita e adesso è sulla parità, pagando così le difficoltà della Brexit, mentre continuano in rialzo Parigi (+0,9%), Francoforte (+1%), Madrid (+0,8%) e Milano (+1,2%). Ai mercati giova l'accordo anti-shutdown negli Usa e la prospettiva di un incontro tra il presidente statunitense Donald Trump e il leader cinese Xi Jinping. L'euro viene scambiato a 1,1296 dollari. Lo spread è stabile a 272 punti. In Piazza Affari continuano a volare Mps (+7,8%), mentre i vertici della banca sono in road show a Londra sui conti, Pirelli (+5,4%), sulla scia del bilancio comunicato da Michelin, Stm (+4,8%), Ferragamo (+3%) e Brembo (+3%). In calo invece Prysmian (-1,3%), che rischia una multa dall'antitrust brasiliano, e Campari (-1,1%).

15.32 - APERTURA WALL STREET IN POSITIVO

Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,71% a 25.231,87 punti, il Nasdaq avanza dello 0,70% a 7.358,56 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,65% a 2.726,96 punti. A Piazza Affari continuano a volare Mps (+7,8%), mentre i vertici della banca sono in road show a Londra sui conti, Pirelli (+5,4%), sulla scia del bilancio comunicato da Michelin, Stm (+4,8%), Ferragamo (+3%) e Brembo (+3%). In calo invece Prysmian (-1,3%), che rischia una multa dall'antitrust brasiliano, e Campari (-1,1%). In rialzo la Juve (+2,6%), dopo il via libera ad un prestito di obbligazionario tra 100 e 200 milioni di euro.

12.53 - SALE L'EUROPA IN ATTESA DI WALL STREET, MILANO +1%

Borse europee in stabile rialzo, in attesa dell'avvio di Wall Street con i future in positivo. Gli investitori hanno mostrato di aver gradito l'accordo anti-shutdown negli Usa e hanno guardato alla prospettiva di un incontro tra il presidente statunitense Donald Trump e il leader cinese Xi Jinping. La situazione internazionale ha spinto in rialzo anche il petrolio a 52,95 dollari al barile. In lieve calo l'euro sul dollaro a 1,1275, a Londra l'indice d'area Stoxx 600 ha guadagnato lo 0,6%. In positivo Francoforte (+1,2%), Parigi (+1,1%), Milano (1%), Madrid (+0,9%) e Londra (+0,4%). Nel Vecchio continente si sono messi in luce i comparti dell'auto (+2%), energia (+1%) e finanza (+0,7%).

12.32 - MPS VOLA A PIAZZA AFFARI (+8%)

Mps vola in Borsa e guadagna l'8% a 1,35 euro, con gli investitori che guardano con fiducia al titolo dopo i risultati del 2018 e gli esiti dello Srep comunicati dalla Bce. Il titolo risale la china e torna ai livelli di metà gennaio.

11.29 - LA BORSA DI MILANO AVANZA CON I BANCARI

Piazza Affari (+1%) avanza sostenuta dalle banche. Bene anche il comparto del petrolio con il prezzo del greggio in rialzo. La Borsa di Milano prosegue le contrattazioni in terreno positivo, in linea con le altre piazze europee. In calo lo spread tra Btp e Bund a 271 punti base con il rendimento del decennale italiano al 2,84%. A Piazza Affari a brillare sono stati soprattutto i listini bancari. Tra le banche corre Mps (+8%), dopo gli esiti dello Srep comunicati dalla Bce a tutte le banche italiane. Bene anche Unicredit (+1,6%), Ubi (+1,5%), Banco Bpm (+0,9%) e Intesa (+0,1%). In controtendenza Bper (-0,8%). Avanzano anche i titoli della componentistica con Pirelli (+4,8%) e Brembo (+3%). In rialzo le auto con Cnh e Ferrari (+1%) ed Fca (+0,3%). Andamento positivo per Juventus (+2,7%), dopo che il cda ha deliberato la possibilità di emettere un prestito obbligazionario di importo compreso tra 100 e 200 milioni di euro. Bene anche Tim (+0,5%) ed Enel (+0,8%). In positivo anche i principali mercati europei: Francoforte (+1%), Parigi (+0,6%), Madrid e Londra (+0,5%).

10.16 - I LISTINI EUROPEI PROCEDONO AL RIALZO

Le Borse europee procedono in positivo dopo l'accordo parlamentare negli Stati Uniti per evitare un nuovo shutdown. Gli investitori sono ottimisti sul fronte del commercio internazionale con la prospettiva di un incontro tra il presidente statunitense Donald Trump e il leader cinese Xi Jinping. In rialzo anche il petrolio a 52,73 dollari al barile. Sul fronte valutario l'euro è in lieve rialzo sul dollaro a 1,1285 a Londra. L'indice d'area Stoxx 600 guadagna lo 0,6%. Avanzano Francoforte (+1%), Parigi (+0,6%), Madrid e Londra (+0,5%). I mercati europei sono sostenuti dal comparto dell'auto (+2,2%) dove si mettono in mostra Peugeot (+3%), Daimler (+2,1%) e Volkswagen (+1,7%). In positivo i titoli finanziari (+0,6%%) con Deutsche Bank (+1,5%), Commerzbank e Credit Agricole (+1%) e Bnp Paribas (+0,6%). Bene anche il comparto energia (+0,6%) con Tullow Oil (+1,7%), Total (+0,7%), Shell (+0,6%) e Bp (+0,3%).

10.00 - MILANO IN POSITIVO SPINTA DALLE BANCHE

Piazza Affari (+0,77%) prosegue in rialzo sostenuta dalle banche che festeggiano dopo la valutazione della Bce sugli Srep. Gli investitori guardano con particolare attenzione anche alla ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale. In cima al listino svetta Pirelli (+4%). Bene anche Stm (+2,8%) e la Juventus (+2,3%). Il comparto bancario è tonico con Mps (+3%), Unicredit (+1,7%), Ubi (+1,5%), Banco Bpm (+1%) e Intesa (+0,6%). Seduta positiva anche per i titoli legati al petrolio con il prezzo del greggio che sale a 52,73 dollari. Si mette in mostra Tenaris (+2,1%). Avanzano anche Saipem (+1,1%), Eni (+0,4%), Italgas (+0,3%) e Snam (+0,1%). Bene Tim (+1,1%) ed Enel (+0,7%). In rosso Prysmian (-2,8%), Moncler e Banca Generali (-0,2%).

9.13 - APERTURA BORSE EUROPEE IN RALZO

Apertura in positivo per le Borse europee. A Francoforte l'indice Dax guadagna quasi un punto percentuale (+0,99%), l'indice Cac 40 a Parigi lo 0,76% e a Londra il Ftse 100, a pochi minuti dall'avvio delle contrattazioni, è in rialzo dello 0,4%

09.04 - APERTURA BORSA DI MILANO IN RIALZO

La Borsa di Milano apre in rialzo (+0,81%), a 19.743 punti.

7.13 - TOKYO CHIUDE IN NETTO RIALZO (+2,61%)

La Borsa di Tokyo termina la prima seduta della settimana in netto rialzo, dopo il giorno di festività di ieri, sostenuta dalla debolezza dello yen, e dalle aspettative di un esito positivo dei negoziati sul commercio internazionale tra Cina e Stati Uniti. Il Nikkei mette a segno una progressione del 2,61% a quota 20.864,21, con un aumento di 531 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta ai minimi in sei settimane sul dollaro, a 110,50 e sull'euro a 124,70.(ANSA).

01.14 - TOKYO RIAPRE IN RIALZO

La Borsa di Tokyo avvia la prima seduta della settimana col segno più, dopo il giorno di festività di ieri, sfruttando la nuova fase di debolezza dello yen e malgrado le incertezze sull'esito dei negoziati sul commercio internazionale tra Cina e Stati Uniti. Il Nikkei avanza dello 0,54% a quota 20.443,42, segnando un aumento di 110 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta sul dollaro a un valore di 109,70 e a 124,50 sull'euro.

12 Febbraio Feb 2019 0810 12 febbraio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso