Spread Btp Bund in calo a 190 punti
Spread e mercati
Borsa Italiana Spread Oggi Tempo Reale 14 Febbraio
Economia
14 Febbraio Feb 2019 0700 14 febbraio 2019

Indici di Borsa e spread del 14 febbraio 2019

Milano in negativo (-0,78%). Differenziale Btp-Bund in aumento a 269 punti. Male i bancari, Astaldi e Salini volano. Listini europei deboli. Wall Street contrastata: Dow Jones -0,41%, Nasdaq +0,09%.

  • ...

Giornata fiacca per la Borsa di Milano, quella del 14 febbraio. L'indice Ftse Mib ha aperto in rialzo (+0,43%), per poi perdere progressivamente terreno e chiudere in territorio negativo (-0,78%) dopo che Moody's ha abbassato per l'anno in corso le stime di crescita dell'Italia tra lo 0 e lo 0,5%. Male soprattutto i finanziari e sotto vendita finiscono le banche con Banco Bpm che perde il 2,83%, Unicredit il 2,2%, Fineco l'1,9%. Tra gli altri titoli in flessione Ferragamo (-3,3%), Unipol (-2,6%) e Azimut (-2,35%). Si muovono invece in controtendenza Astaldi (+15%) e Salini (+10,4%), dopo l'offerta del gruppo guidato da Paolo Salini che prevede un aumento di capitale per 225 milioni di euro. Buon passo anche per Interpump (+5,9%) sulla scorta dei risultati dell'anno e su alcuni report positivi. Sale anche il titolo della Juventus (+2,75%), all'indomani del collocamento del bond. Le Borse europee chiudono deboli. Parigi cede lo 0,23% con il Cac 40 a 5.062,52 punti. Francoforte chiude con un -0,69% con il Dax a 11.089 punti. Piatta invece Londra a +0,08% con il Ftse 100 a 7.197 punti. Contrastata Wall Street: Dow Jones -0,41% a 25.438,85 punti, Nasdaq +0,09% a 7.426,95 punti, S&P 500 -0,27% a 2.745,68 punti.

LO SPREAD BTP BUND TORNA A SALIRE

Lo spread Btp-Bund si attesta a 269 punti base con il rendimento del decennale italiano al 2,77% (il 13 febbraio aveva chiuso a 266 punti base).

I MERCATI DELL'ASIA DEBOLI

Seduta incerta e listini deboli in Asia dove Tokyo (-0,02%) e Shanghai (-0,05%) chiudono praticamente invariate. Hong Kong cede lo 0,3% mentre Seul fa un balzo sul finale dell'1,11%. I mercati, secondo gli analisti, stanno pesando da un lato i negoziati commerciali tra Usa e Cina e dall'altro metabolizzano i downgrade sugli utili lanciati dalle società.

GLI AGGIORNAMENTI DI BORSA IN DIRETTA

22.17 - CHIUSURA DI WALL STREET CONTRASTATA

Chiusura in altalena per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,41% a 25.438,85 punti, il Nasdaq è salito dello 0,09% a 7.426,95 punti, mentre lo S&P 500 ha ceduto lo 0,27% a 2.745,68 punti.

17.38 - CHIUSURA DELLA BORSA DI MILANO IN CALO A -0,78%

Piazza Affari chiude in calo. Il Ftse-Mib lascia sul terreno lo 0,78% a 19.834 punti.

16.55 - WALL STREET ANCORA IN CALO

Wall Street in calo con la gelata dalle vendite al dettaglio, scese in dicembre dell'1,2%, in quello che è il calo maggiore dal 2009. Il Dow Jones perde lo 0,51% a 25.410,66 punti, il Nasdaq cede lo 0,19% a 7.406,86 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,30% a 2.745,03 punti.

16.12 - EUROPA IN CALO CON WALL STREET

Girano in rosso le Piazze europee con Wall Street in flessione in scia al calo maggiore dal 2009 delle vendite al dettaglio negli Usa che a dicembre hanno registrato un -1,2%. A incidere anche i dati sui prezzi alla produzione sotto le attese e la crescita delle richieste dei sussidi di disoccupazione. Male soprattutto energia, immobiliare e finanziari. Londra cede lo 0,1%, Parigi un marginale -0,04%, Francoforte perde lo 0,63% con la Germania in stagnazione alla fine dello scorso anno.

15.32 - WALL STREET APRE IN NEGATIVO

Apertura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,46% a 25.423,85 punti, il Nasdaq cede lo 0,41% a 7.390,23 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,48% a 2.739,80 punti

12.48 - LISTINI EUROPEI ANCORA IN RIALZO

Le Borse europee proseguono in rialzo dopo le dichiarazioni di Donald Trump che ipotizza un rinvio dei dazi per favorire i negoziati con la Cina. Si guarda anche ai dati del Pil dell'Eurozona con la Germania che sfiora la recessione tecnica. In lieve calo l'euro sul dollaro a 1,1279 a Londra. L'indice d'area stoxx 600 guadagna lo 0,4%. Proseguono in rialzo Parigi (+0,7%), Londra, Francoforte e Madrid (+0,3%). Piazza Affari è appesantita dalle banche che risentono dell'andamento negativo dell'intero comparto europeo. Faro su Astaldi (+10,4%), dopo l'offerta di Salini (+6%) che prevede un aumento di capitale per 225 milioni di euro. Marciano in positivo anche Campari (+2%) e Juventus (+1,2%), quest'ultima dopo il collocamento del Ronaldo-bond. In fondo al listino principale Ferragamo (-2,2%) insieme ai finanziari con Banco Bpm (-1,8%), Mps (-1,6%), Intesa (-0,8) e Unicredit (-0,6%).

10.21 - EUROPA IN POSITIVO

Si allentano le tensioni sulla guerra commerciale tra Usa e Cina e le Borse in Europa tornano a concentrarsi sui fondamentali delle societa. Gli indici in mattinata sono tutti positivi, Londra guadagna lo 0,43%, Parigi lo 0,74%, Francoforte lo 0,45%, Madrid lo 0,25% e solo Milano resta indietro (-0,24%). Credit Suisse, per la prima volta in utile dal 2014, dopo un avvio in deciso rialzo, oltre il 2% gira in calo (-0,25%), AstraZeneca, dopo un quarto trimestre migliore delle attese balza in rialzo del 4,7%.

09.52 - MILANO AZZERA I RIALZI

Piazza Affari resta concentrata sull'operazione Astaldi mentre lo slancio in avvio dell'indice Ftse Mib si esaurisce (-0,03% a 19.984 punti). Il titolo del costruttore romano viene sospeso con un rialzo teorico dell'11,8% a 0,8 euro mentre Salini Impregilo, che si è impegnata con un aumento di capitale da 225 milioni, guadagna il 4,34% a 1,94 euro. Sul listino principale invece prevalgono gli ordini in vendita, tra le più colpite ancora una volta le banche. Banco Bpm cede l'1,62%, Ubi Banca l'1,4%, Unicredit l'1,38%, Intesa Sanpaolo l'1,1% e Mediobanca lo 0,6 per cento. Piatta Generali (+0,07%). Scivola, nel giorno in cui sono attesi i risultati preliminari, Pirelli (-0,36%) con Fca (-0,21%). Tengono Tim (+0,12%) e i titoli dell'energia con Enel invariata, Eni in rialzo dello 0,22%, Snam dello 0,38%, Italgas dello 0,34% e Saipem dell'1,37 per cento. Sugli scudi Campari (+2,18%).

09.12 - SPREAD IN CALO

Lo spread Btp-Bund apre in calo a 263,4 punti con un rendimento al 2,75%.

09.07 - ASTALDI IN RIALZO NON RIESCE A FARE PREZZO

L'operazione di Salini Impregilo su Astaldi piace al mercato. Dopo l'offerta di Salini e il via libera al piano di salvataggio, Astaldi non riesce a fare prezzo in Borsa e resta in preapertura con un rialzo teorico del 9,8%. Il titolo Salini Impregilo guadagna in avvio il 5,6% a 1,9 per cento.

09.04 - LA BORSA DI MILANO APRE IN RIALZO

La Borsa di Milano apre la seduta in rialzo. Il Ftse Mib guadagna lo 0,43% a 20.076 punti.

08.51 - LISTINI DEBOLI IN ASIA

Seduta incerta e listini deboli in Asia dove Tokyo (-0,02%) e Shanghai (-0,05%) chiudono praticamente invariate. Hong Kong cede lo 0,3% mentre Seul fa un balzo sul finale dell'1,11%. I mercati, secondo gli analisti, stanno pesando da un lato i negoziati commerciali tra Usa e Cina e dall'altro metabolizzano i downgrade sugli utili lanciati dalle società.

08.15 - TOKYO CHIUDE INVARIATA

La Borsa di Tokyo termina la seduta senza variazioni dopo i dati sul Pil giapponese, sostanzialmente in linea con le stime degli analisti, mentre gli investitori fanno scattare le prese di profitto dopo i rialzi dei scorsi giorni. Il Nikkei si assesta a quota 21.139,71 (-0,02%), ritracciando lievemente dai massimi in due mesi. Sul mercato valutario la divisa nipponica si mantiene stabile, trattando a un valore di poco superiore a 111 sul dollaro, e sull'euro a 125,20.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso